domenica 8 ottobre 2017

Libri, da leggere assolutamente "Accabadora" di Michela Murgia. La recensione di Fattitaliani

Michela Murgia, "Accabadora", Einaudi Ed., Torino, 2011. Recensione di Andrea Giostra
Da leggere assolutamente. Bravissima Michela Murgia. Scrivere con classe di un tema così importante e delicato come l'eutanasia non è affatto facile. Murgia, con grande eleganza letteraria, è riuscita a ridare la giusta connotazione sociale e culturale ad un "dibattito" di cui si sono appropriati inopportunamente e prepotentemente la politica e la religione più ortodossa.
Il valore della vita è un valore assoluto, e su questo non c'è alcun dubbio sia per coloro che credono ed hanno fede in Dio, sia per i laici non-credenti che si contraddistinguono per i sani principi etici e morali delle culture più antiche.
Il dolore e la sofferenza, l'irreversibile e straziante perdita delle funzioni intellettive e cognitive, rimangono sempre un fardello familiare, e accade sempre che né la politica né la religione riescano a "partecipare" e ad alleviare un dramma umano che apre violentemente la porta a soluzioni che solo chi ergendosi a supremo detentore dell'etica e della morale divina e terrena insieme, non riesce a concepire come possibile e doloroso gesto liberatorio di un'anima imprigionata e di una speranza familiare negata.
Non si può aggiungere altro su questo tema e sul romanzo che certamente è da leggere perché tratta di questioni sempre contemporanee e attuali.

Link:

ANDREA GIOSTRA