venerdì 10 giugno 2016

"Talent", il nuovo singolo della band romana MOSCHE feat Nevruz Joku

Esce oggi, venerdì 10 giugno, "Talent(Sunflower Records) il nuovo singolo della band romana MOSCHE feat Nevruz Joku (già noto al grande pubblico per essersi classificato al terzo posto nella quarta edizione di X Factor). É inoltre online il videoclip del singolo. Il brano, disponibile su tutte le piattaforme streaming e in digital download, anticipa l'Ep "Senza Ali" in uscita a settembre

Nel video di "Talent" ci si trova catapultati tra provini improbabili trasmessi in tv e una situazione domestica in cui Nevruz, ipotetico zio, cerca di dissuadere il nipote, prototipo dei numerosissimi e giovanissimi "youtuber", dall'iscriversi al talent. Le Mosche osservano questo scenario musicale contemporaneo e ne offrono una chiave di lettura ironica e di disillusione generale.
 
"L'artista viene spesso messo nello stesso grande calderone di chi non ha la minima cognizione di cosa sia l'arte (intesa in tutte le sue accezioni) - Racconta la band -  ma ha solo interesse ad apparire e a farsi plasmare per far ingrassare le major. Assistendo all'ennesima dimostrazione di un'Italia in cui non viene premiata la meritocrazia, l'unico posto dove far sentire la propria voce resta la strada ".

MOSCHE è il nome del gruppo che nasce ad Ottobre del 2014 a Roma e si manifesta come naturale bisogno di esprimere ancora più chiaramente e definitivamente la profonda disillusione che caratterizza gli inizi di questo secondo millennio. La musica delle Mosche mira a rivelare ciò che è più fastidioso del pensiero comune e individuale. Le persone credono e cercano continuamente di sentirsi al centro del mondo, celebrando vittorie di poco conto che rivelano, invece, un isolamento ed una povertà spirituale potenti. Allo stesso modo non cercano mai dentro sè stessi la causa del proprio malessere. Assumendo tale veste le “mosche” si scelgono il ruolo di invisibili osservatori.
Attraverso un ronzio rivelatore e ad alto volume fanno luce sul “letame” attorno al quale volano e di cui sempre si sono per necessità nutrite.



Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.