giovedì 2 novembre 2017

PREMIO GIORNALISTICO NAZIONALE “MARIA GRAZIA CUTULI” 2017 Per non dimenticare e per promuovere la Pace

SAN SEVERO (Foggia) - Con il Patrocinio della Regione Puglia - Assessorato Industria Turistica e Culturale, dei Comuni di San Marco in Lamis e San Giovanni Rotondo, di RESTO AL SUD e DIGITAL MEDIA, il 18 e 19 novembre 2017 si svolgeranno le manifestazioni conclusive del Premio Giornalistico Nazionale “Maria Grazia Cutuli”, XVI Edizione, promosso e organizzato dal Centro Culturale Internazionale “Luigi Einaudi”. Qui di seguito il programma della manifestazione.

Sabato 18 novembre, alle ore 10:30, nell’Auditorium Teatro “P. Giannone” di San Marco in Lamis, i Giornalisti Francesco Giorgino (TG1), Goffredo Buccini (Corriere della Sera), Massimo Sebastiani (ANSA), Goffredo Palmerini (Stampa internazionale), Desio Cristalli (Gazzetta di San Severo), incontreranno Autorità, studenti e cittadinanza sui temi attualmente più scottanti. 

Domenica 19 novembre, alle ore 11:00, si svolgerà ad Apricena la Cerimonia di Premiazione, presso le Cantine “Le Grotte” di Pasquale Dell’Erba. Prevista la partecipazione del Presidente Onorario del Premio, Prof. Cav. Hafez Haidar, candidato al Premio Nobel per la Pace e Premio “Cutuli” 2016, e del Presidente della Giuria, Prof. Rino Caputo (Università di Roma “Tor Vergata”). Il coordinamento sarà curato dalla Presidente del Premio, Prof.ssa Comm. Rosa Nicoletta Tomasone. L’ottima Giuria ne curerà lo svolgimento.

Il Premio giornalistico Maria Grazia Cutuli “Per non dimenticare e per costruire la Pace”, è un evento di caratura nazionale per la difesa dell’informazione, come condizione di libertà e di democrazia, e per la difesa dei diritti e della dignità della persona, fortemente voluto dalla Presidente del Centro Culturale “L. Einaudi” Comm. Rosa Nicoletta Tomasone. Questi elementi costituiscono le coordinate del Premio che, partendo dal “dovere della memoria”, si proietta nel futuro e verso quei Paesi ancora all’affannosa ricerca della libertà, della democrazia, se non proprio del diritto di esistere, e sintetizza il suo impegno nella promozione della Pace. Il Premio “Maria Grazia Cutuli” è inserito nella programmazione di molte Scuole Superiori. Gli studenti vengono invitati a leggere, dibattere e confrontarsi. Offre dunque ai giovani uno stimolo per riflettere su ciò che hanno e a motivarli nel costruire e difendere il bene prezioso della Libertà. 

Quest’anno il Premio si celebra sull’Itinerario Culturale “Le Vie di Carlo V”, del quale è vice Presidente europea la prof.ssa Rosa Nicoletta Tomasone, riconosciuto dal Consiglio d’Europa. Significativa, inoltre, è la scelta di legarlo ai Comuni che si trovano lungo le vie dei Santuari Garganici (Apricena, San Marco in Lamis e San Giovanni Rotondo) per far sì che il binomio Cultura e Fede diventi volano di sviluppo, di promozione dei Territori e di Pace. Sindaci e Scuole hanno accolto con entusiasmo la proposta di ospitare il Premio, che da quest’anno viene portato in quelle Città che mostrano sensibilità alle tematiche su esposte e che potranno pertanto godere degli effetti promozionali dell’evento e di una forte visibilità.