martedì 10 ottobre 2017

Palazzo Fava di Bologna, dal 19 ottobre Il Muralismo Messicano e la "mostra sospesa"

Nell’elegante cornice di Palazzo Fava a Bologna, dal 19 ottobre in exibition la famosa “Exposicion Pendiente” che non fu mai esposta a suo tempo a causa del colpo di stato di Pinochet. Si sarebbe dovuta inaugurare in Cile nel 1973. Ora dopo oltre 40 anni, è stata nuovamente riproposta quella stessa mostra, definita a suo tempo “sospesa” in quanto i quadri degli artisti furono rispediti nei musei messicani di provenienza.

A Palazzo Fava si potrà finalmente assaporare il fascino unico che questa collezione, dall'alto valore artistico e sociale, offre essendo oltretutto considerata patrimonio nazionale messicano. In mostra ci sono settanta opere dei tre artisti messicani più famosi del movimento muralista: José Clemente Orozco, David Alfaro Siqueiros e Diego Rivera, conosciuto anche per essere stato il marito di Frida Kahlo. La mostra porta così alla luce una delle avanguardie espressive più rilevanti che, come movimento, influenzò artisti dell'Europa, dell'America e finanche del Giappone.
La “mostra sospesa” organizzata e prodotta da Fondazione Carisbo e Genus Bononiae-Musei nella Città, unitamente al Museo Carrillo Gil e alla società italiana Glocal Project Consulting, sarà visitabile fino al 18 febbraio 2018.
Ester Campese

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.