mercoledì 28 giugno 2017

Roma, dal 4 luglio al 6 agosto Marconi Teatro Festival. Tutti i colori dell'arte

Marconi Teatro Festival. Tutti i colori dell'arte. Recita così lo slogan del grande evento estivo che dal 4 luglio al 6 agosto regala a tutti una Grande Estate a Roma. 

Due palchi, uno interno e uno esterno, 34 serate, 60 spettacoli che vedranno in scena 180 artisti. Per un totale di 500 posti a sedere e 170 ore di interattenimento in uno dei pochi spazi romani che può vantare un grande parcheggio interno. È questo quello che ha realizzato Felice Della Corte, direttore del Teatro Marconi che, per questa nuova e importante avventura ha voluto accanto a sè Riccardo Barbèra e che, con l'aiuto di Ilaria Ceci e Davide Sacco, ha dato vita ad un cartellone di eventi che spaziano dal teatro, alla letteratura, dalla musica alla danza. 
Claudio Boccaccini, Paolo Triestino, Pino Insegno, Nicola Pistoia, Marco Simeoli, Francesca Nunzi, Giuseppe Manfrini, Marco Morandi, Antonio Grosso, Cinzia Tani, Marco Cavallaro, Riccardo Barbèra, sono solo alcuni dei nomi che calcheranno le tavole dei due palcoscenici allestiti per ben cinque settimane. 

Si parte il 4 luglio, dunque, con uno spettacolo che sempre cattura il cuore degli spettatori. In scena Claudio Boccaccini con La foto del Carabiniere, la storia del brigadiere Salvo D'Acquisto. Sul palco allestito all'esterno, il 5 luglio alle ore 21.00 è la volta di Tèchne Trio, un ensemble femminile (violino, violoncello e pianoforte) che dà vita ad un piccolo grande viaggio attraverso le note della Settima Arte. Alle 21.45 è in scena  I'mperfect  con le coreografie e la direzione artistica di Michela Mucci e le danzatrici Sara Bertoglio, Emanuele Grazini, Elena Paglialunga. Il 6 luglio Colpo di Scena. Mille Luci sul Varietà! Marco Simeoli firma la regia di questo omaggio ai grandi nomi del varietà da Ettore Petrolini a Raimondo Vianello, da Dario Fo a Monica Vitti, passando per la grande musica di Gabriella Ferri e  Fred Buscaglione, e i balletti in pieno stile charleston, con qualche tocco di tip tap. La stessa sera sul palco esterno Il fantasma della garbatella scritto e diretto da Gabriele Mazzucco con Andrea Alesio, Chiara Fiorelli, Teo Guarini, Federica Orrù, Paola Raciti in scena con lo stesso spettacolo anche il 20 luglio.  
Spazio alla letteratura il 7 luglio alle ore 19.30 con la presentazione del primo romanzo di Danilo Montaldo, L'ultima melodia. La stessa sera alle 21.00 protagonista assoluta sarà la musica Gospel con Timothy Martin & The Amazing Grace Gospel Choir diretto da Timothy Martin. I due giorni successivi, l'8 e il 9 luglio alle 21.00 Vissi per Maria di Roberto D'Alessandro con Siddharta Prestinari nei panni della governante di Maria Callas intenta ad accogliere il pubblico tra thè e pasticcini prima che la Madame rientri.  Sempre l'8 luglio alle 21.45 Konfusions scritto e diretto da Alessio Rizzitiello. Una pièce in cinque quadri. Cinque situazioni paradossali che sdrammatizzano con il grottesco altrettanti momenti di vita quotidiana. 
Il 9 luglio Charlie Chaplin, storia di un uomo scritto e diretto da Luca Pizzurro. Il 10 luglio, alle ore 19.30 di nuovo spazio ai libri con la presentazione di  Anatomia del colpo di scena di Giuseppe Manfridi. Alle 21.45 GANGBANK – I nostri soldi sono diventati loro di e con Gianluigi Paragone diretto da Rinaldo Gaspari. L' attore  racconta con ritmo e suspence il grande inganno della finanza. Uno spettacolo dove le parole si intrecciano e si combinano con  slide e filmati.
Il 12 luglio è in scena Romeo era grasso e pelato  scritto e diretto da Davide Sacco con Piero Grant e Cristian Pagliucchi con la presenza/assenza di Riccardo Bàrbera incursioni di suoni e luci di Francesco Bàrbera. Un'ora di treno per mille racconti tra Roma e Napoli di e con Francesca Nunzi e Marco Simeoli è lo spettacolo in scena il 12 e 13 luglio. Alle ore 21.45 del 13 luglio sul palco interno è in scena Il Catamarano di Gabriele Mazzucco diretto da Gigi Palla. La sera successiva, il 14 luglio, doppio appuntamento: alle 21.00 sul palco esterno Le Marocchinate di Simone Cristicchi e Ariele Vincenti con Ariele Vincenti e le Musiche dal vivo di Marcello Corvino e la regia Nicola Pistoia. Mentre alle 21.45 Ah, commedianti! spettacolo e testo frutto del corso professionale del Cantiere Teatrale con Elisabetta De Vito e Margherita Campanaro e con Erica Lauro, Riccardo Parravicini, Ivano Conte, Francesco Chiliberti, Manuela Barocci, Chiara Katia Cicala Regia Elisabetta De Vito e Ciro Scalera. Quando un gruppo di attori può trasformarsi in una minaccia per le istituzioni.

Il 15 luglio, ore 21.00 Tante scuse amore mio! da un racconto di Rossella Filippetti con Elettra Zeppi, regia e drammaturgia di Gaetano Mosca. In scena c'è solo Rossella ma le vere protagoniste sono altre donne, le sue amiche, confidenti di realtà sentimentali che rasentano la farsa, che si alimentano di momenti rubati alle vite dei Lui consenzienti ma già sposati con altre donne. Mentre alle 21.45 e poi di nuovo il 1° agosto  Ladyvette – Le Dive Dello Swing con Teresa Federico, Valentina Ruggeri, Francesca Nerozzi, direzione artistica di Lillo Petrolo con la regia di Massimiliano Vado e la direzione musicale di Roberto Gori. Tutto inizia in un freddo appartamento della Torino di metà anni' 30. Tre giovani sorelle sono impegnate ad imparare il napoletano per entrare nelle grazie della musica melodica italiana e raggiungere finalmente la celebrità. Cosa bisogna fare per diventare il trio più famoso d'Italia?
Il 16 e il 17 luglio, spazio allo sport con ROMA – LIVERPOOL 1-1  il successo di Giuseppe Manfridi e Mister Meno 9 di Giorgio Serafini Prosperi e Giovanni Pepe con Alessio Di Clemente e la regia di  Giorgio Serafini Prosperi. 

Il 18 luglio, ore 19.30 le luci si accendono su una nuova presentazione di un libro: La voce delle donne, considerazioni al femminile riguardo alla violenza di genere, idea e fotografie di Sergio Battista, con la gentile partecipazione di Arianna Ninchi e Silvia Siravo. La stessa sera alle 21.00 ...Chi manca sei tu l'omaggio a Rino Gaetano scritto e diretto da Toni Fornari con Claudia Campagnola e Marco Morandi. Mentre alle 21.45  Tacchi misti  di Gloria Calderòn Kellett regia di Ferdinando Ceriani con Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Laura Mazzi, Silvia Siravo. Sedici paia di scarpe, quattro attrici, una divertentissima e irriverente galleria di donne che chiedono solo di essere ascoltate. Un'ampia carrellata di esperienze, ironiche, graffianti, audaci, raccontate, cantate e ballate in una sequenza rapidissima di ritratti.
Nei giorni successivi: 19 luglio, ore 21.00 Women In Rock quattro storie tra musica e parole di e con Ketty Roselli. La vita e la musica di quattro grandi interpreti: Tina Turner, Janis Joplin, Etta James, Amy Winehouse, attraverso canzoni, racconti, aneddoti e video. 
Alle 21.45  The senza limone di Ludovica Marineo con Luca Basile e Paolo Militerno con la regia di Siddharta Prestinari musiche originali di Paolo Gatti. La sera seguente alle ore 21.00 L'ipocrita dai racconti di Vincenzo Cerami libero adattamento teatrale di Antonio Grosso che lo vede in scena diretto da Giancarlo Fares con le musiche Nicola Piovani. L'attore si lascia travolgere dalla scrittura del più grande sceneggiatore del ‘900, Vincenzo Cerami. 

Venerdì 21 luglio di nuovo la musica è la protagonista assoluta della serata con Armonia di una metamorfosi, drammaturgia, regia e scenografia Anna Maria Achilli, musiche di Bach, Corelli e Haendel con Anna Maria Achilli – voce recitante, Sonia Maurer al mandolino barocco e mandoloncello, Achille Taddeo alla  viola. Alle  ore 21.45 Il violino relativo di e con Riccardo Bàrbera, regia di Paolo Pasquini musiche eseguite dal vivo da Andrea Calvani al  pianoforte e Giulio Menichelli al violino  e con la partecipazione straordinaria in video di Massimo Popolizio. L'affascinante storia di un ipotetico incontro tra il giovane Albert Einstein e un anziano liutaio nei boschi delle Alpi che lo sfida a “razionalizzare” e a scoprire il mistero dei violini di Stradivari per analizzare il rapporto tra scienza e natura.
Il 22 luglio, ore 21.00 Letizia va alla guerra. La sposa e la puttana di Agnese Fallongo con Agnese Fallongo e Tiziano Caputo, ideazione e Regia Adriano Evangelisti. Due guerre mondiali, due grandi donne: uno stesso nome, un unico destino. Due donne del popolo, travolte entrambe dalla guerra nel loro quotidiano, si ritroveranno a sconvolgere le proprie vite e a compiere, in nome dell’amore, piccoli grandi atti di coraggio. Un ritmo incalzante in cui spesso una lacrima lascia il posto al sorriso. Alle 21.45 torna il successo di Gianni Clementi Eppur mi son scordato di me  con Paolo Triestino. La storia di Antonio incontra la storia e la musica di Lucio Battisti. A quasi sessant'anni ci propone la colonna sonora della sua vita, appassionata, stupita ed amabilmente contraddittoria. Come ha fatto a scordarsi di sé? E se ci “ritorniamo in mente”, cosa vorremmo essere ancora e cosa non vorremmo più, di quello che siamo diventati? 

Il 24 luglio, ore 21.45,  Lorenzo De Liberato dirige Donne al Parlamento di Aristofane, traduzione e adattamento di Lorenzo e Valeria De Liberato con Francesca Bellucci, Luisa Belviso, Ludovica Di Donato, Alessio Esposito, Lorenzo Garufo, Tiziano Floreani, Irene Vannelli. Un gruppo di donne travestite da uomini, con a capo Prassagora, decide di infiltrarsi in assemblea per far approvare un decreto che trasferirebbe alle donne il potere della città di Atene creando situazioni assurde e paradossali. Il 25 e 26 luglio, ore 21.00 Un amore da favola, ma una vita di merda di Piero Di Blasio e Alessandro Tirocchi con Valeria Monetti e Alessandro Tirocchi Regia Piero Di Blasio Famiglia, lavoro, amicizia, tempo libero: tutto fa i conti con l'assenza di stabilità e solidità. Una sola sicurezza resta: l'amore! Sì, ma quanto ci costa?

Il 26 luglio, ore 21.45 Roma Napoli A/R  con Edoardo Siravo e Gino Auriuso. Dall'unione tra avanspettacolo e varietà nasce uno spettacolo unico e coinvolgente. Il repertorio di Petrolini, Viviani, Fabrizi, Taranto, Trilussa, De Filippo, Belli, Di Giacomo si fonde in un incontro teatrale energico dando vita a una dirompente comicità. Il 27 luglio, ore 19.30 si terrà la presentazione del libro Il capolavoro di Cinzia Tani.  Alle ore 21.00 torna Riccardo Barbèra con Il dono di Liszt in scena con l'autore anche Felice Della Corte e Andrea Calvani al pianoforte. Prima esecuzione in forma di reading di una novità assoluta. Il più grande pianista del XIX secolo in visita in Italia, tra mille difficoltà porta in scena il concerto perfetto che, per la prima volta nella storia, unisce musica, la Divina Commedia e la sorprendente proiezione di immagini. Ultimo spettacolo dell'intensa giornata è Fiori d'arancio scritto e diretto da Sara Valerio con Sara Valerio ed Ezio Passacantilli.

Il 28 luglio, ore 21.00 Wolfgang Amadeus Mozart - La Vita, La Musica, Gli Aneddoti, a cura di Carlo Picchiotti. Un incontro musicale che percorre gli episodi più significativi della vita del grande Amadè, propone e commenta l'ascolto di alcuni suoi brani celebri, e racconta con ironia e brillantezza gli aneddoti più divertenti e sorprendenti sull'autore salisburghese. Alle ore 21.45 Noi Romane (NOANTRE) da un'idea di Simona Patitucci testi, liriche e regia di Toni Fornari con Simona Patitucci e Valentina Martino Ghiglia e con Alberta Cipriani, Ilaria Nestovito, Noemi Sferlazza. Un omaggio a Roma, attraverso il sorridente tributo alle piccole e grandi protagoniste della storia della città Eterna dalla sua fondazione ai giorni nostri. La sera successiva 29 luglio, ore 21.00 I Volti di Faus Liberamente ispirato alle opere di Spies, Marlowe e Goethe. Drammaturgia, testo e regia Emilio Genazzini con  Massimo Grippa e Francesca Tranfo. Altri interpreti sono David Capoccetti, Marta Conte, Danila Fruci, Valentina Greco, Alessia Luongo, Giuseppe Menzo, Giuseppe Navarra, Matteo Paino. Gli ulitmi due giorni di luglio vedono in scena Anfitriione Commedia Musicale di Marco Cavallaro da Plauto con Andrea Spina e Marco Cavallaro e con Martina Cenere, Selene Demaria, Virginia Lattanzi, Maria Sessa e Daniele Derogatis.

Il 1° agosto, alle ore 19.00 grande attesa per la presentazione del libro del Maestro Peppe Vessicchio, La Musica fa crescere i pomodori. Alle ore 21.00 sale sul palco Daniele Coscarella con  Interno Notte  con la partecipazione in musica di Adriano Russo E se la notte fosse il nostro giorno? Si chiama Insonnia! La città dorme, rimangono accese solo le luci delle strade a vegliare su una notte appena iniziata…  Un monologo tragicomico sull’insonnia e gli stati d’ansia notturni.
Il 3 agosto, ore 21.45, Cinemilonga di Fernando Pannullo da un'idea di Fatima Scialdonecon Fatima Scialdone e Luciano Donda,  Tango tra Italia e Argentina, una storia d’amore raccontata attraverso teatro, musica, tango e cinema, dai toni comici e brillanti a quelli più profondi e reali, spunto per trattare il tema ben più doloroso della dittatura militare dell’Argentina negli anni ’70, tristemente nota al mondo per la tragedia dei desaparecidos. Il 4 agosto, ore 21.00 Gioacchino Rossini, Il Tedeschino
Una Vita Divertente Tra Musica, Amori E Cibo a cura di Carlo Picchiotti. Un incontro musicale dedicato al grande compositore pesarese, alfiere della musica italiana dell'Ottocento, impareggiabile autore dell'opera buffa, e gran gourmè della cucina italiana in Europa. Una serata in cui si ascolteranno alcuni travolgenti crescendo e le sue note più appassionate, dando spazio anche agli scherzi musicali con cui Rossini ha firmato la storia della musica. Alle 21.45, 58 Sfumature Di Pino di e con Pino Insegno. 

Il 5 agosto, ore 21.45 Cafè Loti – incontri, suoni e aromi sulle sponde del mediterraneo. Una grande festa in musica proposta da Nando Citarella, Stefano Saletti e Pejman Tadayon riuniti nel progetto Cafè Loti per attraversare il Mediterraneo sulle rotte degli antichi viaggiatori. Mentre l'utlimo giorno, il 6 agosto, ore 21.45 Cetra... Una Volta  I Favete linguis – Stefano Fresi, Emanuela Fresi, Toni Fornari.
Regia di Antonio Fornari. La musica, le canzoni, le parodie memorabili dell’indimenticabile Quartetto Cetra sono riproposte in questo spettacolo da tre interpreti eccezionali che costituiscono un concentrato esplosivo di bravura, simpatia, bel canto e che trascinano il pubblico nell’epoca splendente dei grandi varietà televisivi.

“Abbiamo dato vita ad un'ottima proposta culturale che riesce ad accontentare davvero tutti. Ci piace pensare che questo spazio sia un punto di incontro, un ritrovo non solo per gli appassionati di teatro ma per gli amanti della cultura a 360°” spiega Felice Della Corte.  “In un'estate deludente, almeno per ciò che riguarda le proposte di intrattenimento culturale,  il Marconi Teatro Festival, senza alcun aiuto delle Istituzioni, si pone come centro di aggregazione in primo luogo per il quartiere in cui nasce e poi per la città: un'isola culturale stabile che vivrà costantemente e in continuità con l'attività invernale del Teatro”.

MARCONI TEATRO FESTIVAL
PROGRAMMA 
4 e 11 luglio, ore 21.45
Palco interno
LA FOTO DEL CARABINIERE
di e con Claudio Boccaccini
Un monologo esilarante e tragico, a volte nostalgico, a tratti sferzante, che prende spunto dall'omicidio di Salvo D'Acquisto per raccontare una storia “vera fin nei dettagli”, per ridere, piangere e riflettere.

5 luglio, ore 21.00
Palco esterno
TECHNE TRIO
Giovanna De Rubertis (pianoforte), Francesca Romana Fioravanti (violino) e Eszter Nagypal (violoncello)
La Buona Musica per il Grande Schermo, la sperimentazione di nuovi impasti sonori e un’esecuzione tesa a divertire ed emozionare: questo è l’appuntamento con TÈCHNE TRIO, un ensemble femminile (violin, violoncello e pianoforte) che sa unire passione, temperamento e abilità. Da “The Imitation Game” a “Frozen”, da “Anna Karenina” ai “Pirati dei Caraibi”, passando per “Twilight” e “Game of Thrones”, un piccolo grande viaggio attraverso le note della Settima Arte.

5 luglio, ore 21.45
Palco interno
I'MPERFECT 
Coreografie e Direzione Artistica di Michela Mucci
Danzatrici: Sara Bertoglio, Emanuele Grazini, Elena Paglialunga
Lo spettacolo vuole essere un'indagine sull'equilibrio, sulla sua fine e sulla nascita di un nuovo equilibrio, un racconto ideale e schematico dell'evoluzione. Vuole mettere a fuoco l'essere umano e in particolare soffermarsi sulla tensione dell'uomo imperfetto che, vivendo la tensione verso un'idea di perfezione, scopre tutta la forza dei sentimenti.

6 luglio, ore 21.45
Palco interno
COLPO DI SCENA – MILLE LUCI SUL VARIETÀ
Con Gisella Coluzzi, Nicola Curti, Stefano Dattrino, Chiara David, Stefano Dilauro, Claudio Di Paola, Lorenza Giacometti, Matteo Magazzù, Lele Nardozi, Beniamino Presutti 
Con la partecipazione di Simone Gallo
Regia Marco Simeoli
Coreografie Alina Person e Marco Rea
Vocal coach Silvia Gavarotti e Giada Nobile
"Un, due, tre, un colpo di scena arriverà!": Marco Simeoli firma la regia di "Colpo di scena! Mille luci sul varietà" un omaggio ai grandi nomi del varietà da Ettore Petrolini a Raimondo Vianello, da Dario Fo a Monica Vitti, senza dimenticare la grande musica, da Gabriella Ferri a Fred Buscaglione, e i balletti in pieno stile charleston, con qualche tocco di tip tap. Insomma un vero e proprio varietà di altri tempi che tornerà a far immergere i più nostalgici nelle atmosfere di un periodo ormai passato, e a far scoprire ai più giovani i grandi nomi dello spettacolo italiano!




6 luglio, ore 21.00
Palco esterno 
e
20 luglio, ore 21.45
Palco interno
IL FANTASMA DELLA GARBATELLA
scritto e diretto da Gabriele Mazzucco
con Andrea Alesio, Chiara Fiorelli, Teo Guarini, Federica Orrù, Paola Raciti
Nella vita di Lallo non ci sarebbe nulla di particolarmente strano, se non fosse che lui è morto, due anni prima, in circostanze misteriose. Sarà tornato per fare giustizia? Uno spettacolo che affronta tutti gli aspetti della natura umana, dai più cinici ai più altruisti, in un alternarsi di risate e fredde conclusioni.

7 luglio, ore 19.30
Palco esterno
Presentazione del libro L'ULTIMA MELODIA di Danilo Montaldo
Sarà presente l'Autore
Alessio e Claudia, i due protagonisti, vivono a Roma; l’uno, siciliano, per seguire la sua più grande passione: la musica; l’altra salentina per seguire gli studi. Claudia ha incontrato l’azzurro del suo mare negli occhi di Alessio. Per Alessio invece, Claudia è stata dal primo istante melodia, quella segreta ed intima, che aveva nella sua testa e non era mai riuscito a tradurre in note.
Ci sono storie però, che anche se nascono improvvisamente e nel modo giusto, finiscono altrettanto inaspettatamente e senza un motivo. Così la fine della loro storia ha spinto Claudia e Alessio a separarsi. La melodia segreta però, ha seguito Alessio ovunque. In una Roma piovosa e frenetica, romantica e malinconica, per il protagonista tutto finisce e tutto ricomincia.
Attraverso le vite che prendono forma da queste pagine, nascono interrogativi e spunti di riflessione sui rapporti di coppia al giorno d’oggi. Le mille, piccole coincidenze contenute in questa storia, sono la dimostrazione che se un destino esiste, esso fa di tutto per far trionfare l’amore.

7 luglio, ore 21.00
Palco interno
TIMOTHY MARTIN & THE AMAZING GRACE GOSPEL CHOIR 
Concerto gospel diretto da Timothy Martin
L'Amazing Grace Gospel Choir è il più importante coro gospel di Roma diretto da un prestigioso professionista e performer americano. È composto da 34 cantanti più un ensamble di musicisti. 
Dalla suggestione di Amazing Grace, uno dei più antichi e popolari canti gospel della tradizione musicale afro-americana, parte un'iniziativa culturale per la conoscenza, la promozione e la diffusione della tradizione del gospel a Roma e in Italia.

8 e 9 luglio, ore 21.00
VISSI PER MARIA 
di Roberto D'Alessandro
regia Ilza Prestinari
con Siddharta Prestinari
Bruna, la fedele governante di Maria Callas, accoglie il pubblico tra thè e pasticcini prima che Madame rientri. Inizia così il racconto dei suoi successi, il suo amore per la scena, il suo grande senso di disciplina, il suo decisivo incontro con Onassis, intervallato dalle arie più belle della Callas.





8 luglio, ore 21.45
Palco interno
KONFUSIONS
scritto e diretto da Alessio Rizzitiello
con Alessandra Aulicino, Simone Ruggiero, Alessandra Berton, Andrea Carpiceci, Stefano Flamia, Luca Forte, Alessio Rizzitiello, Valeria Spada
Una pièce in cinque quadri. Cinque paradossali situazioni che sdrammatizzano con il grottesco altrettanti momenti di vita quotidiana. Un intrico di situazioni che si aggrovigliano in un crescendo di comicità irresistibile.


9 luglio, ore 21.45
Palco interno
CHARLIE CHAPLIN – STORIA DI UN UOMO
scritto e diretto da Luca Pizzurro
“Charlie Chaplin, storia  di un uomo” è il bisogno di scoprire il trucco che rende strabiliante la magia, è il bisogno di scomporre gli elementi di un miracolo, il bisogno di comprendere le basi che costituiscono le fondamenta per la costruzione di un mito, il mito di Charlie Chaplin.

10 luglio, ore 19.30
Palco esterno
Presentazione del libro ANATOMIA DEL COLPO DI SCENA di Giuseppe Manfridi
Sarà presente l'Autore
Il colpo di scena perfetto è più emozionante nella finzione o nella realtà? Viviamo immersi nell'imprevedibile sin dalla nascita, sicché il timore di continui colpi di scena corrisponde a uno stato d'animo sempre presente in noi. L'arte del narratore è quella di formalizzare questa aspettativa spesso latente, inconscia. Il libro è concepito come un viaggio mozzafiato tra decine e decine di storie riprese da ogni forma di scrittura (narrativa, teatrale, cinematografica, ecc.), ognuna delle quali viene raccontata ex novo, al fine di valutare come e perché in quella data storia intervenga un colpo di scena. 

10 luglio, ore 21.45
Palco interno
GANGBANK – I nostri soldi sono diventati loro
di e con Gianluigi Paragone
Regia Rinaldo Gaspari
Gianluigi Paragone con leggerezza e chiarezza racconta con ritmo e suspence il grande inganno della finanza.
Uno spettacolo vero e proprio, dove le parole si intrecciano combinandosi con slide e filmati. Paragone non si limita a parlare della crisi ma di come ci siamo infilati dentro seguendo il pifferaio magico dell’indebitamento.
“Non è una lezione di economia, perché io non sono un professore”, ripete l’autore. “E’ lo sberleffo che ti resta nella testa; è una lunga provocazione con una sola morale: teniamo gli occhi aperti”.

12 luglio, ore 21.45
Palco interno - ROMEO ERA GRASSO E PELATO 
scritto e diretto da Davide Sacco
con Piero Grant e Cristian Pagliucchi
con la presenza/assenza di Riccardo Bàrbera
incursioni di suoni e luci di Francesco Bàrbera
Due uomini en travestì raffiguranti Giulietta e Lady Macbeth delle opere shakespeariane si ritrovano senza sapere perché su un palcoscenico di Roma a parlare delle loro esperienze di vita e di coppia. Da un'iniziale gioco e divertissement il focus della pièce si sposta su tematiche sempre più serie, fino a parlare della violenza di genere attraverso gli occhi degli uomini.

12 e 13 luglio, ore 21.00
Palco esterno
UN'ORA DI TRENO PER MILLE RACCONTI tra Roma e Napoli
di e con Francesca Nunzi e Marco Simeoli
Un percorso attraverso quelle parole e quegli stati d'animo che dall'800 a oggi hanno raccontato in versi, prosa e canzoni le mille facce di due delle città umane e più “italiane” al mondo. Il tutto intervallato da famose citazioni di coppie celebri del cinema italiano e da canzoni della migliore tradizione romana e napoletana.

13 luglio, ore 21.45
Palco interno
IL CATAMARANO 
di Gabriele Mazzucco
regia di Gigi Palla
con Andrea Alesio e l'amichevole partecipazione di Piero Casoli
Andrea è un ragazzo come tanti che coltiva il sogno di diventare attore. Suo unico interlocutore, assente dalla scena, è il nonno Angelo, con una vita difficile alle spalle e il coraggio di andare sempre avanti, uomo d'altri tempi attuale come non mai. Un'unione, quella tra i due, profonda e indissolubile, che travalica lo scorrere del tempo.

14 luglio, ore 21.00
Palco esterno
LE MAROCCHINATE
di Simone Cristicchi e Ariele Vincenti
con Ariele Vincenti
Musiche dal vivo Marcello Corvino
Regia Nicola Pistoia
“Aspettavamo ji salvatori… so’ arrivati ji diavoli” .
Un’altra di quelle storie che se non sei di quelle parti non la conosci. Successa in una terra che se non hai parenti o amici, non ci vai. Siamo in un paese della Ciociaria e Angelino, pastore locale, ci racconta la semplice ma faticosa vita contadina della sua zona prima della guerra, sconvolta con l’arrivo delle truppe Marocchine, aggregate agli Alleati, ai quali viene affidato il compito di entrare nella rocciosa difesa tedesca. Ottemperano il loro compito,” le truppe di colore” come ricompensa ottengono il “diritto di preda” contro la popolazione civile. 50 Ore di carta bianca, 50 ore in cui fanno razzia di tutto quello che trovano: oro, case, vino, bestie, ma soprattutto donne.
Lo spettacolo ha lo scopo di rispolverare i gravi fatti della Ciociaria del ’44, per non dimenticare le migliaia di donne vittime di quelle violenze. Con l’obiettivo che le loro parole diventino le nostre parole, diventino la nostra storia.

14 luglio, ore 21.45
AH, COMMEDIANTI!
Spettacolo e testo frutto del corso professionale del Cantiere Teatrale
Con Elisabetta De Vito e Margherita Campanaro, 
e con Erica Lauro, Riccardo Parravicini, Ivano Conte, Francesco Chiliberti, Manuela Barocci, Chiara Katia Cicala
Regia Elisabetta De Vito e Ciro Scalera
Quando un gruppo di attori può trasformarsi in una minaccia per le istituzioni. 








15 luglio, ore 21.00
Palco esterno
TANTE SCUSE AMORE MIO
da un racconto di Rossella Filippetti
con Elettra Zeppi
Regia e Drammaturgia Gaetano Mosca
In scena c'è solo Rossella ma le vere protagoniste sono altre donne, le sue amiche, confidenti di realtà sentimentali che rasentano la farsa, che si alimentano di momenti rubati alle vite dei Lui consenzienti ma già sposati con altre donne. Il bagaglio di Rossella è pieno di confessioni altrui, di rivelazioni tragicomiche e aneddoti drammaticamente divertenti. Sotto mille strati c'è lei, la sua storia, la sua sorpresa, ciò che vorrebbe preservare da qualsiasi contaminazione. La filosofia di Rossella è acuta ma leggera, cervellotica e semplicissima. È femmina. Il suo linguaggio è delicato ma non lascia spiraglio al fraintendimento, le riflessioni e i racconti di Tante Scuse Amore Mio sono "le vite delle altre", quelle vissute dalle donne, considerando che donna, lo è anche Rossella. Un turbinio di emozioni in equilibrio costante tra realtà e illusioni.

15 luglio, ore 21.45
e 1 agosto, ore 21.45
Palco interno
LADYVETTE – LE DIVE DELLO SWING
Teresa Federico, Valentina Ruggeri, Francesca Nerozzi
Direzione artistica di Lillo Petrolo
Regia di Massimiliano Vado
Direzione musicale di Roberto Gori
Tutto inizia in un freddo appartamento della Torino di metà anni' 30. Tre giovani sorelle sono impegnate ad imparare il napoletano per entrare nelle grazie della musica melodica italiana e raggiungere finalmente la celebrità. Cosa bisogna fare per diventare il trio più famoso d'Italia?
In un'atmosfera a tratti esaltante e a tratti malinconica lo spettacolo attraverserà continui colpi di scena fino a scardinare completamente tutti i presupposti iniziali, passando dalla drammaticità, all'ironia, alla comicità.

16 luglio, ore 21.00
Palco esterno
e
17 luglio, ore 21.45
Palco interno
ROMA – LIVERPOOL 1-1
di e con Giuseppe Manfridi
L'irresistibile evocazione della finale della Coppa Campioni disputata il 30 maggio dell'84 per tornare a guardare negli occhi quel momento altissimo della storia di una squadra e della sua tifoseria, coinvolte in un sogno destinato a svanire ma non senza aver fatto percepire il profumo intenso dell'impresa irripetibile.

16 luglio, ore 21.45
Palco interno
e
17 luglio, ore 21.00
Palco interno
MISTER MENO 9
di Giorgio Serafini Prosperi e Giovanni Pepe
con Alessio Di Clemente
Regia Giorgio Serafini Prosperi
Un uomo solo al comando, un uomo scomodo, un uomo contro. Questo è Eugenio Fascetti nel nostro Mister meno 9, pièce teatrale che si ispira all’impresa della Lazio nella stagione 86-87, quando, con un’insperata rimonta, seppe evitare lo smacco di un’ingiusta retrocessione in serie C, ma che ne amplia i significati. Si parte da Fascetti, lo scontroso, l’antipatico, l’ispido, per raccontare a tutto tondo la figura del “mister”. Spesso parafulmine, talvolta ispiratore, padre, padrone, sergente di ferro, psicologo e altro ancora, questo è un allenatore di calcio.

18 luglio, ore 19.30
Presentazione del libro LA VOCE DELLE DONNE
Considerazioni al femminile riguardo alla violenza di genere
Idea e fotografie di Sergio Battista
Con la gentile partecipazione di Arianna Ninchi e Silvia Siravo
Casa Editrice Cultura e Dintorni
Il libro fotografico La voce delle donne, a cura della casa editrice Cultura e Dintorni, ci conduce, attraverso i volti e i testi delle 21 donne partecipanti, non senza un briciolo di emozione, in un mondo intimo e straordinariamente prezioso, di desideri e volontà di consapevolezza, di episodi a sfondo personale, di ciò che sarebbe potuto accadere, con semplicità e senza fronzoli cercando di andare al cuore del problema. Ognuna ha lasciato il suo sguardo e il suo pensiero in assoluta libertà, trovando in questo progetto una possibilità per far sentire, in modo più o meno pacato, la propria voce; un autentico spaccato del mondo femminile raccontato direttamente dalle donne in prima persona. Mettendoci la faccia.

18 luglio, ore 21.00
Palco esterno
...CHI MI MANCA SEI TU
omaggio a Rino Gaetano - scritto e diretto da Toni Fornari 
con Claudia Campagnola e Marco Morandi
In scena Claudia Campagnola veste i panni di una groupie di Rino Gaetano che racconta la sua esperienza vissuta accanto al cantautore. Le groupie erano delle giovani fans che negli anni 60/70, oltre ad amare particolarmente la musica di un certo cantante, li seguivano nei loro tour, irresistibilmente attratte dal loro carisma, diventandone infatuate sostenitrici e intime amiche. Attraverso i suoi racconti scopriamo la vita di uno dei cantautori italiani più amati e discussi, che ha lasciato un patrimonio di canzoni che colpiscono ancora oggi, a distanza di più di 30 anni, per la loro modernità musicale e testuale. Ascolteremo le più belle canzoni di Rino Gaetano interpretate dal bravissimo Marco Morandi, che per l’occasione sarà accompagnato da un fenomenale trio di musicisti: Giorgio Amendolara (piano e tastiere), Menotti Minervini (basso) Umberto Vitiello (batteria e percussioni).

18 luglio, ore 21.45
Palco interno
TACCHI MISTI 
di Gloria Calderòn Kellett
regia di Ferdinando Ceriani - con Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Laura Mazzi, Silvia Siravo
Sedici paia di scarpe, quattro attrici, una divertentissima e irriverente galleria di donne che chiedono solo di essere ascoltate. Un'ampia carrellata di esperienze, ironiche, graffianti, audaci, raccontate, cantate e ballate in una sequenza rapidissima di ritratti.

19 luglio, ore 21.00
Palco esterno
WOMEN IN ROCK
Quattro storie tra musica e parole
di e con Ketty Roselli
alla chitarra Luciano Micheli
La vita e la musica di quattro grandi interpreti: Tina Turner, Janis Joplin, Etta James, Amy Winehouse, attraverso canzoni, racconti, aneddoti e video. Si canta, si ascolta, si ride e ci si commuove... il tutto accompagnato dalla fantastica chitarra rock di Luciano Micheli.

19 luglio, ore 21.45
Palco interno
THE SENZA LIMONE
di Ludovica Marineo
con Luca Basile e Paolo Militerno
regia di Siddharta Prestinari
musiche originali di Paolo Gatti
Pompeo Mastini ha una sola speranza per riuscire a sposare la sua amata Valentina: convincere il fratello Cesare a partecipare al matrimonio dopo averne ricostruito la credibilità agli occhi del piccolo paese in cui vive. Ma Cesare è una fantastica cantante fantasista che non vuole lasciare la propria vita di lustrini e piume di struzzo. Ma sarà poi così vero?

20 luglio, ore 21.00
Palco esterno
L'IPOCRITA
dai racconti di Vincenzo Cerami
libero adattamento teatrale di Antonio Grosso
con Antonio Grosso
musiche Nicola Piovani
regia di Giancarlo Fares
Antonio Grosso si lascia travolgere dalla scrittura del più grande sceneggiatore del ‘900, Vincenzo Cerami. L’ipocrita diventa così un monologo che scruta i vari disagi dell’essere umano che spesso sono sintomi di una confusa pazzia, ma che in realtà si accostano alle più svariate forme di comunicazione.
In questo monologo si respirano i profumi della vera commedia all’italiana, da Monicelli, a Eduardo, fino ad arrivare ai nostri giorni.

21 luglio, ore 21.00
Palco esterno
ARMONIA DI UNA METAMORFOSI
Drammaturgia, regia e scenografia Anna Maria Achilli
Musiche di Bach, Corelli e Haendel
Con Anna Maria Achilli – voce recitante
Sonia Maurer – mandolino barocco e mandoloncello
Achille Taddeo - viola

21 luglio, ore 21.45
Palco interno
IL VIOLINO RELATIVO
di e con Riccardo Bàrbera
regia di Paolo Pasquini
musiche eseguite dal vivo da Andrea Calvani – pianoforte e Giulio Menichelli – violino 
e con la partecipazione straordinaria in video di Massimo Popolizio
L'affascinante storia di un ipotetico incontro tra il giovane Albert Einstein e un anziano liutaio nei boschi delle Alpi che lo sfida a “razionalizzare” e a scoprire il mistero dei violini di Stradivari per analizzare il rapporto tra scienza e natura.

22 luglio, ore 21.00
Palco esterno
LETIZIA VA ALLA GUERRA la sposa e la puttana
di Agnese Fallongo
con Agnese Fallongo e Tiziano Caputo
Ideazione e Regia Adriano Evangelisti
Due guerre mondiali, due grandi donne: uno stesso nome, un unico destino.
Due donne del popolo, travolte entrambe dalla guerra nel loro quotidiano, che si ritroveranno a sconvolgere le proprie vite e a compiere, in nome dell’amore, piccoli grandi atti di coraggio.
Due storie di vita, narrate rispettivamente in dialetto siciliano e romano, che si susseguono come due capitoli di un unico racconto. Un omaggio alle vite preziose di persone “comuni”, che, pur senza esserne protagoniste, hanno fatto la Storia.
Impreziosito da musiche e canzoni popolari eseguite dal vivo, prende vita uno spettacolo delicato che racconta uno spaccato drammatico della storia d'Italia, capace, tuttavia, di alternare momenti di pura comicità ad attimi di commozione, in un susseguirsi di situazioni dal ritmo incalzante in cui spesso una lacrima lascia il posto al sorriso.

22 luglio, ore 21.45
Palco interno
EPPUR MI SON SCORDATO DI ME 
di Gianni Clementi 
con Paolo Triestino
La storia di Antonio incontra la storia e la musica di Lucio Battisti. A quasi sessant'anni ci propone la colonna sonora della sua vita, appassionata, stupita ed amabilmente contraddittoria. Come ha fatto a scordarsi di sé? E se ci “ritorniamo in mente”, cosa vorremmo essere ancora e cosa non vorremmo più, di quello che siamo diventati?

24 luglio, ore 21.45
Palco interno
DONNE AL PARLAMENTO
di Aristofane, traduzione e adattamento di Lorenzo e Valeria De Liberato
con Francesca Bellucci, Luisa Belviso, Ludovica Di Donato, Alessio Esposito, Lorenzo Garufo, Tiziano Floreani, Irene Vannelli
Regia Lorenzo De Liberato
Un gruppo di donne travestite da uomini, con a capo Prassagora, decide di infiltrarsi in assemblea per far approvare un decreto che trasferirebbe alle donne il potere della città di Atene. Una volta al potere le donne deliberano una serie di provvedimenti come la condivisione dei possedimenti e del denaro per il bene comune. Queste riforme valgono anche per i rapporti sessuali e così le donne hanno la libertà di andare a letto e fare figli con chiunque vogliano; tuttavia, siccome questo potrebbe favorire le persone fisicamente belle, si decide anche che ogni uomo, prima di andare con una donna bella, sia tenuto ad andare con quelle brutte, e viceversa. Queste delibere però creano una situazione assurda e paradossale...

25 e 26 luglio, ore 21.00
Palco esterno
UN AMORE DA FAVOLA – MA UNA VITA DI MERDA 
di Piero Di Blasio e Alessandro Tirocchi
Con Valeria Moneti e Alessandro Tirocchi
Regia Piero Di Blasio
Lui e Lei sono una coppia convivente da anni. Cresciuti con i valori pre euro e pre crisi (posto fisso e sacrificio portano a realizzazione e famiglia), si sono trovati in realtà incastrati in un cambio generazionale: il cambio di valuta, la crisi, il cambiamento dei modelli e dei valori.
L'incertezza regna sovrana. Famiglia, lavoro, amicizia, tempo libero: tutto fa i conti con l'assenza di stabilità e solidità. Una sola sicurezza resta: l'amore! Sì, ma quanto ci costa?







26 luglio, ore 21.45
Palco interno
ROMA NAPOLI A/R 
con Edoardo Siravo e Gino Auriuso
Dall'unione tra avanspettacolo e varietà nasce uno spettacolo unico e coinvolgente. Il repertorio di Petrolini, Viviani, Fabrizi, Taranto, Trilussa, De Filippo, Belli, Di Giacomo si fonde in un incontro teatrale energico dando vita a una dirompente comicità.

27 luglio, ore 19.30
Presentazione del libro IL CAPOLAVORO di Cinzia Tani
Sarà presente l'Autrice
Il filo che unisce la Germania nazista, con il medico Dominic Klammer implicato nei programmi di “morti compassionevoli” di igiene razziale, e l’Argentina della dittatura di Videla, con la repressione, le torture e le sparizioni di migliaia di persone, è intuibile e non sorprende. Ma il valore di questo romanzo si fonda sulla parola, sulla capacità di raccontare, di portare il lettore con efficacia e abilità nella Berlino bombardata dai russi, così come nella Buenos Aires impaurita e clandestina dei ribelli Montoneros. Due storie lontane nel tempo si contrappongono, alternandosi nell’intreccio di Cinzia Tani, che costruisce un romanzo storico e umano confermando il suo talento narrativo.

27 luglio, ore 21.00
Palco esterno
IL DONO DI LISZT
di Riccardo Bàrbera
con Riccardo Bàrbera e Felice Della Corte e Andrea Calvani (pianoforte)
Regia di Paolo Pasquini
Prima esecuzione in forma di reading di una novità assoluta
Il più grande pianista del XIX secolo in visita in Italia, tra mille difficoltà porta in scena il concerto perfetto che, per la prima volta nella storia, unisce musica, la Divina Commedia e la sorprendente proiezione di immagini.

27 luglio, ore 21.45
Palco interno
FIORI D'ARANCIO
scritto e diretto da Sara Valerio
con Sara Valerio ed Ezio Passacantilli
Una giovane coppia si ritrova in una situazione paradossale: bloccati in casa a poche ore dal matrimonio della sorella di lei. L'attesa del fabbro sarà un momento per mettere in luce le loro incomprensioni, per discutere e per avvicinarsi, per aprirsi finalmente per la prima volta l'uno con l'altro... fino al colpo di scena finale.

28 luglio, ore 21.00
Palco esterno
WOLFGANG AMADEUS MOZART
LA VITA, LA MUSICA, GLI ANEDDOTI
A cura di Carlo Picchiotti
Un incontro musicale che percorre gli episodi più significativi della vita del grande Amadè, propone e commenta l'ascolto di alcuni suoi brani celebri, e racconta con ironia e brillantezza gli aneddoti più divertenti e sorprendenti sull'autore salisburghese. Un quadro variopinto della Vienna di fine '700, dove fra intrighi di corte, paure di rivoluzioni e timore dei turchi, si consuma la fine della nobiltà e l'affermazione della borghesia.
In tutto questo si colloca WAM, Amadè, inconsapevole folle artista che vorrebbe diventar nobile, ma resta piccolo borghese della società ed eterno genio della musica.



28 luglio, ore 21.45
Palco interno
NOI ROMANE (NOANTRE)
da un'idea di Simona Patitucci 
testi, liriche e regia di Toni Fornari
con Simona Patitucci e Valentina Martino Ghiglia
e con Alberta Cipriani, Ilaria Nestovito, Noemi Sferlazza
Un omaggio a Roma, attraverso il sorridente tributo alle piccole e grandi protagoniste della storia della città Eterna dalla sua fondazione ai giorni nostri.

29 luglio, ore 21.00
Palco interno
I VOLTI DI FAUST
Liberamente ispirato alle opere di Spies, Marlowe e Goethe
Drammaturgia, testo e regia Emilio Genazzini
Interpreti principali: Massimo Grippa e Francesca Tranfo
Altri interpreti: David Capoccetti, Marta Conte, Danila Fruci, Valentina Greco, Alessia Luongo, Giuseppe Menzo, Giuseppe Navarra, Matteo Paino
ANTEPRIMA NAZIONALE
Lo spettacolo è un grande affresco di immagini, un’azione totale tesa a coinvolgere gli spettatori in un ritmo affascinante di cambi di scena realizzati in uno spazio scenico originale, per evocare un cosmo di ritmi e di emozioni evocati dai testi di Marlowe, Goethe e Spies. 

30 e 31 luglio, ore 21.45
Palco interno
ANFITRIONE COMMEDIA MUSICALE
di Marco Cavallaro da Plauto
con Andrea Spina e Marco Cavallaro
e con Martina Cenere, Selene Demaria, Virginia Lattanzi, Maria Sessa e Daniele Derogatis
Musiche originali di Matteo Musumeci
La commedia da cui tutti si sono ispirati. Un gioco scenico perfetto. La madre di tutte le risate.
Torna sui palcoscenici italiani il capolavoro di Plauto, rivisto dalla sapiente penna di Marco Cavallaro, in una nuova veste mai effettuata prima d'ora: una commedia musicale!
Anfitrione, il gioco del doppio, vestirà nuovi panni con un carico di risate senza precedenti.
La storia è nota a tutti: Giove, invaghitosi della bella Alcmena, sposa del valoroso soldato Anfitrione, decide di sostituirsi a lui durante la sua assenza per la guerra, aiutato da suo figlio Mercurio che si sostituirà al servo di Anfitrione, Sosia. I guai arriveranno quando alla porta di casa si presenterà il vero Anfitrione accompagnato dal vero Sosia... e scopriranno che Alcmena è incinta.
Un susseguirsi di situazioni che faranno divertire il pubblico per due ore.

1 agosto, ore 19.30
Palco Esterno
Presentazione del Libro “La musica fa crescere i pomodori” del Maestro Peppe Vessicchio 
Nato dalle conversazioni con Angelo Carotenuto, è un saggio pop autobiografico ricco, profondo e divertente sul talento, sulla passione e la capacità di trasferirla, sulla cura, sugli effetti straordinari dell’armonia nelle nostre vite. “La musica non è solo stimolo cerebrale. La musica ha la capacità di entrare nel fondo di noi. Può parlare alle nostre cellule e con una parte di noi che non conosciamo. E quando gli armonici si combinano in modo naturale, l’equilibrio delle loro attrazioni è pacifico e ci dà benessere. Musica armonico-naturale, io la definisco così. Se tutte le cose che ci circondano avessero questo equilibrio, questa propria formidabile individualità all’interno di un insieme, ci troveremmo in una condizione ideale.”

1 agosto, ore 21.00
Palco esterno
INTERNO NOTTE
di e con Daniele Coscarella
con la partecipazione in musica di Adriano Russo
E se la notte fosse il nostro giorno? Si chiama Insonnia!
La città dorme, rimangono accese solo le luci delle strade a vegliare su una notte appena iniziata.
E’ giunta l’ora di dormire...o forse no. Seduto sulla poltrona di casa sua, un vecchio ricordo della della nonna, Daniele fa i conti con la sua ansia notturna: cambiare giorno e dormire oppure combattere un incubo che arriva in sonno ogni notte e che lo farà precipitare da un burrone...
Cercherà in tutti i modi di rimanere sveglio, per rimanere in piedi con la sua scopa rock, aggrappato al suo giorno. Ripercorre la sua giornata caratterizzata da eventi tragicomici, stati d’ansia, sensi di colpa, incidenti surreali. Ad accompagnare la sua folle notte la musica del suo vicino di casa, musicista separato, che di notte trovando l’ispirazione, scrive canzoni. Un muro li divide, ma si ascoltano come fossero nello stesso ambiente. Alle prime luci dell’alba qualcosa cambierà il loro destino per sempre!
Un monologo tragicomico sull’insonnia e gli stati d’ansia notturni.

3 agosto, ore 21.45
Palco interno
CINEMILONGA 
di Fernando Pannullo da un'idea di Fatima Scialdone
con Fatima Scialdone e Luciano Donda 
Tango tra Italia e Argentina, una storia d’amore raccontata attraverso teatro, musica, tango e cinema, dai toni comici e brillanti a quelli più profondi e reali, spunto per trattare il tema ben più doloroso della dittatura militare dell’Argentina negli anni ’70, tristemente nota al mondo per la tragedia dei desaparecidos.


4 agosto, ore 21.00
Palco esterno
GIOACCHINO ROSSINI, IL TEDESCHINO
UNA VITA DIVERTENTE TRA MUSICA, AMORI E CIBO
A cura di Carlo Picchiotti
Un incontro musicale dedicato al grande compositore pesarese, alfiere della musica italiana dell'Ottocento, impareggiabile autore dell'opera buffa, e gran gourmè della cucina italiana in Europa. Una serata in cui si ascolteranno alcuni travolgenti crescendo e le sue note più appassionate, dando spazio anche agli scherzi musicali; con cui Rossini ha firmato la storia della musica. Da Pesaro a Napoli, culla della cultura del primo Ottocento, a Roma e finalmente a Parigi, dove si spegne la vena compositiva per l'opera lirica per accendersi quella per la musica da camera. il tutto con grandi amicizie e grandi ricette.

4 agosto, ore 21.45
Palco interno
58 SFUMATURE DI PINO
di e con Pino Insegno

5 agosto, ore 21.45
Palco interno
CAFÈ LOTI – INCONTRI, SUONI E AROMI SULLE SPONDE DEL MEDITERRANEO
Una grande festa in musica proposta da Nando Citarella, Stefano Saletti e Pejman Tadayon riuniti nel progetto Cafè Loti per attraversare il Mediterraneo sulle rotte degli antichi viaggiatori.

6 agosto, ore 21.45
Palco interno
CETRA... UNA VOLTA 
I Favete linguis – Stefano Fresi, Emanuela Fresi, Toni Fornari
Regia di Antonio Fornari
La musica, le canzoni, le parodie memorabili dell’indimenticabile Quartetto Cetra sono riproposte in questo spettacolo da tre interpreti eccezionali che costituiscono un concentrato esplosivo di bravura, simpatia, bel canto e che trascinano il pubblico nell’epoca splendente dei grandi varietà televisivi.

Marconi Teatro Festival
dal 4 luglio al 6 agosto 2017
Teatro Marconi
viale Guglielmo Marconi 698 e
Contatti
www.teatromarconi.it
info@teatromarconi.it
Tel 06.49.53.554
Biglietti 
Intero 16 €; Ridotto 13 €
Prezzo unico per  Ladyvette - Le dive dello swing e GangBank 17,00 €