lunedì 12 marzo 2018

Libri, "Cody Carter. L'infiltrato" di Emily Cross: la recensione di Fattitaliani

Mannaggia a te, mannaggia a me!

Non sono sicura che sia etico iniziare una rece imprecando ma lo faccio solo per i libri belli per cui ðŸ˜‰
Hola e bentrovati al rece time oggi vi narro di:
Cody Carter, l'infiltrato!!!
Scopriamo la sinossi…
Cresciuto sotto l’ala protettiva e all’ombra di Allison Carter, per Cody ottenere il distintivo da federale è stato fin troppo semplice. Peccato che un’educazione rigida, così come l’amore dei genitori, non siano stati invece sufficienti a preservarlo dai suoi tormenti e dal proprio lato oscuro. Quando Page, la ragazza di Philadelphia con la quale provava a fare sul serio, lo denuncia alla sezione FBI dove Cody è in servizio, l’agente sarà costretto a dimostrare la sua fedeltà al bureau, nonché la sua dubbia integrità morale. Per farlo dovrà infiltrarsi nel clan dei Lo Monaco, una delle famiglie mafiose più pericolose di Miami. E comunque, non prima di riaffacciarsi a Bluehill, nel tentativo di riallacciare i rapporti con i suoi cari.
Figo vero? diciamolo un thriller o police drama che sia, deve essere scritto bene, altrimenti ti annoi no?! Lo so lo so direte che sotto copertura è visto e stravisto, ma io dissento… perché grazie a Dio non tutti i romanzi sono uguali e poi ricordatevi che se Lo Dice Krilli va letto no?
Previously stavo imprecando perché miss Emily ha oltremodo soddisfatto la mia sete di thriller, police drama and a little strunzaggine e di love and sofferenza and amour del protagonista proprio come piace a me.
Ma torniamo agli albori della mia infanzia dv mio papà mi faceva vedere, beh la tv stava in cucina non c’era molta scelta… Kojak e Derric.. quello tedesco terribile, dopo le prime lamentele cavolo mi sono appassionata, poi abbiamo avuto un upgrade Magnum P.I che mi sembra ancora figo (non sn cresciuta…) beh poi Alias, Ncis beh quanti anni sn passati? boh cmq il punto era (logorroica me) che questo romanzo mi ha fatto ricordare perché io ami questo genere, perché seguire le missioni gli intrighi, sconfiggere i cattivi andare sotto-copertura, fare trionfare il bene, andare in paranoia, sn tutte emozioni che mi fanno trillare un botto!
Se poi aggiungete che la storia è intrigante, innovativa, che lui vive le sue mille contraddizioni, che è disonesto e stronzolottolo quanto basta, poi aggiungete azione, mistero, ansia, un pizzico di romance, un po’ di sesso che nn guasta mai e dialoghi brillanti frizzanti e taglienti e avete il mix perfetto ðŸ˜‰
Emily ha uno stile assolutamente fluido, la lettura nn mi si è inceppata manco mezza volta, se apre una parentesi o uno scorcio di vita pregresso lo colma nel corso della narrazione. Poi riesce a farti stare nella testa dei personaggi vedi e vivi ciò che accade loro e senza che neanche te ne accorgi ti ritrovi fregata a non riuscire a smettere di leggere nonostante il pollo si sia carbonizzato in padella…
Ecco perché questo romanzo conquista!
Aspetto i vostri feedback…