sabato 22 aprile 2017

Ciclismo, morto Michele Scarponi travolto da un furgone mentre si allenava. Aveva 37 anni

Michele Scarponi è morto poco fa in un incidente stradale mentre si allenava vicino Filottrano (Ancona), paese natale. È stato travolto da un furgone. Aveva 37 anni e gareggiava per l'Astana. Lo ha confermato all'Ansa il presidente della Federciclismo, Renato Di Rocco, in lacrime. Soprannominato 'L'Aquila di Filottrano' Scarponi aveva vinto il Giro d'Italia del 2011 in seguito alla squalifica per doping di Contador. L'ultima vittoria risale allo scorso 17 aprile nella prima tappa del Tour of the Alps.
Renato Di Rocco, il presidente della federciclismo, sconvolto ha commentato: "Una tragedia, un destino scritto male". "E' successo mentre era in bici ad un incrocio a Filottrano, un camion lo ha travolto. Era tornato ieri sera e già stamattina era in bici, questo dimostra l'altissimo attaccamento al lavoro di questo ragazzo" ha spiegato. 
"E' stato un professionista esemplare, un uomo squadra in tutti i sensi. Purtroppo il destino non gli ha fatto vivere la gioia di poter partecipare all'imminente Giro con i ranghi di capitano dell'Astana dopo che Aru ha dovuto dare forfait. E' stato un ragazzo sempre devoto alla squadra, che ha compiuto imprese straordinarie, sempre disponibile a fare al meglio il proprio incarico" ha aggiunto Di Rocco che adesso "spinge" per l'approvazione di un disegno di legge in materia di sicurezza stradale per i ciclisti che proprio in questi giorni era in discussione. "Si sta lavorando per fare delle regole, purtroppo le tragedie confermano che c'è molto da lavorare".