lunedì 6 giugno 2016

L'Annunciazione non sarebbe di Leonardo. Lo ricostruisce lo studioso Massimo Giontella in un suo saggio

La celebre Annunciazione custodita alla Galleria degli Uffizi e attribuita a Leonardo da Vinci sarebbe in realtà opera di Antonio del Pollaiolo.
A contestare la paternità del dipinto quattrocentesco è lo studioso fiorentino Massimo Giontella nel suo saggio 'Antonio del Pollaiolo. Il maestro dei maestri', con l'introduzione dello storico dell'Università di Firenze, Riccardo Fubini, e edito da Polistampa. "La nuova attribuzione, che si poggia su argomentazioni storiche, iconografiche e figurative, porterebbe anche a spostare la datazione dal 1472-1475 al 1481, qualificando il dipinto come un'opera della piena maturità del Pollaiolo, a cui però anche Leonardo avrebbe partecipato - si legge in una nota -. Indagando sui rapporti tra il Pollaiolo e Federico da Montefeltro, duca d'Urbino, 
Giontella arriva a identificare nello sfondo dell'Annunciazione la città di Otranto, espugnata nel 1480 dai Turchi. (Ansa).

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.