domenica 4 febbraio 2018

Bozar, 4 febbraio proiezione gratuita di 3 documentari. Si conclude il Festival Italia in Doc

Si conclude oggi a Bruxelles il Festival Italia in Doc con la proiezione nel pomeriggio dei documentari "Il senso della bellezza" di Valerio Jalongo (alle 15), "L’enigma di Jean Rouch a Torino - Cronaca di un film raté" di Marco di Castri, Paolo Favaro, Daniele Pianciola alle 17, "Il tentato suicidio nell’adolescenza (T.S. Giovanile)" di Ermanno Olmi alle 19.30. Alle ore 19 avrà luogo la premiazione. 

Prenotazione obbligatoria qui
Ore 15.00
Il senso della bellezza di Valerio Jalongo (IT, CH, 2017, 75’, EN-IT/ST-OND : EN)

Quattro anni dopo la sensazionale scoperta del “Bosone di Higgs”, il CERN è alla vigilia di un nuovo, eccezionale esperimento. Diecimila scienziati di tutto il mondo collaborano intorno alla più grande macchina mai costruita dagli esseri umani. L’esperimento è insieme un viaggio nel tempo più lontano e nello spazio più piccolo che possiamo immaginare. Mentre il nuovo esperimento del CERN procede nella sua esplorazione della misteriosa energia che anima l’universo, scienziati e artisti ci guidano verso quella linea d’ombra in cui scienza e arte, in modi diversi, inseguono verità e bellezza.

Visions du Reel 2017

Ore 17.00
L’enigma di Jean Rouch a Torino - Cronaca di un film raté di Marco di Castri, Paolo Favaro, Daniele Pianciola
(IT, FR, 2017, 90’, IT/ST-OND : FR)

Jean Rouch etnografo e cineasta, una delle figure più importanti del cinema del dopoguerra, inventore del cinema in presa diretta, alla metà degli anni ottanta, lascia il fiume Niger e approda sulle rive del Po a Torino. Che cosa cercava in una città industriale e operaia del nord Italia dove di africano non c'era nulla? E che cosa lo ha spinto a unirsi a noi tre che all'epoca eravamo soltanto dei giovani cineasti pieni di entusiasmo? Il film che abbiamo girato assieme a lui nel 1986 si chiamava Enigma e in quanto tale sarà finalmente svelato attraverso il nostro racconto di testimoni, protagonisti assieme a Jean Rouch di un'avventura che ci ha portato a condividere il nostro immaginario.

La Biennale di Venezia 2017: Venezia Classici

Ore 19.00
Premiazione

Ore 19.30
FUORI CONCORSO: Il tentato suicidio nell’adolescenza (T.S. Giovanile) di Ermanno Olmi (IT, 1968, 35’, IT/ST : EN)
La scorsa primavera, all'interno dell'archivio della Fondazione Luigi Micheletti a Brescia, è avvenuta una scoperta inattesa e importante. Dentro quattro scatole, siglate semplicemente T.S., si conservava un mediometraggio documentario inedito, sconosciuto, a firma di Ermanno Olmi. La moviola ne rivelava il titolo: Il tentato suicidio nell'adolescenza (T.S. Giovanile). L'anno, il 1968. Il cartello in testa alla pellicola con il marchio di una multinazionale farmaceutica, la Sandoz, ne indica la probabile natura di commissione su un tema sensibile, in un anno cruciale nella storia dei giovani.

Il documentario racconta i primi pionieristici anni di attività di un reparto psichiatrico d'urgenza presso il Policlinico di Milano. Un padiglione dedicato ai casi di emergenza per tentato suicidio, con un'incidenza drammatica di adolescenti. Ci sono interviste, statistiche, storie personali. C'è, in piccolo, un sorprendente palinsesto del cinema di Olmi: per tagli, ritmi, empatia, scelta dei volti, degli sguardi.


Informazioni
Data: Domenica 4 Febbraio 2018

Orario: Dalle 15:00 alle 21:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles

In collaborazione con : BOZAR

Ingresso : Libero

Luogo:BOZAR