mercoledì 8 giugno 2016

LE DONNE DI PUCCINI A SIENA IN SCENA 2016: Silvia Pantani, Silvana Froli e Silvia Pacini

Sarebbero state di gradimento al grande Giacomo Puccini le tre artiste che eseguiranno le sue più famose aree  accompagnate  dal M° Alessandro  Manetti, fiorentino, diplomato al Conservatorio “Luigi Cherubini” sotto la guida del M° Roberto Caglieri, con il massimo dei voti.

Silvia Pantani inizia a studiare pianoforte da piccola, ma presto capisce, anche grazie al suo maestro di
pianoforte Giovanni Giannini, che la sua vera passione è il canto. Subito dopo ci saranno degli incontri importanti con grandi maestri e interpreti della lirica come Mirella Freni, Renato Bruson, Paolo Washington, Lucetta Bizzi, Donata d'Annunzio Lombardi, Leo Nucci e Ines Salazar che le faranno capire come gestire questo delicato strumento che è la voce
e il canto lirico.
Silvana Froli studia canto sin dalla tenera età per perfezionarsi con artisti del calibro di Katia Ricciarelli, Paolo Washinton e
Susanna Rigacci. Dotata naturalmente di voce di soprano, ha basato la sua formazione vocale sullo studio sistematico privilegiando la ricerca personale, avvalendosi dei preziosi consigli ricevuti da importanti cantanti frequentate in ambito teatrale.
Silvia Pacini si caratterizza da subito con i caratteri del soprano spinto e ultimato gli studi affronta ruoli da protagonista nelle seguenti opere: Ballo in Maschera, Nabucodonosor, Macbeth, Messa da requiem di G.Verdi, Adriana Lecouvreur di F.Cilea, Tosca, Suor Angelica, Manon Lescaut, Fanciulla del West , Turandot (principessa) di G.Puccini, Cavalleria Rusticana, Iris di P.Mascagni, Gotterdammerung di R. Wagner.
Ha calcato le scene teatrali in Italia e all’estero fra i quali il Royal opera Canada di Toronto lo Stadt Oper di Praga diretta dal M°Baremboin, il Musik Halle di Amburgo Comische Opern di Berlino S.Francisco Opera, Bellini di Catania e ultimamente il Musikverein di Vienna. Attualmente impegnata in intensa attività concertistica e operistica in Italia e all'estero.

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.