venerdì 21 ottobre 2016

Meryl Streep presenta "Florence Foster Jenkins" alla Festa del Cinema di Roma: i film, un'illusione

"Credo che il film parli di passioni di tutti i tipi e di quello che facciamo in nome dell'amore. Credo che cantare con passione sia divertente.

Non ho mai interpretato ruoli come questo e quindi mi sono preparata molto. Una volta ho ascoltato un compositore americano, il che mi ha fatto capire come sentire Florence nella testa".
Cosa pensa delle attuali elezioni presidenziali?
"Credo che Hilary Clinton sarà Presidente e che la controparte di questa campagna elettorale non ha fatto un gran lavoro".
Quale critico cinematografico più segue? è mai stata protetta contro le critiche?
Di solito non leggo le recensioni proprio perché potrebbero essere dolorose. Sono stata protetta contro le critiche. Mio marito è il mio grande sostenitore e dice che tutto ciò che faccio è bello e questo per me è un grande atto d'amore.
Che rapporto ha con la recitazione?
Empatico, immagino la vita degli altri ed ho un feeling reciproco con la recitazione e credo che in età matura con la professione ho acquisito maggiore esperienza e dimestichezza nel lavoro.
Cosa ti ha dato questo personaggio?
Molte cose dal punto di vista professionale ed umano.
Da chi è stata aiutata?
Da un coach del Metropolitan Opera che mi ha insegnato a cantare e danzare.... ma non solo ... anche a stonare! Il mio personaggio è una donna priva di talento.
Da questo personaggio ho certo imparato molto.
Ha mai pensato di fare la regista?
Molti registi con cui ho lavorato dicono che ci ho già provato a fare la regista ma non sento il bisogno. Stimo ed ammiro le persone che riescono a fare entrambe le cose ma io amo recitare ed è questa la mia priorità.
Quando è nata questa vocazione?
Sin da bambina imitavo mia nonna, vestivo i suoi abiti per capire cosa si provava ad essere un altra persona. C'è un aspetto egoistico della cosa e una curiosità di indagine più profonda e questo è stato l'inizio di tutto della mia vocazione alla recitazione.
Cosa ama dell' Italia?
Tutto, e tutti amano l'Italia.
C'è un'attrice che preferisce?
Ce ne sono diverse: credo di aver aperto la strada a diverse di loro. Ai miei tempi arrivare ai 40 anni significa la fine di una carriera. Oggi ci sono più possibilità grazie anche alla televisione.
Cosa pensa dei film?
Che sono un'illusione, ci sono altre cose che contano di più nella vita. Ho 4 stupendi figli che se dimentico qualcosa me la ricordano.
C'è un film che avrebbe voluto interpretare ma che non ha fatto?
Sì, Sweetdreams con Jessica Lang. Lei ha fatto questo film in maniera eccellente, avrei voluto fare io questo film: credo che rimarrò arrabbiata con il regista per parecchio tempo, tanto che se vuole farsi perdonare deve lasciarmi casa sua... (scherza, ndr)! Emanuela Del Zompo.

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.