sabato 22 ottobre 2016

Giuseppe Milici presenta l'album "The look of love", un'esperienza meravigliosa. L'intervista di Fattitaliani

"Dimmi cos'è" è il primo estratto da "The Look of Love" il nuovo album di Giuseppe Milici (Irma Records), che per l'occasione si è avvalso della collaborazione di Nerio "Papik" Poggi e Fabrizio Foggia agli arrangiamenti oltre ad una nutrita schiera di special guest quali: Neja, Fabrizio Bosso, Tom Gaebel, Walter Ricci, Francesca Gramegna, Alan Scaffardi, Valeria Milazzo, Ely Bruna, Roberto Gervasi, Moreno Viglione e Marcello Sirignano. Milici, con questo disco, traccia un percorso tra quelle melodie che negli anni lo hanno maggiormente emozionato, come "The Shadow Of Your Smile", il tema di Roky "Gonna Fly Now", la colonna sonora del film "Singining In The Rain", "I'll Survive", "Estate" o la title track "The Look OfLove" tutti riproposti rigorosamente con la sonorità "Papik".

"Dimmi Cos'è" è stato scritto qualche anno fa - ammette il musicista - ma la versione vocale arriva solo dopo aver collaborato con Alan Scaffardi, a mio avviso tra le voci più belle del panorama nazionale, che ha accettato il mio invito a cantare questo non facile brano regalandomi così la gioia di realizzare un piccolo sogno che si è potuto concretizzare anche grazie al mio amico Alfonso "Marco" Camarda che ne ha scritto il testo. La versione definitiva, arrangiata come il resto dell'album da Nerio "Papik" Poggi e da Fabrizio Foggia, vede anche la partecipazione di un inarrivabile Fabrizio Bosso musicista e uomo straordinario con cui ho più volte avuto la gioia di collaborare." L'intervista di Fattitaliani a Giuseppe Milici.
Mi sembra di percepire dentro l'album tanta vita sia a livello di gestazione che d'investimento affettivo. È così?
Sì, realizzare un album è sempre un'esperienza meravigliosa che richiede però tanta energia. Per iniziarci a lavorare ho aspettato il momento giusto, quello in cui ho sentito forte il desiderio di lanciarmi in questa avventura.
Facile selezionare le melodie che nel corso degli anni l'hanno accompagnata?
È stato sufficiente rispolverare i ricordi e le sensazioni del passato.
Tante le persone incontrate nel corso della sua carriera: ricorda un incontro che l'ha influenzata?
Nel 1997 ho suonato con Toots Thielemans e in quell'occasione ho scoperto, oltre al grande musicista che tutti conosciamo, un uomo di rara sensibilità e umanità: cosa che non scorderò mai.
Particolarmente struggente "Kalsa": è nato lì? 
Kalsa è un quartiere popolare di Palermo intriso di storia e malinconia ed è stato proprio in un piccolo teatro (Teatrino Ditirammu) che è arrivata l'ispirazione a comporre questo brano. Consiglio a tutti coloro che dovessero trovarsi a Palermo di non trascurare una visita a questo incredibile teatrino.
Prima di Alan Scaffardi, aveva pensato ad altre voci per "Dimmi cos'è"?
No, lui è per me perfetto! Voce calda ed estremamente espressiva
Con Fabrizio Bosso e le altre belle collaborazioni presenti nell'album c'è stata un'intesa immediata? Sono nate per lo più da previa conoscenza o qualcuna anche in maniera casuale?
Alcuni, come Fabrizio o Neja, sono amici di vecchia data mentre altri li conoscevo solo per nome. Walter Ricci e Francesca Gramegna ad esempio non li ho mai incontrati ma conoscevo bene le loro voci. Sono tutti dei cantanti che hanno un grande rispetto della melodia e dei testi e con le loro interpretazioni mi hanno felice. Giovanni Zambito.
©Riproduzione riservata

Biografia
Armonicista e compositore, Giuseppe Milici ha suonato come solista in alcuni tra i più popolari programmi televisivi, compresi Serata d'onore, Fantastico, Uno su cento, il Numero Uno, Festival di Sanremo, Un Natale Italiano, Novecento, I Fatti Vostri e Taratatta. Nel 1990 diviene membro della prima Orchestra Europea del Jazz. Ha eseguito la colonna sonora del film Il Mago, con Antony Quinn e Vaniglia e Cioccolata, con Maria Grazia Cucinotta.
Ha anche suonato in alcune colonne sonore per la TV quali avvocato Porta, con Gigi Proietti, e Tutti i sogni del mondo, con Serena Autieri. Ha composto la colonna sonora del film Ninnarò (di prossima uscita) e La TerraMadre,
presentato al Festival del Cinema di Berlino del 2008 e del film “Il Coraggio” prodotto e presentato recentemente in Spagna. Ha effettuato tournée in USA (il Blue Note di New York), Grecia, Olanda, Svizzera, Marocco, Australia, Inghilterra, Francia, Argentina, Germania, Sud Africa, Swaziland, Polonia e Mozambico. Ha registrato numerosi CD e ha collaborato con artisti di diversa estrazione come Peter Cincotti, Fabio Concato, Gianni Morandi, Toots Thielemans, Gino Paoli, Gigi D'Alessio, Lina Sastri, Antonella Ruggiero, Amii Stewart, David Riondino, Simona Molinari, Dirotta su Cuba, Tullio De Piscopo, Fabrizio Bosso, Philip Catherine, Franco Cerri, Irio De Paola, Laura Fygi, James Newton, i Ragazzi Italiani, Gegè Telesforo, Pietra Montecorvino, Alessandro Haber, Riccardo Pazzaglia, Beatrice Luzzi, Edoardo Siravo, Beppe Vessicchio, Zoltan Pesco, Massimo Ghini, Vince Tempera,
e Sabina Guzzanti. Registrazioni a proprio nome includono Beatles Jazz Tribute (presentato alla Settimana della Moda di Parigi) e il Burt Bacharach Jazz Tribute, con Eliot Zigmund, Bill Moring e Mauro Schiavone. Nel 2009 Milici suona come solista dell'Orchestra Sinfonica di Sofia al Teatro la Fenice di Venezia.