mercoledì 31 gennaio 2018

Mostra “Frida Kahlo. Oltre il mito” dal 1° febbraio al Museo delle Culture di Milano

“Frida Kahlo. Oltre il mito” questo il titolo della mostra al Mudec (Museo delle Culture) di Milano che si inaugura il prossimo 1° febbraio. 
Il progetto, la cui mostra è stata curata da Diego Sileo, è frutto di ben sei anni di studi e ricerche e vuole fornire una chiave di lettura di quella che è la sintesi non semplicistica di questa artista straordinaria. Attraverso le quattro sezioni del percorso espositivo  si fa dunque luce su altrettanto aspetti di Frida Kahlo: DONNA espressione della ricerca cosciente dell’Io, TERRA attraverso l’affermazione della propria radice messicana, POLITICA ovvero la capacità di ristabilire quell’equilibrio dell’ecosistema e di ripristinare l’omeostasi, ovvero la condizione di equilibrio del sistema stesso. Il DOLORE attraverso l’espressione della sofferenza vitale con cui Frida Kahlo ha convissuto durante la sua intera esistenza.
Al museo del Mudec di Milano, proveniente dal Museo di Buffalo dove normalmente è custodito, ecco giungere l’ “Autoritratto con scimmia”, quadro-simbolo della mostra, che fu realizzato su commissione per l’allora direttore del Moma. È solamente la seconda volta che questo dipinto viene esposto in Europa.
In mostra anche una prima mondiale, in esposizione infatti “Nina con collar” che raffigura la figlia di un’assistente della pittrice, eseguito nel 1929 e poi regalatole. Il quadro fu dato per disperso e solo alla morte della proprietaria, il figlio lo ha messo all’asta, acquisito per svariati milioni di dollari, da un collezionista europeo che pure presenzierà all’inaugurazione a Milano.
La mostra, visitabile fino al 3 giungo 2018, per la prima volta in Italia e dopo ben 15 anni dall’ultima volta, raduna in un’unica sede espositiva,  opere provenienti sia dal Museo Dolores Olmedo di Città del Messico che dalla Jacques and Natasha Gelman Collection, le due più importanti e ampie collezioni di Frida Kahlo al mondo.
Ester Campese