mercoledì 5 luglio 2017

L’Artista che non c’era, 14.ma edizione: vince Gianluca Secco

Si è chiusa con la vittoria di GIANLUCA SECCO la 14ª edizione de L’Artista che non c’era, premio musicale organizzato da L’Isola che non c’era, realtà editoriale che da più di vent’anni si occupa esclusivamente di musica italiana.

A disputare la finale, che si è tenuta venerdì 30 giugno nell’Auditorium del CPM di Milano, altri nove finalisti:
Alfina Scorza (Salerno), Carlo Valente (Roma), Chameleon’s Garden (Torino), Giacomo Lariccia (Bruxelles), Giolie (Milano), Marlò (Milano), Piccola Orchestra Karasciò (Bergamo), Roberta Giallo (Bologna) e Salvario (Torino). Dieci artisti e dieci modi di interpretare la musica italiana, con performance che hanno saputo farsi apprezzare da una giuria ampia e qualificata, formata da produttori, giornalisti, musicisti, gestori di locali, editori, distributori, agenzie di booking e management, fonici e ingegneri del suono, uffici stampa, organizzatori di festival, arrangiatori e artisti. Quasi una quarantina di operatori in rappresentanza della filiera del settore musicale.
Gianluca Secco (nato in Friuli ma da anni ormai di casa a Roma) ha stupito - e convinto - per quel suo modo unico di utilizzare la voce, grazie anche ad una loop station utilizzata in maniera magistrale che ne enfatizza ogni più singola sfumatura. Sul palco Secco usa solo uno strumento, la sua voce, ma la magia che riesce a creare crea un’atmosfera difficile da spiegare se non lo si vede dal vivo.
L’Artista che non c’era è uno dei più longevi concorsi in Italia, e da un paio d’anni ha aperto anche una sezione “strumentale” dedicata solo ai compositori di musica. I due vincitori di questa 14ª edizione sono Luca Falomi (Genova) e Reno Brandoni (Bologna). I loro brani andranno ad arricchire l’Audioteca Nazionale del progetto CO2-Musica nelle Carceri, un’iniziativa volta a dare sollievo alla popolazione carceraria e che vede in prima fila il CPM di Franco Mussida in collaborazione con L’Università di Pavia, la Siae e Il Ministero degli Interni.
La prossima edizione, la 15ª, si aprirà il prossimo febbraio con la finale a giugno 2018 e vedrà alcune novità nel regolamento, mentre le caratteristiche fondamentali sono riconfermate, come l’ascolto e la selezione di tutti gli iscritti da parte della redazione de L’Isola e dei vari collaboratori sparsi per la penisola e una seconda fase di selezioni affidata ad una giuria esterna.
Per info: redazione@lisolachenoncera.it

www.lisolachenoncera.it
https://www.facebook.com/Artistachenoncera/