martedì 16 agosto 2016

Premio Nazionale Mario Arpea 2016 a Daniela Musini per il saggio "I 100 piaceri di d'Annunzio. Passioni, fulgori e voluttà"

Daniela Musini con il suo saggio "I 100 piaceri di d'Annunzio. Passioni, fulgori e voluttà" (E.Lui Editore) vince l' edizione 2016 del Premio Nazionale di Poesia, Narrativa e Saggistica “Mario Arpea” di Rocca di Mezzo (L’Aquila). 

Un'edizione che ha visto l’adesione da più di 200 autori da ogni parte d’Italia per le varie sezioni in concorso, e che si concluderà con la cerimonia di premiazione per i vincitori delle varie categorie giovedì 18 Agosto alle 16,30 alla presenza della giuria, composta dal Prof. Antonio Coppola, dalla Prof.ssa Daniela Quieti e dalla Prof.ssa Maria Teresa Giusti, del Sindaco Mauro Di Ciccio e, sicuramente come già in passato, di un folto pubblico di residenti e turisti.
L’Amministrazione Comunale inoltre ha deciso di assegnare il Premio Speciale del Comune ai volontari della Croce Rossa Italiana di Rocca di Mezzo. Per la scrittrice, attrice e pianista abruzzese è il sedicesimo riconoscimento per il suo acclamato saggio dannunziano, un colto, denso e intrigante glossario che dalla A alla Z esplora l'universo d'Annunzio ma anche quello straordinario humus culturale e artistico nel quale visse e operò il Vate.
“Sono onorata di ricevere questo Premio e grata alla Giuria e all'Amministrazione Comunale - sottolinea Daniela Musini  -anche perché mi ha fatto scoprire un personaggio straordinario di Rocca Di
Mezzo, quel Mario Arpea a cui è intitolato il Premio, che oltre ad essere stato Professore universitario di diritto della navigazione, si è distinto anche come politico, poeta, scrittore e saggista”.

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.