martedì 7 giugno 2016

La Truffe Noire, a Bruxelles l'Abruzzo e i vini Masciarelli: gusto ed emozione. La gallery di Fattitaliani

L'Abruzzo, terra generosa che non si risparmia nel distribuire ai suoi abitanti e ai suoi ospiti sapori e gusti unici, è stato oggi protagonista di un evento enogastronomico di gran classe nel cuore dell'Europa.
Nel ristorante stellato "La Truffe Noire" di Bruxelles ha avuto luogo la presentazione di vini abruzzesi delle tenute agricole Masciarelli, nate nel 1981 dall'intuito imprenditoriale di Gianni Masciarelli, figura simbolo del panorama enologico italiano e protagonista dell'affermazione della vitivinicultura abruzzese moderna.
Luigi Ciciriello, Maître de Maison, per l'occasione ha preparato un menu in cui ogni piatto si è sposato perfettamente con il vino.
La degustazione è stato un vero e proprio viaggio attraverso le bellezze abruzzesi: al di là di ogni retorica legata al linguaggio enogastronomico, si è volato sulle montagne, sui vigneti, vicino al mare d'Abruzzo.
Il tutto con una nota predominante che ha accomunato il gusto dei diversi vini: la semplicità e la genuinità delle radici e dei paesaggi.
Marina Cvetic ha presentato i vini seguenti: Pecorino Doc Castello di Semivicoli 2015 cui sono stati associati una serie di deliziosi assaggi all'insegna dell'asparago; Bianco Villa Gemma 2015 Masciarelli, vino "senza tempo" (Salade tiède "Stéphanie" aux champignons sauvages et topinambour, écailles de Reggiano et de truffe); Trebbiano 2013 Marina Cvetic (Eclat de diamant noir en surprise, Ravioli farci de trouffe de Norcia); Montepulciano d'Abruzzo 2013 Marina Cvetic (Suprême de Pigeonneau de Vendée, Gâteau de pomme de terre truffé, sauce périgourdine); Montepulciano d'Abruzzo Villa Gemma 2007 (Soufflé chaud au chocolat amer et sabayon de vanille aux pistache de Bronte).
Presenti anche i distributori per il Belgio Stefano Picchioni (ViniVins) ed Ettore Zenone (La Cantiniera).
Salade tiède "Stéphanie" aux champignons sauvages et topinambour, écailles de Reggiano et de truffe
Eclat de diamant noir en surprise, Ravioli farci de trouffe de Norcia

Suprême de Pigeonneau de Vendée, Gâteau de pomme de terre truffé, sauce périgourdine
Soufflé chaud au chocolat amer et sabayon de vanille aux pistache de Bronte
In copertina: Marina Cvetic e Luigi Ciciriello

Cantina Masciarelli Cuore pulsante della è San Martino sulla Marrucina, in provincia di Chieti con circa 300 ettari di terreni coltivati a vigneto e uliveto, distesi tra 13 comuni in tutte e 4 le province abruzzesi. La produzione vitivinicola - cui si affianca anche una piccola produzione di olio extravergine di oliva - conta oggi 18 etichette e 5 linee di prodotti: Linea Classica, Gianni Masciarelli, Villa Gemma, Marina Cvetic e Castello di Semivicoli, per una produzione annuale superiore ai 2,5 milioni di bottiglie. Nel segno del costante e rinnovato lavoro all’insegna dell’innovazione ma nel rispetto di ambiente e tradizione, l'azienda Masciarelli ha inaugurato, dopo un lungo restauro conservativo, il Castello di Semivicoli, seicentesco palazzo baronale oggi relais de charme tra i vigneti, centro propulsore dell’enoturismo nella zona.

https://www.facebook.com/Masciarelli-Tenute-Agricole-195870940485130/?fref=ts

https://www.facebook.com/La-Truffe-Noire-184685498241389/?fref=ts

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.