domenica 10 luglio 2016

Teatro Brancaccio, presentata la stagione 2016/17

A prendere la parola all’apertura della Conferenza Stampa è Alessandro Longobardi, direttore artistico del Teatro Brancaccio, definendo lo stesso un incubatore di progetti culturali: Prosa, musica, circo, danza. Annuncia che non esisteranno più gli omaggi.
Non tutta la stagione è stata ancora programmata. Si apre il 1 ottobre con Vorrei la pelle nera una commedia musicale di M.P. Doves con Luca Jurman per la Regia di Maurizio Colombi. Il 25 ottobre sarà la volta di Valeria Monetti e Cristian Ruiz in l’Ultima strega con la partecipazione straordinaria di Simone Colombari che rappresenta un’anima bianca, un fornaio che insieme al pane sforna tanta ironia. Un dark musical scritto e diretto da Andrea Palotto che aveva debuttato nel 2013 al Brancaccio solo per due giorni. E’ la storia dell’ultima donna condannata a morte per stregoneria. Lo spettacolo natalizio sarà e… Se il tempo fosse un gambero? scritto da Iaia Fiastri e musicato dal Maestro Trovajoli, è stato completamente rielaborato da Saverio Marconi. Consacrò nell’86 Enrico Montesano, fu ripreso da Max Giusti e quest’anno vedrà protagonisti Francesco Pannofino ed Emy Bergamo. Marconi “Devo la mi carriera di regista e di Compagnia a Garinei. Abbiamo sempre cercato di lavorare insieme ma non ci siamo mai riusciti. Nell’adattamento è importante rispettare lo spirito dello spettacolo ma dandogli una forma ed un ritmo più attuale”. Dal 19 gennaio Performance con Virginia Raffaele “nasce da un incontro con Giampiero Solari e dalla sua visione che io non faccia imitazioni ma installazioni umane. Volevo portare in scena le mie maschere e dar loro respiro. A marzo tornerà per chiudere la tournée Sister Act, grande successo di critica e di pubblico l’anno scorso. Dal 9 aprile: La vedova allegra che ha riscosso un grande successo l’anno scorso al Teatro Massimo di Palermo e che ha largo seguito tra i giovani. Fa parte del Teatro Musicale che ha le radici tra l’800 ed il 900. E’ ambientato due secoli prima rispetto al racconto per giocare meglio con i costumi sfarzosi.
Per tutti gli altri spettacoli ci si può collegare a www.tetrobrancaccio.it

Elisabetta Ruffolo  

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.