venerdì 22 settembre 2017

Cinema, Ferrante fever: dal 2 al 4 ottobre il nuovo documentario sull'autrice de "L'amica geniale" letta da Anna Bonaiuto

Dal 2 al 4 ottobre, nei cinema, Ferrante fever, il nuovo documentario dedicato alla mitica scrittrice della saga de L'amica geniale, letta in audiolibro da Anna Bonaiuto

Elena Ferrante non avrà un volto, ma di sicuro ha una voce. Quella di Anna Bonaiuto che ne ha letto tutta la tetralogia in un audiolibro, da L'amica geniale fino a Storia della bambina perduta. Oltre cinquanta ore di lettura in cui quell'universo ferrantiano che ha fatto impazzire il mondo, ci viene restituito in tutta la sua intimità dalla voce di Anna: calda e potente. 

Oggi l'attrice legge anche La Frantumaglia - una raccolta di lettere sempre pubblicata da E/O, in cui la scrittrice tenta di spiegare la scelta di non svelare la sua identità -, in un documentario di Giacomo Durzi in uscita nelle sale il 2, 3 e 4 ottobre. Da Napoli a New York, Ferrante fever racconta l'amore febbrile per una scrittrice che in America ha venduto circa due milioni di copie.

E se gli americani - da Franzen alla Strout a Hillary Clinton - "muoiono" per lei, la scrittrice fantasma che tutti vorrebbero incontrare per carpirne il genio, in Italia, la bravissima Anna Bonaiuto ha compiuto il miracolo di colmare quel vuoto attraente della sua assenza, portandola - con la sua voce - ancora più vicina a noi. E ci sembra di essere finalmente amici, anche noi, di Lila e Lenù. 

Un caso editoriale anche in audiolibro. Elena Ferrante e Anna Bonaiuto insieme sono una forza che ha moltiplicato i lettori in ascoltatori, abbattendo una certa diffidenza verso l'audiolibro ormai decisamente fuori tempo massimo. Gli audiolibri della tetralogia, tutti pubblicati da Emons, dal 2015 a oggi, sono i più venduti e i più amati. 

“Rimasi folgorata già dal primo libro, L’amica geniale. Era come se fosse una sceneggiatura, una lettura capace di restituire quel piacere che sanno dare i grandi romanzi dell’Ottocento. Ho provato a rendere a parole il senso, la temperatura, la complessità dei suoi testi e come lettrice sono stata entusiasta. Della Ferrante adoro soprattutto l’etica che applica alla vita, perché in una società in cui tutti vogliono dire la loro, essere visti e ascoltati, il suo anonimato mi sembra talmente speciale che ha tutta la mia ammirazione.”
Anna Bonaiuto

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.