lunedì 5 dicembre 2016

Francesca Casula, Modella e Attrice, trasferisce nella sua splendida Sardegna lo charme milanese e internazionale. Intervista di Fattitaliani

Ho incontrato Francesca Casula nella sua bellissima terra, la Sardegna, quest'autunno, nel 2016. Francesca è una giovane e bellissima modella sarda, che ha già calcato tutte le più importanti passerelle di moda nazionali ed internazionale e che adesso, con grande determinazione, vuole iniziare un nuovo percorso artistico, quello di attrice e di manager nel settore moda portando nella sua affascinante terra, la Sardegna, tutto quello che ha imparato e di cui ha fatto preziosa esperienza in giro per il mondo e all'interno del pianeta Moda. Francesca è stata con me e mi ha raccontato la sua storia di artista, di modella, di indossatrice, di designer, e di promettente attrice.
È una Donna di una bellezza disarmante, con un fisico che traccia alla perfezione gli standard stereotipici del fisico perfetto: 90-65-90! Ha una vita professionale frenetica e senza sosta, ma ha al contempo è portatrice di valori sani e fortemente radiati nella sua personalità, che la mantengono salda con i piedi per terra e che sono il frutto di una famiglia vera e tradizionale alla quale è legatissima. La sua immagine dirompente, le sue foto bellissime, hanno fatto il giro del mondo: dall'Italia al Giappone, dagli U.S.A. alla Francia, dalla Gran Bretagna alla Cina. Testimonial di tantissimi brand e di multinazionali della Moda di livello internazionale, è sempre in giro per il mondo per una professione dura, impegnativa e di grande responsabilità: oggi l'immagine è tutto e Francesca sa promuovere e curare la sua con grande professionalità ed intelligenza.
Nella sua carriera di Artista e di Modella ha avuto tantissimi riconoscimenti: "Miss Centro Italia 2011”; “Miss Gp World”; Madrina dell'evento nazionale “Miss Teenager Italy”, co.protagonista di due puntate della serie TV “Hooten & The Lady” di Sky 1 Inghilterra prodotta da Red Planet, e distribuita in tutti i canali Sky del mondo; e tantissime altre cose delle quali ci parlerà nella nostra chiacchierata.
Francesca dice di sé: «Penso che nella vita non si debba mai dimenticare le radici quando si sono mossi i primi passi del successo, qualsiasi sia la popolarità raggiunta, ad oggi posso semplicemente dire grazie alle splendide persone che ho incontrato nella mia carriera, che hanno creduto in me, e che mi hanno fatto crescere professionalmente ma soprattutto umanamente.»
Ciao Francesca, Come Stai?
Ciao Andrea, Bene! Voglio subito ringraziarti per l'opportunità che mi stai dando, di intervistarmi e di farmi conoscere ai lettori del Magazine per il quale scrivi.
Grazie a te Francesca e benvenuta. Iniziamo questa chiacchierata con una domanda semplice: Tu, Francesca, cosa diresti di te in poche righe ai nostri lettori che volessero conoscere un po' più di te come Donna?
Ma… Potrei dire semplicemente che sono una ragazza decisa e determinata. Per me le cose sono o bianche o sono nere, non amo le “sfumature di grigio”! Il mio forte carattere mi permette di farmi valere quasi sempre, ma al contempo so farmi amare da tantissimi amici e da tantissime persone che mi conoscono nel lavoro e nella mia vita sociale privata. Ho tantissimi follower, come si dice oggi, che mi seguono sui social network e sul mio sito-web. Sono al contempo una persona umile e semplice, che vive la sua vita quotidiana come fanno tutti, come fanno i miei genitori per esempio, ho sempre il sorriso sulle labbra, perché in fondo se una giornata è storta, fare il muso lungo o lamentarsi non risolve il problema. Allora meglio sorridere e cercare di risolvere le cose con il lavoro, la tenacia e la determinazione.
Amo tantissimo la mia terra, la mia bellissima isola, la Sardegna, che tutto il mondo ci invidia. Oggi penso, dopo tanti anni di lavoro in giro per il mondo, che la mia isola ha bisogno di una vetrina nazionale ed internazionale, che sappia promuovere iniziative di spessore artistico, culturale e di alta moda.
Nel mio lavoro sono sempre affiancata da Maria Conte, conosciutissima nel settore della Moda e sempre presente accanto a me, nella mia vita professionale ma anche come amica cara e affidabile. Spesso ci chiamano «mamma & figlia». Credo che la nostra sia sempre stata una collaborazione ed una condivisione vincente se ha portato i risultati professionali e lavorativi che ha portato, che va avanti da quando avevo appena diciotto anni.
Francesca, come e quando è iniziata la tua carriera? E quali difficoltà hai incontrato che vuoi raccontare ai nostri lettori?
Ho iniziato da adolescente, ricordo che dovevo compiere quindici anni, con le prime passerelle da calcare come modella e come indossatrice degli eventi di moda più importanti della Sardegna. Ero molto timida, ma ricordo anche il fascino che provavo e la seduzione di quel mondo che mi avvolgeva completamente. Osservavo tutto con grande avidità, attenzione e curiosità: volevo conoscere, imparare, capire i meccanismi, le relazioni, i ruoli, l'organizzazione, insomma ero stata rapita psicologicamente da quel mondo fin da ragazzina. Fu così che scoprii la mia passione per la moda e per lo spettacolo, perché in fondo organizzare un grande evento moda è un vero e proprio spettacolo dove la gente aspetta che apra lo scenario, Abiti Luci e Colori si fondono per creare una serata unica che illumina gli sguardi e il piacere di poter indossare abiti unici.
Quindi hai iniziato con la moda, che come dici tu Francesca, è uno spettacolo a tutti gli effetti, e questo è vero. Ma la tua professione da quel momento, da quando hai iniziato giovanissima, ha avuto delle evoluzioni che oggi ti hanno portato a pensare di passare ad un altro settore dello spettacolo, quello delle tue creazioni?
Sì, dopo circa tre anni di questo lavoro, c'è stata la mia prima evoluzione, se dobbiamo chiamarla così. Dopo un po' di anni di fare questo lavoro di modella e indossatrice, capii che mi mancava qualcosa, sentivo come un vuoto dentro di me, era come se mi sentissi incompleta, mi mancava qualcosa professionalmente. Allora decisi di iniziare a frequentare dei corsi privati di design per poter creare una mia collezione da presentare in alcuni importanti eventi di moda. 
Quindi ad un certo punto sei passata dal calcare le passerelle al backstage come designer, come giovane stilista, come imprenditrice?
Sì, è quello che ho fatto. Ricordo che la mia prima collezione la presentai in Sardegna, era l'estate del 2004, in un tour che attraversò tutta l'isola, lavoro che feci per due anni consecutivi. Nel 2005 presentai la mia collezione di quell'anno all'Oscar Della Moda, organizzata in collaborazione con Telethon. Quella volta ho avuto un riscontro molto importante per la mia carriera di designer, e la mia collezione ebbe un notevole successo: è stato un momento nel quale ho toccato il cielo con un dito, in una parola ero felice per quel piccolo ma importantissimo successo professionale. In quell'occasione fui considerata una giovane promessa del designer della moda, avevo ventun anni, e mi venne proposto di partecipare al Fashion Week di Teramo dell'anno 2007, cosa che chiaramente accettai subito. Quella per me, a ventun anni, fu una vera grande gioia.
Hai fatto altri lavori nel modo dello spettacolo per completare il tuo già folto bagaglio esperienziale? Da quello che mi stai raccontando hai una vasta gamma di esperienze importanti che ti avranno resa detentrice di un sapere professionale straordinario. Cosa hai fatto di altro?
Dopo queste prime esperienze di creazioni di collezioni ed esposizioni in vari eventi, decisi di organizzare per conto mio eventi importanti nei quali mi occupavo di tutto: dal backstage, al coordinamento, alla selezione delle ragazze che avrebbero sfilato, al coordinamento di tutte le attività a latere, al coinvolgimento degli spettatori durante lo show. Anche questa è stata, ed è ancora oggi, una parte importante del mio lavoro che mi dà grandi soddisfazioni.
Francesca, mi hai raccontato che hai partecipato a diversi concorsi di bellezza, come tutte le ragazze belle come te che hanno la sana ambizione di entrare nel mondo del cinema e dello spettacolo in generale. Per te come è stato?
Ad un certo punto della mia vita, era il 2010, decisi che era giunto il momento di dare un'impronta diversa alla mia vita professionale e alla mia immagine. Nel 2010, appunto, partecipati alle selezioni di Miss Mondo. Le selezioni nazionali si fecero a Gallipoli e fu lì che capii che poteva essere l'inizio di una nuova e ancora più soddisfacente carriera professionale. Da lì ci furono altri concorsi, altre fasce vinte in concorsi di rilievo nazionale ed internazionale: Miss Fotogenia 2010, Miss Talento 2010, Miss Centro Italia 2011, Miss Gp Worl Nazionale 2014, etc... Insomma, in una parola, la mia vita cambiò ancora e completamente in pochissimo tempo. Sentivo dentro di me una spinta fortissima e positiva che mi avrebbe portato molto lontano professionalmente, infatti seguirono contratti di lavoro per shoot fotografici un po' in tutta Italia, videoclip musicali per artisti di fama nazionale, testimonial di eventi sportivi internazionali, ed altro ancora.
Come hai deciso, allora, di iniziare una nuova carriera, quella di attrice appunto, visto che tutto quello che hai fatto fino ad oggi ti ha dato grande soddisfazione professionale ed anche economica credo, il che non è cosa da poco visti i tempi che corrono?
In effetti è una cosa che ho sempre avuto dentro, fin da bambina, come molti bambini che guardando i film e si identificano in attori o in attrici importanti, io in Virna Lisi per esempio. Ho sempre coltivato intimamente questo desiderio, ma non ho mai avuto l'opportunità di iniziare. Credo sia arrivato il momento di sperimentarmi anche in questo. In fondo un'artista deve essere in grado di cambiare e di evolversi sempre, non si dice forse che «chi si ferma è perduto!» (sorride!) Adesso, stiamo lavorando su dei progetti che a breve potremmo vedere in TV. Sono delle fiction in produzione. 
Ho già avuto l’occasione di essere co-protagonista di due puntate delle serie TV 
“Hootem & the Lady, le serie TV su Sky1-Inghilterra, e prodotta dalla Red Planet Pictures, distribuita in tutto il mondo.
Quali vere difficoltà hai incontrato fino ad adesso nella tua carriera e quale la cosa che non vorresti fosse mai accaduta?
Se devo essere sincera con me stessa e con i lettori, devo dire che le difficoltà che ho incontrato nel mio percorso lavorativo, ho dimostrato sin da subito di poterle superare, e le ho sempre superate. Sono consapevole di avere una personalità forte e determinata che non si arrende facilmente davanti ai primi ostacoli e che non si ferma davanti a impedimenti che potrebbero sembrare a prima vista insuperabili. Le difficoltà ci sono state, è vero! Quelle fanno parte di qualsiasi gioco, di qualsiasi professione. Chi dice di non aver mai incontrato difficoltà nel proprio lavoro, secondo me, non dice il vero!
Di esperienze negative ne ricordo poche, forse perché quelle vengono rimosse! Ma all'inizio della mia carriera ero giovane ed è sempre difficile inserirsi. E' successo diverse volte di sentirmi dire NO! Oggi magari mi succede che chi mi ha chiuso la porta in faccia dieci anni fa, adesso mi chiede di lavorare per lui/lei: mi è già capitato diverse volte infatti! E questa per me è una soddisfazione professionale, non la vedo come una rivincita che nasce dal rancore verso quella persona che mi ha detto NO, e dopo dieci anni mi chiama. Per me ha un solo significato ed è molto chiaro: oggi sono diventata una donna popolare, una professionista affidabile, da chiamare per fare dei lavori, cosa che certamente non ero all'inizio della mia carriera.
In questi anni di attività, hai mai pensato di mollare tutto per dedicarti ad un’altra attività professionale?
Assolutamente no, ho dedicato la mia vita a questo lavoro, a questa professione. Ho superato tante difficoltà e non ho mai mollato quando ci sono stati problemi, anche importanti, come avviene in tutti i lavori del mondo. Ma questo pensiero nella mia testa non mi ha mai sfiorato neanche per un attimo. Ho fatto tantissimi sacrifici, ho lavorato tantissimo, ho rinunciato a tantissime cose per questa professione e per vivere questo mondo fatto di tante cose belle ma anche di tante cose che non mi piacciono. Ad oggi la mia esperienza e popolarità mi permette di intraprendere nuovi progetti sul settore manageriale. 
I tuoi genitori cosa ti hanno detto quando hai comunicato loro le tue intenzioni professionali? Soprattutto in un mondo, quale quello della moda, almeno all'inizio, del quale si dicono cose non sempre positive?
I miei genitori sono stati e sono deliziosi. Mi hanno sempre appoggiata e sostenuta. Non mi hanno mai ostacolato nelle cose che ho desiderato ardentemente per mia vita e per la mia professione. Mia mamma e mio papà mi hanno sempre accompagnato ovunque sono andata. Quando mi vedevano sorridere o mi vedevano felice per i successi lavorativi che ottenevo, per loro era una gioia immensa, erano felici, forse più di me.
È da poco più di sei anni che mi gestisco da sola dopo aver fatto la mia gavetta, dopo aver imparato tante cose sulla mia pelle, e dopo essermi creata una rete di relazioni lavorative che per me sono importanti, oltre ad essermi fatta un nome che rappresenta un'immagine e un'affidabilità professionale.
Francesca, mi hai raccontato che hai deciso di iniziare un nuovo percorso professionale, quello di attrice. Oggi questo mondo, quello della recitazione appunto, vede diverse opportunità che fino a qualche anno fa non esistevano. Oltre al Cinema, alla TV e alle fiction TV, esiste un nuovo mondo che si compone di molteplici opportunità per sperimentarsi e lavorare come attore o come attrice, o come artista del mondo della filmografia: sono quelli delle web-fiction, dei web-movie, di YouTube, ed altri modelli ancora che utilizzano le nuove tecnologie informatiche e multimediali. Tu come ti vedi in questa prospettiva che è divenuta così articolata ma che forse ai giovani artisti di oggi dà più opportunità di lavoro e di esperienza professionale?
È vero quello che dici Andrea. Oggi questo mondo ha subìto un'evoluzione imprevedibile fino a qualche anno fa, ma è un'evoluzione interessante e positiva al contempo. 
Io sono una persona che come spettatrice ama i film che ti fanno divertire, che ti fanno ridere e che quando esci dalla sala ti lasciano di buon umore. Stravedo per i cosiddetti cinepanettoni prodotti da De Laurentis, per esempio.
Nell’ultimo periodo, invece, sono molto affascinata e coinvolta dalle serie televisive di Alberto Tarallo. Le sue fiction riescono a catturare la mia attenzione, come quella di tantissime persone che conosco, perché credo che nella semplicità del racconto filmico, Tarallo riesce a fare in modo che tutte le fasce di età possano identificarsi con i protagonisti delle sue storie e spesso sono storie di passioni e di sentimenti forti che inevitabilmente ti catturano empaticamente e ti coinvolgono emotivamente.
Quali sono i tuoi modelli di attrice o di attore, e quali i tuoi maestri visto che vuoi iniziare questa professione? 
Ho sempre ammirato Virna Lisi, fin da piccola, una donna straordinaria. Oltre che per la sua indiscutibile bravura, per la sua classe, per la sua eleganza e per la sua invidiabile bellezza di donna-artista. Come si dice oggi, è un'attrice che, seppur un po' avanti negli anni, riesce ancora a “spaccare” il video: lo schermo cinematografico o televisivo!
Quali sono i tuoi prossimi impegni lavorativi Francesca? Vuoi anticipare qualcosa ai nostri lettori?
Ho organizzato, insieme a Maria Conte, un grandissimo Evento di Moda in Sardegna, a Cagliari, per Sabato 10 Dicembre 2016, all'interno di una splendida cornice che è quella dello spettacolare attico dell'Hotel Panorama a Cagliari, che ha una vista sulla città e sul mare veramente da mozzafiato! Lo Spettacolo, perché di un vero e proprio spettacolo di Alta Moda si tratterà, com'è oramai tradizione e costume internazionale di tutti i più importanti Brand, prevede la partecipazione delle creazioni di otto stilisti sardi molto conosciuti nel mondo della Moda raffinata, creativa e di alta classe: 
Maria Conte (Non solo gioielli, passione e talento, Premio Exempole A Monaco Di Baviera e La Navicella D’Argento);
Atelier Sorelle Podda (Abiti senza tempo, curati in ogni particolare, e come segno di distinzione, il corallo ricamato su seta, tulle, broccato e orbace fan sì che ogni abito sia un autentico gioiello);
Emma Ibba (L’abito che accarezza il corpo un’idea che mi accompagna sempre nelle mie creazioni);
Daniele Sitzia (Attestato di Merito Artistico donato dalla Città di New York);
De Modè (Elaborati Innovativi Ispirati Ai Costumi Usi E Costumi Della Sua Terra La Sardegna);
Marinella Staico (Incantare Cucire Incantare Femminilità); 
Marinella Staico Tiziana (Luci E Colori Luminosi In Un Mondo Incantato Per Le Donne Di Marinella Staico Tiziana Cabboi - Dall’Elegante E Preziosa Unicita’ Dei Costumi Tradizionali Sardi Nasce L’Arte Di Creare Nuovi Gioielli. La Mia Musa Ispiratrice? Donne Eleganti E Sofisticate);
Angela Zuddas (Gli Abiti e Le Donne A Cui Piace Sognare, Tornare Un Po’ Bambine E Sentirsi Nel Paese Delle Meraviglie).
Poi ho pensato di dare l'opportunità a quattordici giovanissime e bellissime modelle sarde di mettersi in mostra e di farsi conoscere al mondo.
Ecco, questo è un evento al quale tengo moltissimo, per il lavoro che ho fatto, per la mia terra, per le migliori intelligenze e i migliori creativi di moda sardi, per le giovanissime ragazze che hanno il sogno delle passerelle di alta moda internazionali.
Insomma, è una bella scommessa che sono sicura mi darà delle belle soddisfazioni e sulla quale ho puntato tantissimo!
Grazie Francesca per averci dedicato il tuo tempo e in bocca al lupo per il tuo futuro da attrice, oltre che di manager della moda e di bellissima e affascinante modella.
Grazie a te Andrea per l'intervista che mi hai fatto, interessante e che mi ha portato indietro nel tempo a quando sognavo di fare questo lavoro e alle difficoltà e alle soddisfazioni che ho provato da quando ho iniziato quella che per me è una bellissima avventura professionale e personale. Spero di ri-incontrarti presto per un'altra chiacchierata-intervista. Andrea Giostra.

Per chi volesse saperne di più di Francesca Casula, ecco a seguire una serie di link da ammirare:
slide-show-photos by Andrea Giostra:
-
-
Pagina 1 Facebook Personale:
-
Pagina 2 Facebook Personale:
-
Pagina Twitter:
-
Francesca Casula “Modella & Fotomodella”:
-
CineNews24 intervista del 07/12/2015:
-
Modella e sexy tifosa del Cagliari:
-
Rithm fashion by TED: