lunedì 16 gennaio 2017

Teatro Politeama Pratese, Massimo Ghini con maestria e bravura in "Un'ora di tranquillità". La recensione di Fattitaliani

Un brillante e quanto mai bravo Massimo Ghini al Teatro Politeama ha riscaldato il freddo pomeriggio della città di Prato grazie alla sua performance ne "Un'ora di tranquillità ", commedia in atto unico del francese Florian Zeller, uno dei più apprezzati drammaturghi francesi contemporanei.

In un tranquillo sabato mattina, il nostro protagonista, Michel, trova e acquista presso un rigattiere sul lungoSenna un disco in vinile di un famoso cantante jazz da lui amato e ammirato. 
L'unica cosa che desidera fare è ascoltare quel disco tanto desiderato, ma tornato a casa trova la moglie Nathalie in preda ad una crisi isterica; un improbabile idraulico, che invece di riparare danni ne provoca di ulteriori; il vicino di casa che irrompe in casa lamentandosi dei rumori e dei lavori che Michel sta effettuando in casa; il figlio problematico e alquanto strano con cui il nostro protagonista non riesce a comunicare; e ancora l'amante pentita del loro rapporto e decisa a raccontare tutto alla moglie, ed infine il migliore amico di Michel che deve confessare un segreto celato da troppo tempo.
E dire che il nostro protagonista voleva solo godersi un'ora di tranquillità per ascoltare in santa pace un disco di jazz!!!!
Lo spettacolo dura quasi due ore e Massimo Ghini è sempre in scena, tirando le fila di tutte le vicende che si intersecano in questo sabato mattino parigino con singolare maestria e bravura. 
Originale la sigla iniziale proprio come se fosse un film. 
Oltre a Massimo Ghini, sul palco gli attori Galatea Ranzi, nei panni di Nathalie; Claudio Bigagli, in quelli del vicino Pavel; Marta Zoffoli, nel ruolo dell'amante Elsa; Massimo Ciavarro, che interpreta l'amico Pierre; Luca Scapparone è l’idraulico; e Alessandro Giuggioli, nel ruolo del figlio Sebastien. 
La regia è di Massimo Ghini. La scenografia è di Roberto Crea. I costumi sono di Silvia Frattolillo e le luci di Marco Palmieri. 
Un'ora di tranquillità è stata realizzata la scorsa stagione a Parigi diretta ed interpretata da Fabrice Lucchini con un successo travolgente, tanto che Patrice Leconte ne ha fatto un film con Christian Claviert e Carol Bouquet, campione d'incassi.

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.