martedì 16 gennaio 2018

PIETRO DEL VAGLIO, interior designer di fama internazionale

PIETRO DEL VAGLIO è più di un interior designer, è un grande appassionato che mette gusto, talento, passione nel suo lavoro realizzando veri e propri capolavori in giro per il mondo. 

DEL VAGLIO è uno Studio di Progettazione con sedi a Firenze e Monte di Procida, e si occupa di architettura d'interni e design. 

Le creazioni targate Del Vaglio hanno la caratteristica di saper adattarsi al luogo, alla richiesta del cliente, all'originalità delle scelte delle creazioni, dei colori, delle linee. 

Pietro Del Vaglio nasce a Monte di Procida nel 1960, e dopo gli studi superiori scientifici nel 1985, completa il suo percorso all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Come tutti i grandi artisti, fa la gavetta, con umiltà, impegno e sacrificio. Nel 1987 inizia la sua carriera di designer per la ditta Mazzoli di Brescia (divani e poltrone) e Dassi di Lissone (mobili), per le quali disegna oggetti di design a tutt'oggi in commercio come la poltrona Rolling. Il suo primo studio di progettazione di interni e di design lo apre a Napoli nel 1991, inaugurandolo in occasione delle “Giornate napoletane del Design” organizzate dall’architetto Almerico De Angelis uno dei direttori di MODO, il mensile della cultura progettuale italiana e internazionale che pubblicò per 28 anni dal 1977 al 2006. Nello stesso anno ottiene a Milano il riconoscimento di Young Designer. Le sue innate capacità vengono riconosciute in breve tempo. E anche l'estero si accorge di lui.

Contemporaneamente inizia la sua collaborazione con una famosa ditta di divani e poltrone di Bologna e tre anni dopo disegna la famosa poltrona Grace, che ad Aprile 1994 gli fu presentata dal critico d'arte Achille Bonito Oliva presso la residenza S.Damiano a Milano. La sua prima creazione, nel 1995, verrà esposta a Chicago nel museo di Architettura e Design in occasione di una mostra dedicata alle 25 sedute più interessanti degli ultimi 25 anni alla quale partecipano, tra gli altri Philip Stark ed Enrico Tonucci. In seguito le sue opere sono esposte in occasione delle aperture di Show Room in Europa, negli Stati Uniti ,Giappone e a Mosca. Ma la sua attività di progettista d’interni continua parallelamente a quella di designer con il suo nuovo studio di Firenze dove si trasferisce a metà degli anni Novanta e nel quale nascono disegni e progetti per numerosi clienti tra cui anche noti personaggi dello spettacolo, come Anna Falchi, con soluzioni innovative e artistiche nei suoi progetti.Nel 2002 crea la Pietro Del Vaglio Collezioni srl, per la quale disegnerà numerosi oggetti tra cui divani, poltrone e chaise lounge e realizzerà una mostra presso la Pinacoteca Ambrosiana a Milano. Con questa mostra riscuote un notevole successo di pubblico e di stampa, anche il New York Times and il Wall Street Journal gli dedicano un articolo sulla collezione, e partecipa a diverse trasmissioni televisive sulle reti Nazionali. Negli anni successivi si dedica esclusivamente all'attività di progettista d'interni. Dal 2005 realizza negli Stati Uniti una serie di ristoranti e residenze private,e nel 2006 la casa editrice Masso delle Fate pubblica un volume Abitare le Emozioni, che raccoglie i lavori di quegli anni. Nel 2007 inizia un importante progetto per un noto imprenditore Bulgaro ed in contemporanea inizia il restauro di un casale in Toscana, e per 3 anni si dedica a questi progetti. Nel 2011 pubblica un libro con la casa editrice Vianello, Podere Ascianello , interamente dedicato al restauro del casale, la rivista AD nello stesso anno gli dedica la copertina, ed altre riviste del settore si interessano al progetto. Anche il canale Leonardo gli dedica una puntata nel programma Le case di Lorenzo. Nel 2011 con il suo Studio vince il concorso per la riqualificazione della piazza principale del comune di Rapolano Terme a Siena. Dal 2011 ad oggi continua a dedicarsi a progetti sempre più impegnativi , sia in Italia che all'estero, ricevendo sempre consensi dalla stampa del settore, Anche Ad Germania si interessa ai suoi progetti pubblicando Ad Aprile 2013 una residenza realizzata a Pozzuoli. A novembre 2014 nel numero celebrativo 400 di AD Pietro del Vaglio viene inserito tra i migliori 13 interior designer che meglio interpretano le nuove tendenze dell’abitare, ricevendo così la definizione di poeta dell'abitare . Attualmente le sue Progettazioni di residenze continuano sul territorio italiano ed estero e vive ed opera fra Firenze e Napoli.Numerose le residenze che hanno attirato l'attenzione della stampa del settore in primis la prestigiosa Architectural Digest , che pubblica nel Luglio 2015 la splendida villa di Capri e nel Luglio 2017 un'altra importante villa all'isola d'Elba. Molto attento al tema dell'accoglienza insieme con Michele Schiano Moriello stanno realizzando molti ristoranti e boutique Hotel di successo. Gli elementi presenti alla base della sua progettazione sono le Cromie della sua terra d’origine , col partire dalla storia per restituire un progetto con una dimensione contemporanea, e trovare il giusto compromesso tra le esigenze del cliente e la sua creatività.