martedì 13 febbraio 2018

Libri, "Segui Le mosche" romanzo thriller di Barbara P. Baumgarten. La recensione di Fattitaliani

Buongiorno e ben trovati, oggi ho un thriller/horror da proporvi, in realtà che noia mettere le etichette ai generi, quindi diciamo solo che ho un bel romanzo da raccontarvi e poi mi dite che ne pensate...

Iniziamo da qualche cenno sulla trama e poi vi dirò perché l'ho amato ;)
"Quando il dottor Pete Buckler si trova fra le mani la cartella di Sophy Ward è convinto si tratti di un caso semplice e di routine. Tuttavia, ben presto il colloquio con la giovane rivela una verità sconcertante e terribilmente inquietante.
Pete Buckler aiutato dal detective Paul Stein e dal collega Friederich Mounchen cercherà di far luce su uno dei luoghi più sinistri del mondo: il St. George Institute.
"C'è attività in quel vecchio istituto. Qualcosa che si sta muovendo anche da morto"."

Hello hello hello!
Ho la vostra attenzione adesso???
Se come me amate: suspense, e volete un romanzo da cui non riuscite a staccarvi neanche se state bruciando la cena, perché dovete assolutamente sapere cosa accadrà next, allora questo è il romanzo che fa per voi! Barbara ha realizzato non solo una storia interessante, diciamolo, i thriller non sono mica pagnotte per tutti... gli horror poi... Molti pensano che basti buttare pezzi umani e urla, volti sfregiati e corpi contundenti a go go e les jeux sont faits...Cioè ma anche nooooo. L'autrice mi ha instillato un'ansia ed un terrore come pochi sono riusciti nella mia carriera librosa, ed io non sono una cagasotto eh... Ha saputo mixare perfettamente le parti discorsive a quelle prettamente crude, creando un intreccio fra i personaggi e legando i loro destini in maniera inesorabile. I dialoghi sono frizzanti ed incisivi, ma ciò che li rende amabili sono i diversi registri linguistici che lei ha utilizzato a seconda dei vari personaggi e del loro background. Nessun dettaglio infatti, risulta casuale, neanche quello apparentemente più semplice. Tutto nel romanzo ha un significato, una connotazione che acquisirà senso nel corso della lettura. Inoltre è scritto bene, ed è molto scorrevole a dispetto di certi libri che al 4' rigo vorresti spararti spararti. Le ambientazioni per quanto straviste (ospedali psichiatrici e Co.) risultano affascinanti e terrificanti al punto da fare da protagoniste in certi momenti della storia.
Per cui se cercate una storia seria e non banale " Segui le mosche" fa decisamente per voi.
Buon terrore a tutti voi!!! muahahhahahahhaha
Cristina Pace