giovedì 4 maggio 2017

PALMESE SCANDALO: DA BALLANDO CON LE STELLE AL VIDEO HARD DELLE CALYPSO CHAOS

Lo abbiamo conosciuto nel prime time di Rai 1 a Ballando con le stelle. Dalle velate advance alla partner nel programma Samanta Togni, fino alle foto di nudo su Instagram che hanno fatto infuriare Milly Carlucci e ora in focoso attore campano ne ha combinata un'altra. Palmese, infatti, compare tutto nudo in una scena di sesso nell'ultimo video della band tutta femminile delle Calypso Chaos.
Nelle immagini è protagonista di una scena nemmeno troppo soft con l'ex GF4 Letizia Letza, dove, alla fine la donna prende il sopravvento e lo sodomizza con un voluminoso sex toy. Il video dal titolo Maschi 2.0 ha chiaramente un significato simbolico e provocatorio, dove Palmese si è prestato come testimonial del messaggio portato dalle quattro musiciste romane. Il brano racconta il personaggio del nuovo “stallone italiano” che, annoiato dalla vita quotidiana, trascorre il proprio tempo tra vizi e avventure passeggere. Ma cosa succede se s'invertono i ruoli e da cacciatore, il nostro uomo 'che non deve chiedere mai', si trasforma improvvisamente in preda? Ecco che tra le note pop-rock di Maschi 2.0, si ribalta la classica circostanza di cui sono oggetto quotidianamente molte donne. Lo sguardo si spinge oltre: la protagonista a sua volta da preda diviene predatrice, si nutre quindi del corpo dell’amante facendolo suo, lo uccide metaforicamente, spogliandolo di tutta la sua virilità, lo rende inerte, regalandogli un punto d’osservazione tradizionalmente ‘femminile’, nel quale specchiarsi e comprendere che ormai ‘il re è nudo’. Palmese ha poi recentemente introdotto un tema tristemente attuale quello del bullismo, dichiarando che egli stesso ne è stato vittima da bambino. La sua partecipazione al video di Maschi 2.0 è quindi da leggersi ancora prima che come una prova d’attore, come la volontà di un uomo -chiuso nella categoria del bello e impossibile -di calarsi nei panni della vittima, ben consapevole che siamo tutti ‘nudi’ di fronte all'arroganza, al bullismo, alla violenza e che soltanto parlandone, possiamo sperare di trovare una soluzione. Antonio Palmese, casertano classe 1983, vive a Roma e si divide tra la recitazione e la sua grande passione, la boxe. Dopo aver studiato al Centro Internazionale di Cinema e Teatro Duse di Roma, ha recitato sul palcoscenico nei musical “Aggiungi un posto a tavola” e “Grease”, in tragedie (è stato Caio Cassio nel "Giulio Cesare" di Shakespeare), in monologhi e recital di poesie. In tv lo abbiamo visto in "Nassyriah" con Raoul Bova, "Incantesimo 9" e "Don Matteo 8", ma, anche in "Amore criminale" di Barbara De Rossi. Inoltre Palmese ha recitato nel 2006 nel cortometraggio "Il bambino di Carla", nominato al David di Donatello e vincitore di una menzione speciale ai Nastri D’Argento.