sabato 26 novembre 2016

TALE E QUALE SHOW, DEBORAH IURATO CAMPIONISSIMO 2016. GRAN FINALE CON 5MILIONI 315MILA SPETTATORI E 24,4% DI SHARE

In una straordinaria festa per tutta la famiglia, nelle luci scintillanti e colorate di un grande varietà targato Rai, è stata Deborah Iurato la regina indiscussa della finalissima di Tale e Quale Show, aggiudicandosi la corona di Campionissimo 2016.
Il programma dedicato alla sorprendente arte dell’imitazione, condotto da Carlo Conti ogni venerdì in prima serata su Rai1, si è chiuso ieri sera con un vero e proprio bagno di folla: l’ultima puntata ha registrato infatti 5milioni 315mila telespettatori, con uno share del 24.4%, confermando pienamente il successo di questa sesta edizione, sempre premiata dagli ascolti.
Con la sua vocalità limpida e potente, la tecnica sicura e il sorriso contagioso, la giovane Deborah Iurato ha convinto giuria e pubblico a casa, che in massa l’ha votata al Televoto, grazie alla sua straordinaria interpretazione di Beyoncé. Sulle note struggenti di “Listen”, l’artista si è calata nei panni della celebre star internazionale, divenendo Tale e Quale a lei nel look, negli atteggiamenti e nella voce. La sua vittoria arriva a suggellare un percorso eccezionale, che l’ha vista interpretare sul palco del Teatro 9 degli Studios a Roma cantanti italiane e internazionali dal grande talento, come Lara Fabian, Aretha Franklin, Antonella Ruggiero, Whitney Houston, Adele, Laura Pausini e Anastacia (con la ‘vere’ star che l’hanno ringraziata pubblicamente su Twitter). La vincitrice ha ricevuto un premio di 25 mila euro che sarà devoluto alla Protezione Civile per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia.
Accanto a Deborah Iurato, rispettivamente al secondo e al terzo posto, Davide Merlini nelle vesti di Albano Carrisi e Francesco Cicchella in quelle di Michael Jackson, sono saliti sul podio della classifica finale ottenuta sommando il risultato della classifica di Studio alle preferenze espresse dal pubblico nel televoto.
Confermandosi il programma tv più seguito del prime time del venerdì sera, Tale e Quale Show ha dimostrato anche in questa sesta edizione di essere un unicum nel panorama televisivo italiano: mescolando epoche e stili musicali, celebrando il talento degli artisti grazie a esibizioni irripetibili perché tutte rigorosamente dal vivo, lo spettacolo ha offerto un intrattenimento capace di abbattere le barriere tra generazioni diverse. Il buonumore e l’allegria, ma anche la grande musica italiana e internazionale, le sorprese e tutta l’adrenalina di una gara di grande qualità artistica, sono gli ingredienti che hanno scandito ogni puntata dello show. 
E il pubblico anche quest’anno non ha fatto mai mancare il proprio affetto, seguendo con entusiasmo tutte le performance. Cliccatissime sul web alcune trasformazioni andate in onda in questa edizione: Tullio Solenghi  e Massimo Lopez nella coppia Simon & Garfunkel, Silvia Mezzanotte / Mina, Leonardo Fiaschi / Gianna Nannini, Davide Merlini / Stevie Wonder, Giulia Luzi / Cristina Aguilera, Manlio Dovì / Francesco Nuti, Lorenza Mario / Caterina Caselli, Bianca Atzei / Giorgia, e poi le divertenti imitazioni di Enrico Papi, che con le sue interpretazioni di Rocco Hunt, Renato Zero e Justin Bieber è divenuto un vero ‘caso’ mediatico. Prova dello straordinario successo di un programma ‘aperto’ al pubblico per vocazione è l’incredibile partecipazione del popolo della Rete, che ha inviato migliaia di messaggi sul profilo Twitter (con l’hashtag ufficiale #taleequaleshow sempre in vetta i trend topics) e di like sulla pagina Facebook.
Difficile e delicato il compito della giuria composta da Loretta Goggi, Enrico Montesano e Claudio Amendola, e ieri anche dallo speciale giurato Nino Frassica, che hanno espresso le loro valutazioni prestando grande attenzione ai dettagli, ma sempre con spirito bonario. Tutti hanno sottolineato il grande impegno della formidabile squadra degli artisti in gara, che nell’ultima settimana si sono spesi al massimo negli allenamenti per diventare davvero uguali come gocce d’acqua alle icone della musica da imitare. Ad aiutarli come sempre i mitici 4 coach, Emanuela Aureli, Maria Grazia Fontana, Dada Loi e Silvio Pozzoli, e i due pilastri della musica e del ballo, il Maestro Pinuccio Pirazzoli per gli arrangiamenti e Fabrizio Mainini per le coreografie. 
Prima dell’esibizione in studio del bravo Giovanni Belardi premiato per il concorso Tale e Quale Pop per la sua interpretazione di Elvis Presley, il pubblico ha potuto gustare l’ultima esilarante trasformazione di Gabriele Cirilli, che “A grande richiesta” è diventato un’originale e irresistibile Whoopi Goldberg.
Grandissime emozioni e due ore di spensierato divertimento in questa finalissima che ha chiuso nel migliore dei modi un format vincente, fiore all’occhiello della Rete Ammiraglia. Per gli artisti in gara un’esperienza dal grande valore umano e professionale, e una nuova vittoria per la Rai, che ha saputo coniugare la missione di Servizio Pubblico con un intrattenimento coinvolgente. L’azienda, che produce il programma con Endemol Shine Italy, ha messo in campo le sue professionalità migliori, dagli autori ai redattori, dai tecnici agli scenografi, dai costumisti agli addetti alla produzione, dai truccatori ai parrucchieri. 
Ma l’ultima puntata è stata solo un arrivederci, perché un nuovo appuntamento attende il pubblico: il prossimo 9 dicembre infatti andrà in onda su Rai1 NA TALE E QUALE SHOW, una puntata speciale capitanata da Carlo Conti in prima serata con tanti protagonisti anche delle passate edizioni che, trasformati dalla testa ai piedi per vestire i panni di grandissime star musicali di ieri e di oggi, interpreteranno alcune delle più belle canzoni di Natale.

Tale e Quale Show, visibile in HD sul canale 501, è anche sul web www.taleequaleshow.rai.it
Tale e Quale Show, prodotto da Rai1 in collaborazione con Endemol Shine Italy e tratto dal format spagnolo Tu Cara me Suena, è scritto da Carlo Conti, Ivana Sabatini, Emanuele Giovannini, Leopoldo Siano e Mario d’Amico. Le musiche sono del Maestro Pinuccio Pirazzoli, le coreografie di Fabrizio Mainini, la scenografia di Riccardo Bocchini. La regia è di Maurizio Pagnussat.

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.