martedì 31 ottobre 2017

TEATRO LO SPAZIO, DALL'1 AL 5 NOVEMBRE "La Perdita" regia di Diana Ripani

Alluvioni, terremoti, attentati, attacchi terroristici. Morte, panico, distruzione, paura, confusione. In questi casi si dichiara lo stato di emergenza, adottando misure straordinarie che limitano alcune libertà fondamentali. E se questa divenisse una condizione permanente?

Lo spettacolo vuole affrontare le tematiche dell’abuso di potere, della privazione delle libertà personali e del modo in cui gli uomini e le donne reagiscono a tale limitazioni. La storia di una donna costretta dal figlio a vivere in uno spazio angusto e sempre più stretto in seguito ad un’alluvione, diventa metafora di un popolo oppresso da un potere che, approfittando dello stato di crisi, impone misure di “sicurezza” sempre più restrittive, utili soltanto a ingabbiare a manipolare più facilmente i propri cittadini. E il dramma si fa viscerale quando a limitare e ad imporre regole restrittive è il sangue del proprio sangue, il figlio che si è partorito con sacrificio. Un dramma soggettivo e personale che si fa carico di un dolore più ampio e sociale. Nello spettacolo sono presenti passi del Re Lear rappresentativi del rapporto genitori-figli quando si ha a che fare con il potere.
Al TEATRO LO SPAZIO DALL'1 AL 5 NOVEMBRE
Dal mercoledì al sabato ore 20.30 domenica ore 17.00
La Perdita regia di Diana Ripani
Con Federica Carruba Toscano e Consuelo Giangregorio
Per informazioni e prenotazioni 06 77076486 - 0677204149 info@teatrolospazio.it
Parcheggio antistante il teatro. A 100 metri metro A e metro C. 
Via Locri, 42/44 - 00183 Roma