domenica 26 novembre 2017

Stefano Calvagna, al lavoro su 2 nuovi film, il regista torna alle origini internazionali

Non sono trascorsi neppure quattro mesi dall’uscita in sala del thriller La fuga, suo ultimo lavoro, ma il romano Stefano Calvagna è già impegnato nella post-produzione di due nuovi lungometraggi: il poliziesco Cattivi & cattivi, girato a Roma e interpretato da Massimo Bonetti, Claudio Vanni, Emanuele Cerman, Ines Nobili e Andrea Autullo, e No one likes us, che, realizzato a Londra con attori di fama internazionale del calibro di Sean Cronin, Adam Shaw, Rachel Warren e Ilario Calvo, unisce due grandi passioni del regista: quella per il cinema e quella per il calcio.

Una ventiquattresima fatica dietro la macchina da presa, quest’ultima, di cui l’autore del biopic califaniano Non escludo il ritorno e di non pochi film che affrontano tematiche sociali (dall’insegnante accusato di pedofilia de L’uomo spezzato alle vittime di usura de Il peso dell’aria), si ritiene particolarmente felice in quanto segna il suo ritorno agli esordi internazionali.
Perché, pur avendo allestito i propri set quasi esclusivamente in terreno italiano, Calvagna ha studiato regia e recitazione a Los Angeles, vantando una delle sue prime importanti esperienze registiche in Beverly Hills 90210, la popolarissima serie televisiva che conquistò tanti giovani negli anni Novanta.
Un nuovo traguardo artistico, dunque, per colui che debuttò raccontando in fotogrammi la “banda del taglierino” tramite Senza paura.