giovedì 28 settembre 2017

Giardini D’Avalos di Vasto, “Uno spot per l’Abruzzo” con Cinzia Leone e Gabriele Cirilli

Giovedì 28 settembre alle ore 18.30, nella meravigliosa cornice dei Giardini D’Avalos di Vasto,  verrà presentata l’iniziativa sociale “Uno spot per l’Abruzzo”, nata da un’idea dal regista Walter Nanni e diventata un esempio virtuoso di sinergia tra operatori dello spettacolo nel rilancio dell’immagine turistica della nostra regione.
L’Iniziativa infatti, partita da una call to action di Nanni, ha visto la cooperazione di autori, attori, filmmaker, addetti del mondo del cinema e della televisione, che hanno messo a disposizione il proprio impegno per raccontare all’Italia e al mondo la straordinaria bellezza dell’Abruzzo. Ed è proprio la capacità di coadiuvare queste forze che ha reso Uno Spot per l’Abruzzo un’iniziativa unica che ha conquistato l’attenzione di personalità di spicco del mondo dello spettacolo, dell’imprenditoria e della politica locale, tanto da ospitare lo staff di Uno Spot per l’Abruzzo nella serata vastese per raccontare l’esperienza di chi da zero sta creando un vero e proprio caso mediatico, con pubblicazioni nazionali ed internazionali.

Fiore all’occhiello della serata la proiezione in anteprima nazionale di Mamma che Silenzio,il nuovo spot del Progetto che vanta la regia di Pierluigi Di Lallo e la partecipazione di due artisti straordinari, che da subito si sono rivelati entusiasti sostenitori dell’iniziativa: Cinzia Leone e Gabriele Cirilli. Il microfilm è siglato anche dall’eccezionale voce di Roberto Pedicini, doppiatore di grandi star hollywoodiane come Kavin Spacey, Jim Carrey, Val Kilmer e tanti altri di eguale spessore.

A Seguire in programma al D’Avalos di Vasto, il talk sulle economie che vede protagonistiimprenditori che rappresentano l’Abruzzo nel mondo e con i rappresentanti delle associazioni di categoria: una testimonianza diretta sulla storia, sui sogni, sulle difficoltà e sulle potenzialità  dell’economia abruzzese.

Nel corso dell’evento verrà consegnata la “Sirenetta d’Argento” a 10 abruzzesi che si sono distinti nel campo della cultura, delle arti, del turismo, del lavoro e del sociale. L’opera “La Sirenetta d’Argento” s’ispira alla statua della bagnante che domina il litorale di Vasto.