venerdì 30 giugno 2017

Bologna, dal 22 al 24 settembre la nona edizione di Festival Francescano, tema "Futuro semplice"

Chiuderà la stagione dei festival culturali italiani e preparerà l'atmosfera in attesa della visita bolognese di Papa Francesco, nell’ambito del Congresso eucaristico. Stiamo parlando del Festival Francescano, che si terrà a Bologna, in piazza Maggiore, dal 22 al 24 settembre. 

Per la nona edizione (la terza a Bologna), la manifestazione organizzata dai francescani dell'Emilia-Romagna, in collaborazione con Comune e Chiesa di Bologna, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna rifletterà sul tema del futuro, con uno sguardo particolare rivolto ai giovani e ai possibili ponti di dialogo con altre culture e religioni.
“È un futuro provocatoriamente semplice, quello che Francesco e Chiara ci hanno ispirato - affermano gli organizzatori - Nell'umiltà di accettare un disegno più grande, tuttavia ognuno dovrebbe fare la sua parte”. 
Dunque, iniziamo col guardare dentro a noi stessi. Ospite di rilievo del Festival sarà Luigi Zoja, tra gli psicoanalisti più autorevoli a livello internazionale, di scuola junghiana, si muove nelle profondità degli archetipi, parlando in questo caso di generatività (23/09, ore 15). Un altro pioniere della psicologia, questa volta del lavoro, è Enzo Spaltro che il 22 settembre alle 17 presenterà il suo ultimo libro “Un futuro bello”: trenta punti di vista per analizzare i futuri che influenzano oggi il nostro presente. 
Dalla psicologia politica a chi sulla politica crea sondaggi e interpreta scenari futuri. È Nando Pagnoncelli, famoso per le rubriche TV a Ballarò e Dimartedì, sarà al Festival il 22 settembre alle 18. Altro genere di previsioni, questa volta climatiche, le anticiperà Luca Lombroso, noto divulgatore del cambiamento dal basso e dalle “comunità resilienti” (23/09, ore 9.30).
Un interessante convegno sulla città del futuro è organizzato in collaborazione con l'Università di Bologna sabato 23 settembre, a partire dalle 10 presso l'Oratorio di san Filippo Neri. Partecipano i professori Maria Giuseppina Muzzarelli e Francesco Ceccarelli, oltre all'architetto Mario Cucinella.
Uno sguardo sull'attualità che pare cancellare ogni speranza. Non è di questo parere fra Ibrahim Alsabagh, parroco di Aleppo, città della Siria martoriata dalla guerra. Con lui dialogherà Fulvio Scaglione, giornalista esperto di questioni mediorientali (24/09, ore 11.30). 
A 500 anni esatti dalla Riforma protestante, una riflessione sul futuro della Chiesa verrà portata avanti dal teologo Brunetto Salvarani e da Paolo Naso, politologo esperto di pluralismo religioso e fondamentalismi (23/09, ore 15.30). Sarà ospite anche Lidia Maggi, pastora battista in servizio a Varese (22/09, ore 16.30).
Una riflessione spirituale sui valori francescani per la costruzione del futuro è affidata a suor Roberta Vinerba (con una relazione sull'affettività nel tempo dei social, 22/09, ore 16.30), fra Raffaele Di Muro (23/09, ore 10), Mons. Matteo Maria Zuppi (23/09, ore 11), Paolo Benanti (con una lectio sull'era del post-umano, 23/09, ore 17.30) e fra Marco Tasca, Ministro Generale dell'Ordine dei Frati Minori Conventuali (24/09, ore 15).
A 50 anni dalla morte di don Lorenzo Milani, una tavola rotonda sull'“uomo del futuro” vedrà la partecipazione di Alberto Melloni e Federico Ruozzi (che per la Mondadori hanno curato la prima edizione dell'opera omnia di Milani); Sandra Gesualdi, figlia di Michele (uno degli studenti di Barbiana) ed Eraldo Affinati, finalista dello Strega lo scorso anno con un libro sulla figura di questo grande educatore.
Non mancheranno i momenti dedicati ai bambini, ai laboratori e all'intrattenimento. In particolare, il sabato sera Federico Taddia condurrà uno spettacolo originale, un viaggio nel tempo attuale con voci giovani e “testimoni” che già oggi sono protagonisti del domani. Tra i numerosi ospiti, Marianne Mirage, l'amatissimo Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell'Antoniano e i La Rua, gruppo nu-folk noto per la partecipazione alla quindicesima edizione del talent show "Amici". Festival Francescano è sostenuto da BPER: Banca; IMA Spa e Pilot.

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.