domenica 23 aprile 2017

Erin Moran, morta a 56 anni la Joanie Cunningham di "Happy Days". I messaggi dei colleghi "Fonzie" e "Richie"

Erin Moran, l'attrice resa famosa dalla popolarissima serie tv degli anni '70 e '80 "Happy Days" nel ruolo di Joanie Cunningham è morta all'età di 56 anni.
Il corpo è stato ritrovato nella Harrison County, in Indiana, quando in seguito a una chiamata al numero di emergenza 911 sono arrivati i soccorsi. Ancora sconosciute le cause e le circostanze del decesso, sarà disposta un'autopsia.
Sui social sono arrivati i messaggi; gli attestati di stima e le condoglianze: Henry Winkler, che in Happy Days interpretava Fonzie, ha scritto su Twitter: "OH Erin... now you will finally have the peace you wanted so badly here on earth ...Rest In It serenely now.. too soon" ("Oh Erin... ora finalmente avrai la pace che hai cercato invano su questa terra"); Ron Howard (Richie Cunningham), ha twittato: "Such sad sad news. RIP Erin. I'll always choose to remember you on our show making scenes better, getting laughs and lighting up tv screens" ( "Una notizia triste, triste. Riposa in pace Erin. Ti ricorderò sempre nel nostro show cercando di recitare sempre meglio, divertendoti e illuminando gli schermi tv").
Ha partecipato anche ad altre serie tv come Una famiglia americana (1971), Tre nipoti e un maggiordomo (1966), Io e i miei tre figli (1960), Una moglie per papà (1969), Gunsmoke (1955), La famiglia Smith (1971) e F.B.I. (1965) e in qualche film per il cinema: con Debbie Reynolds in Uffa papà quanto rompi (1968), con Godfrey Cambridge in L'uomo caffellatte (1970) e con Wayne Newton in 80 Steps to Jonah (1969).
Negli ultimi anni ha avuto problemi economici e sofferto di dipendenze da alcol e droghe. Nel 2012 è stata sfrattata da un camping dove viveva insieme al secondo marito, Steven Fleischmann, in una roulotte della suocera.