giovedì 16 novembre 2017

ORTONA, UNA NUOVA STAGIONE E UNA NUOVA IDEA DI GESTIONE DEL TEATRO TOSTI

Si apre una nuova stagione del Teatro comunale della città di Ortona, non solo artistica ma anche gestionale che rappresenta una novità per i suoi contenuti artistici e organizzativi.
«Dopo 10 anni dalla sua riapertura - dichiara il sindaco Leo Castiglione - possiamo finalmente presentare alcune novità su questa struttura culturale che rappresenta uno dei fiori all’occhiello di questa città. Un patrimonio che in questi anni non è stato adeguatamente valorizzato e custodito anzi per assecondare la voglia tutta politica di accontentare chiunque, è stato soggetto ad un eccessivo utilizzo e i lavori di manutenzione fatti prima della sua riapertura non sono ancora sufficienti. Siamo convinti che un teatro così bello e situato su una suggestiva terrazza sul mare dedicato al grande Francesco Paolo Tosti meriti qualcosa di più. Riteniamo che debba avere un respiro nazionale con un’offerta culturale diversificata ma sempre di qualità. Da qui la volontà di procedere ad un affidamento che prenda in carico non solo l’offerta teatrale ma l’intera struttura, una gestione che possa far crescere il teatro e di conseguenza la nostra città». In attesa del bando per l’affidamento pluriennale, per dare continuità alla programmazione del Teatro Tosti, l’amministrazione comunale ha proceduto ad un affidamento temporaneo. «In questo quadro – continua il Sindaco Castiglione - abbiamo ritenuto che la combinazione delle due proposte, quella della Compagnia dell’Alba per la gestione tecnica e quella dell’Orchestra I Giovani Accademici per la stagione teatrale, fosse il miglior modo per avviare questa nuova stagione, ricca di sorprese e cambiamenti». Il programma della stagione teatrale è caratterizzato dalla collaborazione di tutte le realtà del territorio impegnate nel campo teatrale e musicale sotto l’egida della Compagnia dell’Alba e dell’Orchestra I Giovani accademici (Oiga), per garantire allo spettatore una proposta di alta qualità. Dalla prosa, con la presenza di sette spettacoli a cui si aggiunge una rassegna di cinque spettacoli di Teatro contemporaneo organizzata dal Teatro del Krak, alla musica, dalla danza alla lirica, dal musical ad una serie di eventi speciali. Calcheranno le tavole del Tosti, tra gli altri, artisti del calibro di Anna Bonaiuto con Vanessa Gravina e Manuela Mandracchia, Alessandro Haber con Lucrezia Lante della Rovere, Sebastiano Somma con Sara Ricci, Edoardo Leo, Rosanna Casale e gli Oblivion. Sono previste tre formule di abbonamenti che premiano la fedeltà garantendo un margine di risparmio. Per la prosa abbonamenti da un massimo di 130 euro ad un minimo di 20 euro, per i concerti e il teatro contemporaneo dai 45 ai 20 euro. Diverse le opzioni di acquisto per il singolo biglietto per avvicinare sempre di più il pubblico al Teatro Tosti, con riduzioni under 12 e over 65. Un Teatro che sarà in questa stagione non solo un luogo di offerta artistica, ma una struttura in grado di creare economia e occupazione, come spiega il M° Gabriele de Guglielmo, direttore della Compagnia dell’Alba: «Da cinque anni a questa parte la nostra Compagnia forma professionalità e dà occupazione. Durante questa stagione impiegheremo una ventina di persone tra tecnici, amministrativi e addetti alla pulizia. Abbiamo provveduto al ripristino delle norme di sicurezza, con la stesura di un vademecum che ogni Compagnia e Associazione dovrà rispettare. Riconsegneremo alla città un Teatro sicuro con un palco pulito e in ordine, in cui sono stati recuperati e sanificati alcuni spazi. Altra novità sarà la biglietteria unica per tutti, che consentirà alla fine della stagione di determinare l’effettiva presenza numerica del pubblico e bilancio economico». «Un’offerta ricca e di qualità - ribadisce Paolo Angelucci direttore dell’OIGA -. L’Abruzzo è una terra ricca di talenti e noi abbiamo voluto valorizzare le nostre risorse. Sul palco saliranno quindi oltre ai grandi nomi del Teatro nazionale anche tanti artisti abruzzesi e ortonesi che garantiranno spettacoli di livello. Per la parte artistica mi sono avvalso della consulenza di Alessia de Guglielmo, Lorenza Sorino, Tommaso Bernabeo e Augusto Scognamiglio, con la supervisione artistica di Fabrizio Angelini, co-direttore della Compagnia dell’Alba insieme a de Guglielmo». «E’ un grande onore per me, ortonese “di adozione”, poter mettere la mia esperienza trentennale di Teatro al servizio di questo progetto - dice Angelini. - Abbiamo pensato ad un’offerta molto variegata e di alta qualità, con un elevato numero di eventi: un Teatro di tutti e per tutti, naturalmente con determinate regole. Affronto con passione ed entusiasmo questo importante impegno che inevitabilmente mi vedrà presente ad Ortona maggiormente rispetto al passato». Gli spettacoli inizieranno puntuali. Nel rispetto degli artisti e dello stesso pubblico, non sarà consentito l’ingresso a spettacolo iniziato, né portare in sala cibi o bevande. Il botteghino per la vendita degli abbonamenti aprirà alle 17.00 di sabato 18 novembre, e resterà aperto fino al 24 novembre tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00.Sarà possibile per la prima volta acquistare i singoli biglietti anche on line tramite il circuito Ciaoticket.