mercoledì 14 settembre 2016

MAXXI, dal 16 settembre LE STORIE DELLA FOTOGRAFIA: 5 incontri dedicati alla fotografia italiana dagli anni '70 ad oggi

In occasione della mostra Extraordinary Visions. L’Italia ci guarda in corso al MAXXI fino al 23 ottobre 2016, il MAXXI presenta LE STORIE DELLA FOTOGRAFIA un programma di cinque incontri in cui docenti, critici e studiosi internazionali ripercorrono la storia della fotografia italiana a partire dagli anni Settanta ad oggi, per far conoscere al pubblico i grandi maestri che hanno testimoniato e documentato la storia del nostro Paese.

Primo appuntamento venerdì 16 settembre alle ore 18.00 (Sala Guido Reni | ingresso 5 € - gratuito per i titolari della card myMAXXI - per gli studenti di arte e architettura accreditati per i crediti formativi l’acquisto del biglietto dà diritto ad un ingresso ridotto al Museo entro una settimana dall’emissione) con l’incontro dal titolo Gli anni Settanta: l’arte come fotografia che vede protagonista Claudio Marra professore ordinario di Storia della fotografia presso l’Università di Bologna da sempre interessato ai rapporti tra ricerca fotografica e arti visive.
Quando si riflette sulla natura di questo rapporto si è soliti pensare che abbia unicamente la forma di una rincorsa della fotografia per allinearsi al livello alto dell’arte. Questo poteva avere senso nell’Ottocento quando l’arte non prevedeva alternative al modello della pittura. Nel corso del Novecento invece le cose sono radicalmente cambiate proponendo modelli fondati su quelle caratteristiche che nel secolo precedente escludevano la fotografia, come il concetto di autorialità, il ridimensionamento della tecnica, il recupero del reale. Oggi questi concetti sono un modello per le varie declinazioni assunte dalle arti visive di cui fa quindi parte anche la fotografia.

Il programma prosegue venerdì 23 settembre con Roberta Valtorta e l’incontro dal titolo Gli anni Ottanta: complessità della “scuola italiana di paesaggio”.

PROGRAMMA COMPLETO

16.09.16       Gli anni Settanta: l’arte come fotografia con Claudio Marra
23.09.16       Gli anni Ottanta: complessità della “scuola italiana di paesaggio” con Roberta Valtorta
07.10.16       Gli anni Novanta: "Nuove geografie nella fotografia italiana" con Walter Guadagnini
11.11.16       Gli anni Duemila: post-fotografia: dall'archivio all'installazione con Francesco Zanot
25.11.16       Industria e Fotografia con Urs Stahel

BIOGRAFIE DEI RELATORI

Claudio Marra è Professore Ordinario di Storia della fotografia presso l’Università di Bologna.
Il suo impegno di ricerca, sviluppato sia in direzione teorica che storica, è da sempre rivolto ai rapporti che intercorrono tra ricerca fotografica e arti visive. Principali pubblicazioni:Fotografia e arti visive, (Carocci 2014)Fotografia e pittura nel Novecento (e oltre), (Bruno Mondadori 2012) L’immagine infedele, (Bruno Mondadori 2006)Nelle ombre di un sogno (Bruno Mondadori 2004) Le idee della fotografia (Bruno Mondadori 2001

Roberta Valtorta, storico della fotografia e direttore scientifico del Museo di Fotografia Contemporanea, ha  tenuto corsi universitari a Udine, Roma, Milano, e dal 1984 insegna al Centro Bauer di Milano. Tra i libri più importanti: Volti della fotografia. Scritti sulle trasformazioni di un’arte contemporanea, 2005; Il pensiero dei fotografi. Un percorso nella storia della fotografia dalle origini a oggi, 2008; Fotografia e committenza pubblica. Esperienze storiche e contemporanee, 2009; Luogo e identità nella fotografia italiana contemporanea, 2013.

Walter Guadagnini (Cavalese, 1961) è uno dei più autorevoli storici e critici della fotografia in Italia. Vive e lavora a Bologna dove è titolare della cattedra di Storia della Fotografia all'Accademia di Belle Arti. Ha diretto dal 1995 al 2005 la Galleria Civica di Modena. Dal 2004 è presidente della Commissione Scientifica del progetto "Unicredit e l'arte". Nel 2007 è stato Commissaire Unique per la sezione italiana di Paris Photo. Nel 2000 ha pubblicato per Zanichelli il volume Fotografia e nel 2010 Una storia della fotografia del XX e XXI secolo. Ha ideato e curato il progetto editoriale "la fotografia", pubblicato in 4 volumi dal 2010 al 2014 da Skira. Ha collaborato dal 1995 al 2003 come critico d'arte con il quotidiano La Repubblica. Dal 2006 è responsabile della sezione fotografia per il Giornale dell'Arte. 

Curatore di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, Torino, Francesco Zanot ha curato monografie di artisti come Guido Guidi, Takashi Homma, Linda Fregni Nagler, Boris Mikhailov, Francesco Jodice e molti altri ancora. Le sue pubblicazioni più recenti sono dedicate al lavoro di Luigi Ghirri (The Complete Essays) e Alec Soth (Ping Pong Conversations). È associate editor di Fantom e direttore del Master in Photography and Visual Design organizzato da NABA – Nuova Accademia di Belle Arti, Milano.

Urs Stahel è stato il direttore e fondatore del Fotomuseum Winterthur (1993-2013). Dal 2013 è responsabile delle attività espositive e della collezione di fotografia industriale della Fondazione MAST Manufattura di Arti, Seperimentazione e Tecnologia di Bologna. E‘ consulente e docente presso l’Accademia di Belle Arti e l’Università di Zurigo oltre che autore di numerose pubblicazioni su Paul Graham, Roni Horn, Rineke Dijkstra, Anders Petersen, Amar Kanwar, Ai Weiwei, Shirana Shahbazi, Boris Mikhailov e di volumi tematici tra cui Industriebild ‘Pictures of Industry ’, Trade (2001), Im Rausch der Dinge ‘The Ecstasy of Things’  (2004) and Darkside I + II (2008-2009)

Il progetto Le Storie della fotografia è stato realizzato grazie al sostegno di MINI, Partner MAXXI Public Programs

Foto: Gabriele Basilico Roma, Casa Balilla 2010, courtesy Fondazione MAXXI

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo
orario di apertura: 11.00 – 19.00 (mart, merc, giov, ven, dom) |11.00 – 22.00 (sabato) | chiuso il lunedì,
Ingresso gratuito per studenti di arte e architettura dal martedì al venerdì

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.