giovedì 18 agosto 2016

Le Vie dei Canti, in Sicilia “percorsi storico culturali e musicali tra centri urbani, ville e castelli”

Un percorso turistico itinerante per i paesi del parco dell’Etna o riconosciuti dall’Unesco, per la promozione e la messa in rete di un itinerario regionale, alla scoperta di località e luoghi della Sicilia.

Questo è “Le Vie dei Canti”, il progetto di “itinerari storico-culturali e musicali, tra centri urbani, ville, castelli e luoghi spirituali” presentato a Catania dall’assessore regionale al turismo, sport e spettacolo Anthony Barbagallo, che ha sottolineato il valore di una tale iniziativa, rivolta ai turisti e non, che durante la stagione estiva visitano la Sicilia, andando alla scoperta di luoghi noti e meno noti. Facendo dell’arte un veicolo di conoscenza e di promozione culturale. Sarà la musica popolare contemporanea siciliana, nella sua capacità narrativa, la protagonista di questo percorso ideale che consente di creare un interesse turistico per chi è già in Sicilia e per chi può decidere di andare e spostarsi seguendo le tappe della rassegna che racconteranno di luoghi e comunità di unica bellezza.
A rappresentarla durante la conferenza alcuni degli artisti siciliani protagonisti del progetto - Luca Madonia, le Malmaritate, Carlo Muratori, Miele, Babil on Suite – tutti concordi nel riconoscere l’importanza di un’iniziativa che avvicina il mondo della musica e dell’arte alle Amministrazioni, un “dialogo” ritrovato con chi governa i territori. Sono intervenuti anche il direttore artistico Francesco Laudani, il manager di Musica e suoni Nuccio La Ferlita e alcuni rappresentanti dei comuni coinvolti.
Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso gratuito.

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.