venerdì 2 febbraio 2018

Gabriele Marconi fa lo smemorato in “Mi ricordo di te”, commedia simpatica col maestro di fisarmonica Gianni Mirizzi

di Anna Villani - È una commedia originale e di gusto, spassosa e con personaggi che bastano al racconto per animarlo al punto giusto. Andato in scena a Roma, all’Ar.Ma Teatro di via Ruggero di Lauria 22, dal 12 al 14 gennaio 2018 e replicato dal 19 al 21 gennaio. Piccolo teatro ma accogliente, sold out ogni sera! Bella soddisfazione per gli artisti che si presentano uniti e dalla recitazione armoniosa. 

“Mi ricordo di te” è liberamente tratto dal romanzo di Stefano Terrabuoni per la regia di Luca Pennacchioni, messo in scena dalla Compagnia della Farsa che vede il suo frontman in Gabriele Marconi, volto noto in tv ed a teatro. Un’ironia elegante la sua con lo spruzzo di romanesco. Una gavetta che porta in quella sua bravura, trascinante, che conquista subito. Qui è Filippo, un marito di fresca promozione, al suo fianco la bella moglie Erminia (dagli occhi splendidi di Valentina Mauro) ed una ingombrante amica di famiglia, Margherita (la bionda partenopea Claudia Spedaliere).  Eccezionalmente per la prima volta nelle vesti di attore, anche il maestro Gianni Mirizzi alla fisarmonica, che ha suonato magnificamente allietando ulteriormente la serata, in scena con Laura Mannino nella parte della moglie Adele. Filippo, improvvisamente, soffre di amnesia, non ricorda volti e situazioni, le vacanze, i viaggi, chiede di continuo di Giovanni (marito di Margherita). Si sforza di trovare tra i ricordi, date e momenti che sembrano davvero rimossi, da cosa non si sa. La moglie “precisina”, lui che attendeva da tanto il momento della promozione. La notizia arriva e pure la serata per festeggiare con gli amici. E proprio nel corso della cena si consumerà una sequenza divertente con retroscena anche “piccanti” fino a svelarsi la “trama”.
Ho trovato il testo una novità, più che gli equivoci partono risate per la storia, ai danni di Filippo, non vi svelo il finale perché il lavoro dovrebbe tornare nella capitale! Intanto, la Compagnia della Farsa sarà in provincia di Napoli, venerdì 6 aprile 2018, a Torre del Greco presso lo Studio 4 con “Scherzi del Cechov”, anche stavolta con la regia di Pennacchioni, che sarà nel cast. 
Gabriele Marconi, volto noto della tv, da “Uno Mattina” a “Guida al Campionato”, al Bagaglino diretto da Pier Francesco Pingitore, ha ricevuto lo scorso anno a Venezia la targa del Leone d’Oro. Claudia Spedaliere, napoletana in cartellone a Roma da diverso tempo, allieva del maestro Carlo Quartucci, ha cominciato a Portici, al Teatro “Le nuvole” di Alfonso Postiglione e, l’avevamo già ammirata nel dicembre del 2016 in “Nevica, nevica!” al Teatro Petrolini. Gianni Mirizzi, musicista, compositore, ha mani di seta mentre suona la fisarmonica. Un’arte musicale davvero di pochissimi. Valentina Mauro, dalla voce ottimamente impostata, tono professionale convincente, interprete in numerosi lavori teatrali classici e contemporanei, ha interpretato ruoli dalle caratteristiche differenti, da Mirandolina di Carlo Goldoni, la Signora Smith di Eugène Ionesco a Popova di Cechov, diplomata con il massimo dei voti in recitazione, dizione e lettura interpretativa. Per Laura Mannino “Mi ricordo di te” è stato il debutto nella Compagnia della Farsa.
Fondatore della "Compagnia" è Luca Pennacchioni, attore, regista e scenografo che inizia a fare teatro all'età di quattordici anni studiando con Gastone Moschin, si perfeziona frequentando corsi di doppiaggio, laboratori teatrali e di drammaturgia, avendo fra gli insegnanti anche Giuseppe Manfridi.