martedì 26 settembre 2017

Videomnia, intervista al Dott. Angelo De Arcangelis, Art Director

Videomnia nasce da un Laboratorio Cine-Teatrale che ha prodotto molti lavori e spettacoli a cavallo tra gli anni ’70 ed ’80, anche di rilievo internazionale. Il fondatore ha lavorato per la RAI e per SKY per circa 15 anni producendo rubriche, servizi e testate giornalistiche.
Una lunghissima esperienza in campo sportivo con riprese in tutto il mondo per la Roma calcio e per Totti. Docufiction, Pubblicità, Eventi, Moda, Videoclip musicali e molto altro. Sempre innovativa ha utilizzato le proprie telecamere per la pubblicità di Fiorello per l’HD di Sky. Ingresso recente nel mondo del cinema, tradotto in collaborazioni con giovani registi emergenti. Ha provato a lanciare un Cinecontest, rinviato per motivi non dipendenti da Videomnia.  A fine novembre farà una coproduzione per un Corto con Sara Colonnelli e Francesca Conte, un thriller di sicuro successo dal titolo KLUNNI THE CLOWN. Videomnia sarà partner della quinta edizione del Roma Web Fest che si svolgerà a Roma dal 24 al 26 Novembre.  Il Roma Web Fest, sarà un’altra tappa in una lunga storia sempre in evoluzione. Il premio messo in palio sarà un ulteriore impegno in quest’ottica di crescita culturale ed artistica. Abbiamo intervistato il Dott. Angelo De Arcangelis, Art Director di Videomnia.

Il Roma Web Fest è il primo evento italiano dedicato alle web serie e ai prodotti indipendenti nati sul web. Cosa vi ha spinto a supportare la quinta edizione e in che modo crede che la vostra azienda possa integrarsi con il festival?
A Videomnia siamo sempre stati impegnati nel mondo multimediale, in particolare televisivo. Recentemente abbiamo aperto una sezione dedicata al Cinema e iniziato a produrre cortometraggi. Un grande investimento nell’acquisto di telecamere e ottiche cinematografiche, ci ha permesso di supportare questo importante passaggio. Le web serie sono caratterizzate spesso da buone idee e capacità artistiche notevoli, ma anche da limiti evidenti in campo di produzione e postproduzione. Riteniamo che il nostro supporto tecnico possa permettere un reale salto di qualità.

Nuovi autori e produzioni indipendenti sono i protagonisti delle tre giornate del festival. Qual è il rapporto che la vostra attività ha con i giovani intesi sia come risorsa a cui attingere per nuove idee, sia come “nativi digitali” e quindi detentori quasi per nascita di un linguaggio contemporaneo a cui le altre generazioni sono state costrette ad adattarsi?
Abbiamo sempre avuto un rapporto speciale con i giovani, riconoscendone le indiscusse potenzialità nel campo artistico-digitale. Abbiamo assunto ragazzi nell’azienda e aderito a tutte le richieste di stage e tirocini anche in ambito Europeo. Di recente abbiamo promosso un Cinecontest rivolto a registi e attori emergenti. Inoltre, offriamo pacchetti super scontati per la realizzazione d’idee in campo cinematografico.


Com’è cambiata la post-produzione nell’era del web 2.0 e degli smartmovies?
L’era web 2.0 ha stravolto tutti gli schemi a cui le aziende del settore multimediale erano abituate. L’avvento dell’Hd ha visto noi di Videomnia anticipare tutti i competitor, come dimostrato dalla realizzazione con proprie telecamere della pubblicità di Fiorello per Sky, sull’alta definizione. Il 4K ha coinciso con la necessità di aprire un nuovo canale cinema a fianco di quello televisivo. Gli smartmovies hanno bruciato molti videomaker, ancorati alla tradizione di riprese stile Rai. Attualmente stiamo cercando di ritagliarci un mercato di qualità, tenendo presenti gli stimoli di un settore in continua trasformazione.
Nel contesto di prodotti audiovisivi a basso costo e con grandi elaborazioni grafiche e legate ad “effetti speciali”, in che modo trova spazio per inserirsi il settore della produzione e post-produzione? E Qual è il punto di forza della vostra azienda?       

La tecnologia va utilizzata in tutte le sue potenzialità. Il mercato è cambiato e non tenerne conto è fuorviante, perché fa perdere competitività. A Videomnia puntiamo sui giovani, facendo perno sulla professionalità e la competenza acquisite in 30 anni d’esperienza nel settore multimediale. Offrire mezzi importanti a ragazzi talentuosi, ricchi d’idee, ma con poche possibilità, è l’intuizione del responsabile di questa piccola cooperativa che ha già raggiunto traguardi notevoli in più settori della Comunicazione.

www.videomnia.it

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.