giovedì 26 ottobre 2017

Enologia, DOC ETNA E VITICOLTURA EROICA CON CANTINE DI NESSUNO


"L'Etna è, per l'enologia,  l'unico grande territorio, l'unica grande novità a livello mondiale!" È con questa importante affermazione che Federico Latteri, giornalista esperto di Cronache di Gusto, ha aperto al Taormina Gourmet 2017 (Giardini Naxos) la masterclass del 23 ottobre sui "Vini imperdibili dell'Etna. Presentazione con degustazione della Guida ai Vini dell'Etna, edita da Cronache di Gusto".
Un vera e propria narrazione dei vini e del Vulcano attraverso un percorso differenziato per versanti -  Nord, Est, Sud-Est e Sud-Ovest - e per contrade, giacché ogni micro-area riserva specificità di un territorio dalle potenzialità ancora inesplorate.

Incluso nella rosa dei 18 migliori vini dell'Etna (su 76 cantine selezionate e quasi 300 vini assaggiati) anche NUDDU, DOC Etna rosso OCR 2011 di CANTINE DI NESSUNO, il cui vigneto si estende a circa 908 mslm. di altezza sul versante Sud-Est dell'Etna, su Monte Ilice, un cono vulcanico inattivo compreso nel territorio dei comuni di Trecastagni, Viagrande e Zafferana Etnea (CT). Luogo tra i più belli del parco dell'Etna, dal microclima particolarissimo, unico per l’elevato gradiente termico giorno-notte e per il terreno vulcanico sabbioso, particolarmente drenante e ricchissimo di minerali a reazione subacida.

Un "vino sorpresa - ha detto Federico Latteri NUDDU - dalle note sia di montagna sia mediterranee, dolci e di tabacco. Un vino talmente buono da volerne sapere tutto".
Un apprezzamento molto lusinghiero per il prodotto, in linea con la rapida affermazione e i riconoscimenti sempre più prestigiosi che l'azienda raccoglie dalla sua recente fondazione.

L’imbottigliamento di un Etna Rosso DOC delle vecchie annate ereditate (2011 - 2012 - 2013) rappresenta un’impostazione più classica nel rispetto di chi le ha prodotte (OCR - Old Collection Reserve). NUDDU è, tuttavia, "solo" l’etichetta-scommessa, simbolo dell’evoluzione di un metodo cui CANTINE DI NESSUNO ha voluto assegnare un percorso ardito.

A partire dalla Vendemmia 2016, affiancata da Nicola Centonze, affermato e stimato enologo che risponde all’innovazione ricercata, l'azienda lavora alla realizzazione di vini di maggiore eleganza, senza stravolgere la loro natura, in una visione stilistica più attuale. Accanto a NUDDU (Etna Rosso DOC), così anche  NEROSA, un rosato derivato dagli stessi vitigni, NENTI, Etna bianco da uve di caricante e catarratto, e APUM, Etna DOC Spumante Brut Metodo classico da nerello mascalese vinificato in bianco.  

CANTINE DI NESSUNO, altresì parte di un progetto di più ampio respiro che lega il mondo del vino a quello del food e dell’ospitalità, è stata recentemente selezionata anche dalla guida del TCI ViniBuoni d'Italia 2018 per ETNA DOC ROSATO NEROSA 2016 (3 STELLE), ETNA DOC ROSSO NUDDU 2011 (3 STELLE), ETNA DOC ROSSO NUDDU 2012 (3 STELLE).VALUTAZIONE MASSIMA 4 STELLE. 

Il 19 e il 20 novembre p.v., l'azienda si pregerà di partecipare a Vini da Terre Estreme, a Villa Braida - Mogliano, punto di incontro privilegiato per professionisti ed appassionati attorno alla migliore produzione di oltre 60 cantine e 240 etichette.