giovedì 27 aprile 2017

Gli Imarà (INNOCENZO E VIELLA ARMINANTE) e il 1° singolo "Primavera verrà". L'intervista di Fattitaliani: il nostro stile è raccontare

Gli Imarà sono un duo emergente lucano che con il singolo Primavera verrà tenta il suo esordio sulla scena musicale italiana. Fattitaliani.it li ha intervistati per scoprire meglio i progetti degli artisti.

Primavera verrà è un brano fresco, con un sound che definirei "estivo", la scelta della sonorità sicuramente non sarà casuale, serve ad attirare più pubblico possibile sui temi del testo o a contrastare semplicemente con i temi stessi?
Beh, io direi un po' tutti e due.
Riguardo appunto alla tematica affrontata nel testo: prevale più un malessere verso la condizione che vive oggi il nostro mondo o più un ottimistica speranza per il futuro?
Sì, la tematica affrontata nel testo vuole raccontare un malessere che stiamo vivendo oggi. La speranza è la forza di reagire a un sistema sbagliato...
Nello specifico, nel brano si può ascoltare la frase: “In questo mondo che ha perso la sua dignità”. In cosa vedete una mancanza di “dignità” nel mondo? Cosa c'è che non va?
Qui si potrebbe parlare anzi scrivere per ore. Vedo la mancanza di dignità in alcuni paesi che sono abbandonati a se stessi.. si devono difendere da soli contro la delinquenza, in altri contro la dittatura in altri contro la guerra e in paesi come il nostro in teoria più civilizzati ci hanno tolto i soldi, il lavoro di conseguenza, ci hanno chiesto tanti anni di sacrifici per poi arrivare a nulla, ci fanno mangiare veleni, ci raccontano frottole, continuano a inquinare, stanno distruggendo tutto l'ecosistema, ci stanno facendo ammalare di malattie, dicono che la vita si è allungata? Sì, la loro. Frottole frottole. Noi abbiamo lavorato per tanti anni per nulla. E la colpa non è nostra come vogliono farci credere. Io ho lavorato tanti anni, ho pagato le tasse, mi hanno reso la vita impossibile: neanche le ferie riuscivo a farmi per pagare le tasse; loro dicevano al popolo facciamo sacrifici tenete duro che poi le cose miglioreranno: ora io - e penso in molti - rivogliamo gli anni di sacrifici inutili che ci hanno rubato.  Loro sono i delinquenti .e inutile che danno la colpa a chi non ha pagato le tasse.  Se loro avessero fatto le tasse più basse per tutti, tutti avrebbero pagato le tasse. Ecco questo intendo per dignità. 
Qual è il vostro background artistico? È un esordio in tutto e per tutto o venite da altre esperienze?
Sì, è un esordio. Il nostro stile è raccontare, dire un qualcosa, l'importante è il messaggio, poi le musiche le scegliamo di conseguenza... tutto va a incastro: ogni strumento è stato scelto per un motivo.
Come è nata, nello specifico l'idea per questo brano?
L'idea di questo brano è nato per raccontare la tristezza che ci circonda e la delusione delle persone verso un sistema sbagliato. 
Ci potete dire di più sul momento di produzione del brano, particolari difficoltà? Vi ha affiancato qualcuno in questo progetto?
Il momento di produzione del brano è stato uno sballo: ci siamo divertiti e sfogati nel farlo. Nessun problema; è andato liscio come l'olio: le cose erano già scritte, grazie a Giovanni Rosina è stato un gioco. 
Da questo singolo risulta particolarmente complesso catalogarvi in un genere. Qui abbiamo visto i mariachi messicani, il reggae e tanto altro. A quale genere sentite di appartenere?
Il nostro genere forse lo si può capire meglio con il secondo singolo. Ma poi con il terzo singolo vi rimetteremo in difficoltà. A noi piace giocare ... il nostro genere è raccontare, a volte in un modo e altre in un altro, ci piace rimanere misteriosi. 
Vi sentite di citare qualche artista che vi influenza musicalmente?
Sì, ne abbiamo tanti. Noi siamo fans di molti artisti. 
Album in vista? Nuovi progetti?
Sì, per ora l'unico progetto è fare un album. Giuseppe Vignanello.
©Riproduzione riservata

L’arrangiamento (come anche il missaggio e il mastering) è stato ultimato presso il GiRo Studio di Milano da Giovanni Rosina che ha registrato anche tastiere e chitarre.
Le voci sono invece state registrate presso lo Studio Music club di Lorenzo Sebastiani.
Imarà è il nome artistico che ingloba il duo emergente composto da Innocenzo Arminante e da sua sorella Viella. “Primavera verrà” è il loro singolo di lancio.


Contatti e social

Pagina Facebook https://www.facebook.com/emergenteimara/