domenica 24 settembre 2017

E… non sei mai stato al Teatro Roma? Che aspetti? presentata la stagione 2017-18

E… non sei mai stato al Teatro Roma? Che aspetti? E’ il claim che accompagnerà la Stagione Teatrale 2017/2018 del Teatro in Via Umbertide 3. 
Tante nuove produzioni, molte prime nazionali ed allestimenti  di lunga durata che è una novità per la città di Roma. E’ prevista una programmazione spettacoli per cinque o sei settimane. Così i romani avranno tempo per andare a Teatro e per far girare al meglio, il passaparola.
Doppia la direzione artistica con Gianluca Ramazzotti e Pietro Longhi. 
In scena artisti e commedie internazionali come Baffie, Camoletti, Lawrence Mark White e Bill Manhoff ed artisti italiani come Gianni Clementi,  Stefano Reali e Pino Quartullo. 
La stagione si apre il  26 settembre conBonobo” di Laurent Baffie in Prima Nazionale, versione italiana e Regia di Virginia Acqua. Protagonisti: Fabio Ferrari, Gianluca Ramazzotti, Giorgio Borghetti, Milena Miconi, Jun Ichicawa, Stefania Papirio.Lo spettacolo resterà in scena fino al 19 novembre.
E’ la storia di tre amici, uno sordo, uno muto ed uno cieco, alle prese con la vita di tutti i giorni. Se entriamo nel loro mondo ci renderemo conto di quanto sia bello vivere una disabilità in maniera normale.  C’è molta ironia ed è a volte anche molto graffiante. 
Dal 5 dicembre fino al 7 gennaio, in Prima nazionale “Boeing Boeing” di Marc Camoletti. Regia di Matthew Warchus  e Mark Schneider. Con Giorgio Lupano e Gianluca Ramazzotti. Ambientata negli anni 60, ha gli allestimenti originali. E’ un divertimento continuo, non è semplice per un uomo avere tre relazioni contemporaneamente. Il tradimento è una tematica universale.
E’ una commedia che farà molto parlare di sé.
Dal 9 gennaio all’11 febbraio, Antonio Catania, Maurizio Mattioli, Nicolas Vaporidis e la partecipazione di Gabriela Silvestri in “Operazione in barca a vela contromano”, scritto e diretto da Stefano Reali che ha conservato non solo l’anima portante dello spettacolo ma ha riacchiappato le idee dei vari registi che lo hanno rappresentato all’estero. Nasce come “passo a tre” ed è diventata una commedia con altri tre personaggi. Mattioli ha fatto tutte le rappresentazioni.
Dal 13 febbraio al 28 marzo, Giulia Penna e Luca Valenti in “Romeo l’ultras e Giulietta l’irriducibile”, scritto e diretto da Gianni Clementi. Ennesima riscrittura del capolavoro di Shakespeare. E’ una storia d’amore, scritta in quartine con un linguaggio molto popolare perché è ambientato in una borgata romana. Quattordici persone in scena. Tema centrale per lo svolgimento della vicenda è la rivalità, intesa in senso calcistico, tra tifosi della Lazio e tifosi della Roma ma potrebbe svolgersi ovunque. Clementi ha esasperato la situazione, scegliendo la strada del calcio perché gli permetteva un’ironia marcata. La violenza che si vive   nel mondo del calcio, in molti ha fatto perdere i riferimenti politici. Si va allo stadio per vedere la partita ma spesso si sfocia in connotazioni violente come Razzismo ed altro.

Elisabetta Ruffolo




Per ulteriori informazioni rivolgersi a: info@ilteatroroma.it

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.