mercoledì 3 maggio 2017

Teatro Olimpico, IL 10° FESTIVAL TULIPANI DI SETA NERA CHIUDE LA SUA KERMESSE CON UN GRAN GALA

La X° edizione Festival Internazionale Tulipani di Seta Nera chiude la sua kermesse cinematografica con un gran gala al teatro olimpico, sul red carpet grandi personaggi del cinema e dello spettacolo italiano ed internazionale ad esprimere insieme l’importanza di abbattere i pregiudizi, gli stereotipi e sostenere il valore dell’inclusione ed integrazione sociale.

Dopo due giorni di proiezioni e dibattiti alla Casa del Cinema di Roma, si è conclusa ieri la decima edizione del Festival Internazionale del Film Corto Tulipani di Seta Nera. Nella serata di gala al Teatro Olimpico condotta da Metis Di Meo e Beppe Convertini, con Valeria Milillo e Gian Marco Tognazzi a ricoprire il ruoli di madrina e padrino del Festival, si sono alternati sul palco vari ospiti, tutti  premiati per il loro impegno sociale. Da Rocco Papaleo a Janet De Nardis, da Andrea Roncato a Giusy Versace, da Carmine Buschini, protagonista di Braccialetti rossi, alla collega Serena Iansiti, premiata per l'interpretazione ne I bastardi di Pizzofalcone. Massimiliano Buzzanca ha ritirato il Premio alla Carriera per papà Lando, assente giustificato da impegni sul set.
Tanti gli amici dei Tulipani accorsi a sostenere il cinema sociale, tra cui Daniela Marra, Alice Bellagamba, Fausto Brizzi, Erika D'Ambrosio, Catello Masullo, Paola Dei, Francesca Flora, Giada Desideri, Patrizia Pellegrino, Franco Mariotti, Leopoldo Mastelloni, Carolina Rey, Flavia Vento, Ivan Castiglione, Emanuela Tittocchia, Stefano Maniscalco, Massimo Nardin, Carolina Rey, Silvia Salemi, Savino Zaba, Elena Coniglio, Nicola Timpone, Lisa Marzoli, Michele D'Anca, Giorgia e Greta Berti, Ester Vinci, Giucas Casella, Simona Borioni, Gabriele Rossi e Alma Manera. Direttamente da Madrid, per sostenere il più importante Festival di cinema sociale italiano, sono arrivati Chico Garcia e Adriana Torrebejano, protagonisti della soap opera Il segreto, nei panni rispettivamente di Severo e Sol Santacruz.
Diversi momenti musicali hanno scandito l’evento: ad aprire la serata Sara Galimberti che ha presentato in esclusiva il brano "Siamo noi quei fiori rari", scritto a quattro mani con il Direttore Musicale del Festival, il maestro Vince Tempera. Spazio poi ai Moseek, protagonisti di X Factor 9 e, in conclusione, è salito sul palco Ermal Meta, terzo classificato all'ultima edizione del Festival di Sanremo che per la prima volta ha eseguito il brano "Vietato morire" al pianoforte. L'attrice Cinzia Leone ha avuto il merito di intrattenere la platea con un monologo comico, molto apprezzato.
Protagonista indiscusso della serata è stato però il cinema, inteso come strumento per abbattere ogni diversità, grazie ai registi finalisti, in concorso con i loro cortometraggi alla rassegna nelle due giornate alla Casa del Cinema. Il Premio assegnato dalla Giuria di VariEtà e consegnato da Sara Iannone accompagnata da Serena Gray, conduttrice della sezione #SocialVideoClip TSN, è andato a "Carlo e Clara" di Giulio Mastromauro. Il video vincitore della sezione #SocialVideoClip TSN è "Passerà" di Fausto Petronzio, cantato da Shady Osman e Camilla Rinaldi.
Il Premio della Sala Stampa, consegnato dalla direttrice del Settimanale Vero Laura Bozzi, è andato al corto "Superme'nn" di Rosario Bizzarro.  Ad aggiudicarsi il Premio Rai Cinema Channel è stato il corto "Alters" di Marianna Adamo, che ha sbragliato la concorrenza in termini di visualizzazioni sul sito Internet www.tulipanidisetanera.rai.it. Per consegnare il riconoscimento è salita sul palco Federica Lo Jacono di Rai Cinema Channel.
Il Premio Miglior Sorriso Nascente, consegnato da Carlo Brancaleoni di Rai Cinema, è andato al corto "Il mio piccolo segreto" di Franco Montanaro.
Infine, il Premio per il Miglior Cortometraggio della decima edizione del Festival. Ad ottenere il meritato riconoscimento è stato "Contando le formiche", diretto da Giuliano Cremasco e premiato dalla Presidente di Giuria Caterina D'Amico raggiunta per l'occasione sul palco da Paola Tassone, ideatrice e curatrice del Festival e Diego Righini, responsabile delle relazioni con i partner.  Entrambi, salutando i conduttori, la madrina, il padrino e tutti gli ospiti intervenuti, hanno dato appuntamento al pubblico all'undicesima edizione del Festival.

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.