lunedì 3 aprile 2017

Roma, il 6 aprile presentazione «ORIENTALIA, mille e una notte a Venezia» Candidato al Premio Strega

“Segnalo Orientalia per la sua visionarietà e bella combinazione parola/immagine, quasi uno storyboard cinematografico”.Mimmo Paladino

“Con la meticolosità dello storico e il gusto di scavare fra le leggende, Alberto Toso Fei propone una vicenda che sa di sangue e di accoglienza, realizzata con l’artista Marco Tagliapietra. Non potevo che candidare al Premio Strega 2017 una graphic novel così”.
Roberto Ippolito

Con queste motivazioni l’artista Mimmo Paladino e lo scrittore Roberto Ippolito in qualità di “Amici della domenica” hanno presentato la Candidatura al Premio Strega 2017 della graphic novel «ORIENTALIA, mille e una notte a Venezia» di Alberto Toso Fei e Marco Tagliapietra, edita da Round Robin che sarà presentata Giovedì 6 aprile alle 19 alla Libreria del Viaggiatore di Roma.
Lo scrittore Alberto Toso Fei e l’illustratore Marco Tagliapietra hanno dato vita a una “mille e una notte” filologica e magica a un tempo, che ha come protagonista Saddo Drisdi, l'ultimo dei turchi rimasto storicamente a Venezia, che con i suoi racconti di vicende secolari, tra la Serenissima e la Sublime Porta, sospesi tra mito e storia, incanta sette bambini sfuggiti agli austriaci ed entrati di soppiatto nel Fondaco dei Turchi, ora in disfacimento.
Venezia è sotto la dominazione Austro-ungarica e dei fasti della Serenissima resta ben poco. Ma grazie all’arte del racconto, riprendono vita le infinite storie tra veneziani e ottomani, tra Venezia e Costantinopoli, fatte di battaglie cruente, amori passionali, rapimenti di donne, santi trafugati e malfattori tramutati in pietra, che ricostruiscono una Venezia perduta (storicamente ricostruita nelle immagini e nella narrazione) che trovava in Oriente l’altra sua metà.