giovedì 24 novembre 2016

MILENA BONACCORSO, LA MIA PASSIONE PER L'ALTA MODA

“Sono nata a Catania, formo i miei studi e le mie conoscenze nella mia città natia conseguendo il titolo di studio di "Disegnatrice Stilista di Moda" ed iniziando da subito a creare e sperimentare nuove idee.

Amo la moda in tutte le sue sfaccettature, ho la fortuna di vivere in Sicilia e sfrutto al massimo l'influenza dei luoghi suggestivi che mi circondano e che renderanno ancor più particolari nei colori e nelle dinamiche le mie creazioni. 

Realizzo abiti da cerimonia e non solo, rivolti ad un ampio pubblico femminile seguendo diversi stili per diverse occasioni dall 'elegante al glamour. 

Negli ultimi anni mi affermo, inoltre, con la mia personale linea mare apprezzata sia dalle teenager che dalle giovani donne. Lo stilista che ammiro di più per eleganza e raffinatezza è Armani,  credo fermamente che l'abito parli di noi del nostro modo di essere  rispecchiando la nostra personalità.

La nuova First Lady americana? Da un punto di vista stilistico ha già di suo un eleganza innata, quindi facile da vestire grazie al suo fisico, mi piacerebbe averla fra le mie clienti.

Le festività sono ormai alle porte e i look variano da persona a persona, almeno per il 25 dicembre dobbiamo stupire amici e parenti con un look nuovo e inaspettato. Io personalmente proporrei degli abiti audaci, magari per i più tradizionalisti sceglierei il nero o il rosso, chi vuole essere trendy l'oro e chi invece vuole rimanere sul classico l' intramontabile accostamento tra il nero e il bianco. 

Per le donne curvy sceglierei un capo per eccellenza come il tubino nero   impreziosito con accessori brillanti e luminosi, collant e scarpe con plateau alto magari rosse .Invece come alternativa il rosso impreziosito con del pizzo! 
Per i capodanno, sceglierei  l'abito lungo sempre impreziosito da accessori luminosi o pantalone palazzo con scarpe con tacco altissimo”

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.