mercoledì 6 settembre 2017

"BAD NEWS" COMMUOVE CRITICA E PUBBLICO AL FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA

Grandi consensi alla 74ª edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica per il cortometraggio "Bad News".
Tanti gli applausi, nella gremita Sala Tropicana (Italian Pavillon) dell'Hotel Excelsior, per il nuovo progetto diretto dal regista Matteo Petrelli e interpretato da Daniel Bondì. A introdurre impeccabilmente la proiezione del cortometraggio, il conduttore televisivo e radiofonico Claudio Guerrini, che ha saputo coordinare al meglio i vari interventi del cast. A commuovere critica e pubblico è la storia di Daniel, un trentenne imprenditore che nel corso degli ultimi due anni ha inventato un lavoro insolito ma di forte impatto: la gente lo paga per far credere a qualcun altro di essere malato e con pochi mesi di vita. Persone in difficoltà, bloccate, che non riescono più a vivere veramente e che vengono così convinte a spendere al massimo il poco tempo rimasto e, senza accorgersene, a innamorarsi nuovamente della vita. "Il concetto fondamentale su cui far ruotare la storia era il valore del tempo, quando ti rendi conto con il senno di poi di non aver fatto abbastanza" ha dichiarato il regista Petrelli nel corso della conferenza stampa. Presente in sala anche il protagonista Daniel Bondì che ha raccontato: "Ho interpretato un tipo di lavoro atipico, delicato, che viene commissionato di volta in volta, aiutando le persone a riprendere in mano la propria vita. E così quello che sembrava la fine, in realtà, non è altro che un nuovo inizio". Presenti all'incontro, inoltre, gli attori Pino Calabrese e Fabio Aquilone, oltre ai produttori Paolo Bernardini e Diego Panadisi e Giuseppe Mercadante. Gran finale, in serata, all'insegna di un affollato dinner-party presso la Terrazza Biennale, caratterizzato da esclusivi piatti e vini pregiati, a cura dello chef Tino Vettorello

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.