venerdì 20 gennaio 2017

Tv8, da oggi per 10 settimane Pif e la nuova serie de "Il Testimone". Apre Roberto Bolle

Pif sbarca su TV8 con la sua nuova e attesissima serie de “Il Testimone”, in prima TV esclusiva.

A partire dal 20 gennaio alle ore 23.15 su TV8 (al tasto 8 del telecomando), il noto conduttore tv, regista e attore torna con le sue inchieste impossibili e, attraverso l’occhio della sua piccola telecamera, ci conduce alla scoperta di luoghi e personaggi straordinari. Un viaggio lungo 10 settimane, con 6 puntate inedite registrate quest’inverno, a cui seguiranno 4 puntate “americane” in prima TV free.
Apre la nuova serie de “Il Testimone” l’incontro con Roberto Bolle, nel quale la goffaggine del conduttore farà a pugni con l’eleganza e la leggiadria del ballerino più celebre del pianeta.
Spazio poi a viaggi straordinari con due puntate speciali dedicate al Buthan, una terra lontana e misteriosa dove Pif andrà alla ricerca del segreto della felicità.
Decisamente meno filosofico invece l’incontro ravvicinato con maniacali collezionisti italiani e stranieri che da anni raccolgono oggetti di varia natura - dalle mutande al whisky d’annata - per scoprire come una passione possa trasformarsi in una vera ossessione.
Per gli amanti del pallone da non perdere l’episodio in cui Pif esplora il mondo degli arbitri – dai campetti degli esordienti fino alla Serie A - cercando di scoprire cosa si prova a dover decidere le sorti di una partita di calcio.
Il viaggio si fa virtuale con l’esplorazione dei profili delle star di Instagram, in un originale confronto con gli ultimi eroi dei fotoromanzi di oggi.
Infine le 4 puntate americane, girate a Las Vegas e Miami.
Tutto questo narrato con il consueto spirito goliardico ma per nulla frivolo che da sempre caratterizza uno dei programmi più amati dal pubblico giovane e non solo.
L’appuntamento è a partire dal 20 gennaio tutti i venerdì alle ore 23.15 su TV8 per 10 settimane.

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.