sabato 21 ottobre 2017

Ariele Vincenti in “Da Roma… A Roma”. Viaggio in versi e musica nella città eterna. L'intervista di Fattitaliani

22 ottobre, ore 18 e 21 al Barnum Seminteatro “Da Roma… A Roma” Viaggio in versi e musica nella città eterna. Con Emilio Stella, voce e chitarra e Ariele Vincenti, voce recitante.

Da Roma… A Roma è un viaggio o cosa? È un viaggio che facciamo insieme ad Emilio Stella, un giovane cantautore molto bravo che con le sue canzoni racconta il suo mondo, la Roma di oggi.  Io invece recito sonetti e componimenti letterari di antichi autori romaneschi e anche qualche poeta contemporaneo. Abbiamo fatto una ricerca approfondita su quello che ci sembrava più giusto ed in qualche modo durante le canzoni di Emilio entro con una strofa o con una poesia che racconta con un diverso linguaggio ciò che Emilio dice con la musica. 

Tra i vari poeti di cui parli qual è quello che ti ha più colpito? Sono molto amante del Belli, un grande Poeta vissuto nell’800. Abbiamo anche Poeti meno famosi come Elio Fefè di cui leggerò un componimento sulla “Merca” che era una festa che si faceva in campagna quando si marcavano a fuoco i tori e le mucche. Era una festa di Paese che diventava una sorta di Rodeo, in cui i ricconi stavano lì intorno a guardare, invece questi ragazzi che erano meno abbienti con i forconi arroventati andavano a scontrarsi contro i tori. Ci saranno anche Trilussa, Pascarella. E’ un viaggio abbastanza ricercato. E’ un’esperienza che abbiamo fatto con Emilio Stella e adesso lo riproponiamo. Ci spinge più la passione che altro. 
Com’è nato l’incontro tra Teatro e Musica Acustica e come va avanti? È nato perché a me ed Emilio ci piace molto questo lavoro, nelle canzoni che Emilio fa è molto teatrale. Dalla nostra amicizia è nata la voglia di fare una cosa insieme. Avevo questa idea, gliel’ ho proposta e lui ha detto subito sì. Abbiamo fatto un bel po’ di incontri per trovare le soluzioni migliori.
C’è già stata qualche tappa? Abbiamo fatto solo una data a Castel Gandolfo e adesso facciamo questa a Roma, non sappiamo neanche se avrà seguito.


Elisabetta Ruffolo