venerdì 3 novembre 2017

Fiction, intervista ad Alessia Quaratino: mi piacerebbe essere ricordata nella storia del cinema

L'attrice Alessia Quaratino, è in onda nella serie di Rai1, Sottocopertura 2 e sarà in Non Uccidere 2. Un momento scintillante per la giovane interprete italiana, dopo la sua significativa partecipazione al real drama di Rai 3, "Un Posto al Sole". Sogna di vincere l'Oscar come Sophia Loren ed entra nella storia del cinema, come i grandi di Hollywood. In futuro si vede moglie e madre. L'intervista

Che ruolo interpreti in Sotto copertura 2?
Sarò Cinzia, un impiegata di un centro commerciale, da tempo innamorata di Nicola che però è attratto da Agata. Per questo motivo Cinzia ed Agata diventano rivali.
Ti sei trovata bene sul set?
Assolutamente sì, erano tutti molto disponibili, premurosi e accoglienti. Una troupe molto organizzata.
Che ruolo interpreti in Non uccidere 2?
Nell'episodio 22esimo interpreterò Miriam, una ragazza che si presenta a casa del suo fidanzato (Francesco) per fargli una sorpresa, il quale si è trasferito al nord. Miriam da questa vacanza scoprirà qualcosa che non le piacerà.
Quando hai è deciso di fare l'attrice?
Da sempre. Ricordo che da piccola quando guardavo un film, subito dopo mi chiudevo in bagno e ripetevo la scena finale, quella del bacio e mia madre mi sgridava sempre perché le sporcavo tutto lo specchio di rossetto. Dall'età di quattordici anni ho intrapreso seriamente questa strada, quando un giorno la direttrice della struttura dove studiavo danza, attuale mia agente, Marianna de Martino, mi disse che avevo sbagliato corsi: non dovevo frequentare quelli di danza ma di cinema e teatro, perché vedeva in me una predisposizione naturale per la recitazione. Con la mia prima esperienza da protagonista di un corto, capii che era quella la mia strada.
I tuoi genitori ti hanno sempre supportata?
Mia madre un po' in più, le donne sono sempre più comprensive. Sicuramente i genitori per i propri figli vogliono il meglio. L'attore è un mestiere straordinario ma senza sicurezze e garanzie.
Hai modelli o idoli a cui ti aspiri come interprete?
Seguo particolarmente il cinema americano e italiano. Amo i trasformisti e un'attrice che reputo molto brava è Charlize Theron, oltre a lei Nicole Kidman, Sandra Bullock. Come interpreti del cinema italiano reputo interessanti Jasmine Trinca, Micaela Ramazzotti e Kasia Smutniak.
Con quale regista ti piacerebbe lavorare?
Mi piacerebbe lavorare con Sorrentino, Ozpetek, Tornatore, Virzì e Castellitto.
Come trascorri il tuo tempo libero?
Faccio cose semplici. Sono una sportiva, mi piace leggere e andare al mare d'inverno, per passeggiare lungo la riva, meditando.
Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Con i sogni soprattutto bisogna osare e quindi vorrei vincere un Oscar, come la Loren, ma anche un David, un Globo d'oro. Ma principalmente mi piacerebbe essere ricordata nella storia del cinema come i grandi di Hollywood.
Come ti vedi tra 10 anni?
Non amo guardare al futuro, vivo molto nel presente, ma se dovessi proiettarmi, mi vedo sul set mentre ripasso la scena davanti allo specchio. Inoltre mamma di due bellissimi bambini e moglie.