venerdì 16 febbraio 2018

LO SCARPONE D'ORO, TUTTO PRONTO PER LA PRIMA EDIZIONE dell'evento di beneficenza

Un grande evento di beneficenza, spettacolo, sport e tanto altro ancora, che si terrà lunedì prossimo, alle ore 21, nell'incantevole cornice del Teatro Parioli di Roma.

Ideato dal Rotary e-club Italia Amatrice, lo Scarpone d'Oro sarà condotto da uno dei volti più amati della TV di Stato, Roberta Gangeri (intervista di Fattitaliani), a cui è stata affidata anche l'organizzazione artistica. Ogni edizione avrà una causa sempre diversa da sostenere. Quest'anno il 50% dell'intero incasso verrà devoluto al Telefono Azzurro, che sta operando ancora su Accumoli e Amatrice e il restante 50%  andrà all’End Polio Now per comprare i vaccini anti polio, gestita dal Rotary E-Club Italia Amatrice. L'identità del vincitore dello Scarpone d'Oro, individuato all'interno di una rosa di persone che nel corso dell'anno si sono distinte per coraggio, caparbietà e generosità, verrà rivelata nel corso della serata. Non solo: verranno consegnati anche dieci Scarponi d'Argento ad altrettanti ambasciatori di altruismo e disponibilità. Persone comuni o beniamini del pubblico che gratuitamente hanno messo a disposizione la propria professionalità, brillando negli aiuti di soccorso, recupero e ricostruzione o nelle raccolte fondi. Tra i premianti ci saranno personaggi del mondo dello spettacolo, attualmente sul piccolo e grande schermo, che stanno ottenendo grande stima e successo di pubblico. Sul palco si alterneranno numerosi artisti professionisti, da sempre legati al mondo della solidarietà, a cui spetterà il compito di scandire le varie fasi della serata. Gran finale all'insegna delle eccellenze enogastronomiche del territorio omaggiato.

DICHIARAZIONE DI ROBERTA GANGERI, conduttrice e organizzatrice artistica
"Molte persone credono che chi lavora nel mondo dello spettacolo sia molto superficiale, invece non sanno che spesso molti artisti e giornalisti, mettendo a disposizione la propria arte e professionalità, oltre a comunicare qualità ed impegno, possono aiutare sul serio chi è veramente in difficoltà. Lo Scarpone d'Oro, in tal senso, è una mia scommessa di testa, cuore e passione! Seguite la prima edizione e non perderete tutte le altre!".


DICHIARAZIONE DI LUCA DELLA VOLTA, presidente Rotary Italia
"Quando i soci del Rotary E–Club Amatrice Italia hanno pensato di istituire il premio Scarpone d’Oro hanno progettato un simbolo di rinascita e di ricostruzione, un punto di partenza per agire uniti alle persone di buona volontà che amano la terra di Accumoli ed Amatrice. Agire uniti, ben lontani dagli egoismi personali, per il rilancio di un territorio che per troppi lunghi anni, ancor prima dei devastanti terremoti che l’hanno colpito, è stato trascurato ed abbandonato a se stesso. Sono luoghi meravigliosi ricchi di storia e di natura con paesaggi mozzafiato inseriti nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Luoghi in cui la gente di montagna vive una quotidianità agricola in simbiosi con la terra e gli animali da cui non si è voluta né potuta separare nemmeno nei giorni più bui" - racconta il Presidente del Rotary Luca Della Volta, che aggiunge commoventi particolari legati alla sua esperienza personale: "La morte mi è entrata dentro. I miei polmoni hanno respirato polvere di terra. I miei piedi hanno camminato fra i detriti. Le mie mani hanno toccato quella pietra che improvvisamente si è mossa travolgendo sogni e speranze. Ho camminato a stento dove qualche giorno prima correvano sorridenti i bambini accompagnati dai loro nonni, trascorrendo le loro vacanze estive nel paese dove erano cresciuti i loro genitori prima di trasferirsi altrove per farsi una famiglia. I visi delle persone ancor oggi sono segnati dal dolore e sulla pelle è scolpita la devastazione. Gli occhi vagano liberi in cerca di serenità mentale ma i pensieri restano lì, ancorati a chi non c’è più. Voglio dire grazie agli amici Rotariani di tutto il mondo che con il loro sostegno ci hanno aiutato e continuano ad aiutarci. Siamo uomini e donne del fare e con il Rotary ogni missione è possibile, anche la più disperata e siamo qui per fare la differenza perché sappiamo andare oltre l’impossibile perché siamo al servizio dell’Umanità, da sempre e per sempre. Qui, dove ancora trema la terra, dobbiamo pensare al domani. Usiamo le nostre competenze e le nostre professionalità per aiutare a ricostruire il futuro di queste popolazioni perché siamo capaci di dar loro non solo la speranza, ma la certezza che nessuno sarà lasciato solo e che abbiamo preso per mano chi ne ha bisogno e lo accompagneremo verso il futuro.Resteremo presenti e impegnati sul territorio perché, piuttosto che come membri di una meritevole organizzazione di beneficenza, agiamo secondo la nostra vera natura di Rotariani: con le nostre mani, con il cuore, con la passione e l’ amore. Ed allora, dallo Scarpone d’Oro, parte una nuova vita insieme a tanti progetti, tanti programmi e innumerevoli azioni di servizio per il bene delle comunità di Accumoli ed Amatrice".