lunedì 22 gennaio 2018

Cinema, ELEONORA BELCAMINO debutta con la commedia “Sono tornato" di Luca Miniero: un’esperienza bellissima

Eleonora Belcamino ha tutte le carte in regola per dimostrare di essere una delle nuove promesse del cinema italiano, grazie al suo talento, all'espressività e a una rassicurante bellezza.
Nella nuova commedia “Sono tornato”, diretta da Luca Miniero, che arriverà nelle sale cinematografiche dall’1 febbraio, l’attrice di origini calabresi interpreta il personaggio di Francesca, una giovane e spigliata segretaria di produzione alle prese con un ospite inatteso, il Duce, del quale diventerà il braccio destro. Nel cast, oltre a Eleonora Belcamino, ci sono Frank Matano, Stefania Rocca e Massimo Popolizio  “È stata un’esperienza bellissima girare con dei compagni di set come Massimo Popolizio e Frank Matano - dichiara la Belcamino, aggiungendo - Il regista Luca Miniero, che mi ha tenuto a battesimo per il mio debutto cinematografico, lo ricorderò per l’intera mia vita e con grande affetto”. Contemporaneamente all’uscita del film, Eleonora sarà impegnata a teatro, allo Spazio Diamante di Roma, diretta da Massimiliano Vado, nello spettacolo “Incendies”, in scena il 26, 27, 28 gennaio e il 2, 3 e 4 febbraio.

Note biografiche
Eleonora Belcamino nasce a Catanzaro, in Calabria, dove rimane a vivere fino all’età di 18 anni. Successivamente, dopo aver conseguito il diploma al liceo classico, si trasferisce a Roma per inseguire il sogno di diventare un’attrice e allo stesso tempo, studia all’Università La Sapienza, dove consegue il diploma di laurea triennale e successivamente ottiene anche una laurea specialistica in Editoria e Giornalismo con 110/110 e lode, dopo una breve parentesi in Inghilterra, avendo vinto il concorso del Progetto Leonardo in Arts and Culture management. Nel frattempo continua a coltivare il sogno della recitazione, frequentando seminari e laboratori teatrali legati all’università ma anche lavorando con una compagnia indipendente. In quello stesso periodo, decide di affrontare le selezioni del Centro Sperimentale di Cinematografia e viene ammessa. Affronta i tre anni nella Scuola Nazionale di Cinema con grande entusiasmo e nel 2016 arriva l’anno del diploma. Oggi si divide tra teatro, fiction e cinema.
Foto: @pirronepiergiorgio