domenica 17 dicembre 2017

Internet Haters e Trolls. Chi sono, Perché odiano online, Come difendersi: online gratuitamente il saggio

Disponibile gratuitamente online il saggio sugli “Internet Haters”, sui “Trolls” e sugli “Internet Lovers”, pubblicato sulla piattaforma StreetLib venerdì 15 dicembre 2017.

In Italia il fenomeno dei cosiddetti Haters online è molto diffuso, sta prendendo piede sempre di più e colpisce indistintamente chiunque utilizzi Internet e i varisocial per le proprie attività professionali o personali.
Il saggio, “Internet Haters e Trolls. Chi sono, Perché odiano online, Come difendersi”, scritto a più mani da professionalità diverse e complementari, descrive i profili di questi soggetti, dà gli elementi perché vengano riconosciuti immediatamente, e suggerisce alcune strategie di difesa e di prevenzione per evitare che l’“utente internet target”, la vittima bersaglio sacrificale degli Hater, possa subire danni che qualche volta possono risultare irreversibili e devastanti.
SINOSSI:
Con il temine anglosassone “Internet Haters”, gli esperti di comunicazione e la comunità scientifica internazionale definiscono persone che dietro un alias virtuale o reale, utilizzano le varie piattaforme internet per esprimere il loro odio verso altre persone, verso alcune specifiche categorie di soggetti, verso un’idea, verso un oggetto. In italiano si potrebbe tradurre con “Quelli che odiano su Internet”.
Un’altra categoria di utenti internet sono i “Trolls”, ovvero persone che, direttamente o indirettamente, interagiscono con altri utenti internet tramite commenti, messaggi, post, foto, etc.…, che hanno una connotazione provocatoria, irritante, offensiva, delegittimante, calunniosa, finalizzata esclusivamente a creare un danno diretto o indiretto alla persona bersaglio (“target internet user”) che si vuole colpire per squalificarla e ridicolizzarla agli occhi di tutti i suoi amici virtuali e/o i suoi follower, creando scompiglio e disturbo nella normale comunicazione social.
Infine ci sono gli “Internet Lovers”, che in italiano potremmo tradurre letteralmente con “Quelli che amano su Internet”. In questo caso le categorie, a grandi linee e semplificando, sono due: da un lato ci sono persone che effettivamente e sinceramente cercano nei vari social amore, tenerezza, affetto, ascolto, comprensione, e nobili sentimenti; dall’altro lato ci sono coloro che utilizzano sui social questi bisogni e “debolezze” umane per truffare, manipolare, plagiare, rubare, etc.…, con una strategia scientificamente studiata nei minimi particolari e che porta questi truffatori internautici a creare danni serissimi e irreversibili a donne e uomini che abboccano alle loro ingannevoli lusinghe amorose social.
Per l’acquisto online della versione e-book, clicca qui: