martedì 4 aprile 2017

Atri, venerdì 7 Aprile debutto dell'intenso monologo “Maria Callas la Divina”, scritto e interpretato da Daniela Musini

(L'intervista a Daniela Musini) Venerdì 7 Aprile alle 21 al Teatro Comunale di Atri, in provincia di Teramo, ci sarà l'atteso debutto dell'intenso monologo “Maria Callas la Divina”, scritto e interpretato da Daniela Musini per la regia di Federica Vicino, per celebrare i 40 anni della morte della più grande cantante lirica di tutti i tempi, avvenuta nel Settembre 1977.

Un'anteprima fortemente voluta dall'Assessore alla Cultura di Atri, Domenico Felicione, che anticipa così la prestigiosa Prima Nazionale al Teatro Verdi di Busseto il prossimo 21 Maggio, nell'ambito del Festival Verdiano 2017.
L'intenso ed appassionato monologo, primo premio al Premio Letterario “L'Unicorno” di Rovigo 2016 e fiorino d'oro-primo premio assoluto al recente Premio Firenze, è incentrato sulla straordinaria esistenza di Maria Callas, Artista eccelsa nonché donna temperamentosa e veemente.
Ambientato nell'appartamento parigino dell'Artista, in un giorno preciso (16 settembre 1977, suo ultimo giorno di Vita), il monologo è una sorta di memoriale/testamento spirituale che la Callas  consegna ad un'immaginaria giornalista (assente sulla scena) e si snoda attraverso ricordi e flashback in cui lei racconta i propri trionfi d'Artista, ma soprattutto le proprie passioni e sofferenze di donna ardente e fragile, tigrina e affamata d'amore.
La passione intensa e devastante con Aristotele Onassis, il dolore straziante per la perdita del figlio Omero,  il rimpianto per una carriera leggendaria ma connotata anche da momenti difficili, e la struggente solitudine degli ultimi anni,  costituiscono la materia attorno a cui si snoda il percorso narrativo, punteggiato da foto e lacerti di video della Callas Artista e dalle toccanti melodie da lei cantate.
«Dopo aver portato Eleonora Duse in tutto il mondo, ancora una sfida impegnativa ed appassionante per me», sottolinea l'autrice ed interprete Daniela Musini, «Maria Callas è stata un'Artista che mi ha accompagnato fin dall'infanzia, ma è stata soprattutto una Donna coraggiosa, passionale ed intensa di cui ho cercato di raccontare, sia nel testo, così come nell'interpretazione che ne darò a Teatro, la sua anima ferita e dolente, intensa e drammatica. Ho cercato di renderne tutte le sfumature temperamentali: la mia sarà una Callas appassionata e sensuale, sarcastica e tragica, ironica e irruenta e spero di toccare il cuore degli spettatori, anche grazie all'intelligente e coinvolgente regia di Federica Vicino».
Appuntamento allora Venerdì 7 Aprile alle 21 al Teatro Comunale di Atri. Ingresso gratuito.