venerdì 18 novembre 2016

Area Sanremo, Carmen Alessandrello fra gli 8 vincitori: "un sogno che si avvera". L'intervista di Fattitaliani

La giovane cantante siciliana CARMEN ALESSANDRELLO è una degli otto vincitori di Area Sanremo 2016. Dal 14 novembre è disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “UN GIORNO DOPO L’ALTRO” (Fonoprint/Artist First), brano con cui Carmen Alessandrello omaggia Luigi Tenco, a pochi mesi dal cinquantesimo anniversario della morte dell’indimenticato cantautore. Il brano è prodotto e arrangiato da Bruno Mariani, che annovera collaborazioni con Lucio Dalla, Ron, Luca Carboni e molti altri.

«Non c’è luogo dove, prima o poi, non si crei abitudine - racconta Carmen Alessandrello - Il brano evidenzia un’apatia data da giorni tormentati che si susseguono come secondi tra le lancette di un orologio, nel mezzo di una vita che si logora. Ma, per me, un giorno dopo l’altro, scegliamo noi se essere la nave o chi la guarda». Fattitaliani l'ha intervistata.
Intanto, un commento sull'esperienza in toto di Area Sanremo... e sul traguardo raggiunto... 
Per Area Sanremo due aggettivi: sorprendente e stimolante. Sul traguardo raggiunto: un sogno che si avvera! 
In che maniera hai potuto conoscere approfonditamente Luigi Tenco? Perché proprio il brano "Un giorno dopo l'altro"?
Conoscevo Luigi Tenco e molte delle sue canzoni, ma questo progetto mi ha dato l'input per volerne sapere di più. Ho trascorso diversi giorni ad informarmi su di lui, la sua attività artistica, la sua vita. È stato scelto "Un giorno dopo l'altro" perché mi ha particolarmente emozionata. Reinterpretando il suo testo, mi sono sentita più vicina a lui, soprattutto dopo l'esperienza a Sanremo, e mi piace pensare di mantenerlo in vita omaggiandolo in questo modo.
Secondo te, come un cantante deve costruire il proprio percorso per risultare sempre attuale come Tenco? 
Tenco rimane attuale perché, utilizzando un linguaggio semplice, ha saputo comunicare temi universali. Sicuramente cultura, studio e preparazione servono per un approccio professionale alla musica ma ciò che è innato non si impara, lui aveva un dono speciale che solo in pochi hanno la fortuna di avere. 
Secondo quali criteri hai scelto gli altri pezzi di cui stai preparando il rifacimento? Qualche titolo? 
Non posso ancora comunicare i titoli dei brani che saranno presenti nell'album. Si tratterà di canzoni cantautorali dei grandi maestri della musica italiana. Sarà un personale omaggio ai miei artisti di riferimento. Ovviamente ogni brano sarà riattualizzato grazie agli arrangiamenti di Bruno Mariani ed altri produttori con cui ho l'onore di poter collaborare.
Fra gli otto vincitori di Area Sanremo solo due accederanno al festival. Sei d'accordo con questi meccanismi di gara infinita? Quali pro e contro ci vedi? 
Ho affrontato ogni fase eliminatoria con enorme entusiasmo ma anche con la consapevolezza che potesse essere sempre l'ultima. La possibilità di conoscere e confrontarsi con tanti giovani cantanti è stato certamente l'aspetto più positivo di quest'esperienza. I contro sono lo stress e l'ansia che ogni competizione comporta.
Ricordi un'edizione del festival che ti è particolarmente piaciuta per le canzoni? Che tipo di brano ti piacerebbe portare in gara? 
Le edizioni che ricordo in modo particolare sono quella del 2005 e del 2009, ho amato i brani che hanno vinto la competizione ed ora fanno parte del mio bagaglio musicale. Il brano che mi piacerebbe portare a Sanremo è, ovviamente, quello che ho presentato ad Area Sanremo.
E della tua Sicilia che cosa porti sempre con te quando ti esibisci e canti?
Sicilia per me significa casa, rappresenta le mie radici, è una terra che amo visceralmente. Provengo da una famiglia numerosa ed oggi che io ed i miei fratelli siamo adulti e viviamo in varie città, sentiamo ancor di più il legame con la nostra terra. La mia famiglia mi dà la stabilità mentale ed emotiva per affrontare tutti i cambiamenti e le sfide di quest'ultimo periodo. Giovanni Zambito.
©Riproduzione riservata
Foto di Nino Saetti

Carmen Alessandrello, giovane cantante scoperta da FONOPRINT, lo storico studio di registrazione da cui sono passati i più grandi artisti della storia della musica italiana, è attualmente al lavoro su una raccolta di cover in italiano riarrangiate in chiave moderna, di cui “Un giorno dopo l’altro” è il primo estratto.

Carmen nasce a Comiso (Ragusa) nel 1994. Inquieta e poliedrica, nella vita come nella musica cerca una spiritualità autentica e profonda, al di là di religioni ed etichette. Vero talento musicale, inizia a cantare giovanissima. Prendendo a modello la potenza canora della cantante Whitney Houston e la veracità di Domenico Modugno, predilige il soul, il blues e il jazz contemporaneo. Ama alcune tipologie di rock melodico, ma è attratta in particolare dalla “musica nera” che prende ad esempio per la libertà e l’istintività espressiva. Nei suoi live emergono chiaramente le qualità canore, la carica interpretativa e il rapporto empatico e speciale con il pubblico. Nel 2016 partecipa alle selezioni di “The Voice” e collabora con la compagnia di ballo Nu’Art, esibendosi nello spettacolo “Tentazioni” a Venezia e riscuotendo grande successo. 

www.facebook.com/carmen.alessandrello 
www.fonoprint.com - www.facebook.com/fonoprint - www.twitter.com/fonoprint